Classifica marcatori serie B

Aperto da Marco Casavecchia, 14 Febbraio 2022, 14:41:17

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Marco Casavecchia

10 gol: Lapadula (Benevento, 2 rig.), Strefezza (Lecce)

9 gol: Coda (Lecce, 2 rig.), Corazza (Alessandria, 2 rig.), De Luca (Perugia, 4 rig.),

8 gol: Charpentier (Frosinone), Falletti (Ternana), Mota (Monza)

7 gol: Baldini (Cittadella, 4 rig.), Buonaiuto (Cremonese), Cerri (Como, 5 rig.), Dionisi (Ascoli, 3 rig.), Donnarumma (Ternana, 1 rig.), Okwonkwo (Cittadella), Vázquez (Parma)

6 gol: Ciofani (Cremonese, 1 rig.), Colombo (Spal), Galabinov (Reggina, 2 rig.), Lucca (Pisa, 1 rig.), Moreo (Brescia), Mulattieri (Crotone), Zerbin (Frosinone),

5 gol: Gabriele Gori (Cosenza, 1 rig.), La Gumina (Como, 1 rig.), Marić (Crotone, 3 rig.), Tello (Benevento)

4 gol: Colpani (Monza)

seguono altri con 3 o meno di 3 gol

https://sport.sky.it/calcio/serie-b/classifica-marcatori?page=1


Fermo restando che segnare un rigore è sempre difficile, i 9 gol di De Luca sono frutto anche dei 4 rigori segnati sui 5 assegnati (uno fallito con la Ternana). Oggi, qualcuno scrive che si sarebbe detto dell'inadeguatezza di De Luca come punta e della necessità da parte del Perugia di acquisire le prestazioni (non acquistare il giocatore, cosa che la Società non potrebbe permettersi a certe cifre) di un centravanti più prolifico. De Luca ha segnato su azione 5 gol in 22 partite, mantenendo questa media arriverebbe a 8/9 gol più eventuali altri rigori. Di sicuro andrà in doppia cifra. Un risultato di tutto rispetto, ma fino alla doppietta con il Frosinone, la media era piuttosto bassa. "Colpa" anche della grossa mole di lavoro che il giocatore è costretto a fare in termini di primo assaltatore dei portatori di palla avversari. Non un demerito, se poi non ha la lucidità necessaria sotto rete o a volte è impreciso. La necessità di un'altra punta probabilmente era legata alla possibilità di dare il cambio a De Luca o di tutelarsi in casi di una sua assenza. Matos non ha grande dimestichezza con il gol, ed anche Olivieri, seppur autore di un pregevole gesto tecnico, registra a tabellino pochi gol fin qui in carriera. Dalla classifica si evince come il Lecce abbia due attaccanti con 19 gol e due rigori. il Benevento ha Lapadula (bega a parte) con 10 gol e Tello con 5, Insigne con 4 e poi un nugolo di marcatori con una o più reti; la Cremonese ha Buonaiuto e Ciofani, il Monza ha tanti realizzatori, oltre Mota, ... e cosi via. Il problema non è rappresentato dai pochi gol che aveva segnato De Luca prima della doppietta al Frosinone, ma dalla risicata prolificità del Grifo (su azione) che, ancora oggi, con i suoi 25 gol ha dodici squadre che lo precedono in quanto a realizzazioni. Nulla di particolarmente preoccupante, specie se il nuovo assetto impostato da Alvini e la ritrovata via del gol di Olivieri, daranno i frutti sperati.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Marco Perugia

#1
Ne ha fatti più di Cerri che tutti avremmo voluto.
Poi Prof. scusa ma io credo che le squadre a cui paragonare i numeri del Perugia e dei suoi giocatori dovrebbero essere altre.
Se arriviamo a paragonarlo alle prime della classe e con budget quadrupli o anche di più è segnale di quanto bene si sta facendo e alcune differenze potevano essere superiori.
Veramente non capisco chi è l'obiettivo o cosa si vuol dimostrare. Non tu ma di chi si diverte a estrapolare queste statistiche o anche quella che le punte di Alvini che non vanno in doppia cifra. Statistiche solo in chiave negativa.
Immagino ce ne siano molte in chiave positiva ma non vengono elaborate.
Cos'è quindi?
Un regolamento di conti tra giornalisti, pseudogiornalisti, chi ha l'hobby del giornalismo nostrano, opinionisti o altro.
Sanpaolo, che tu hai detto di stimare e reputate tra i migliori,  lunedi passato a fuori campo in merito alla statistica dei gol fatti togliendo quelli segnati su rigore ha semplicemente detto che è senza senso rispondendo in diretta all'autore della classifica.
Immobile o altri vanno in doppia cifra da anni con non meno di 10 rigori a campionato. Avessi mai sentito fare questo distinguo a livello nazionale.l per dimostrare che segna poco.
Bo. A volte si rasenta il ridicolo. Ripeto, non mi riferisco a te.

Marco Casavecchia

Beh, Corazza dell'Alessandria segna e non è Strefezza del Lecce. Il Perugia sembra abbia inseguito Galabinov, quindi qualcuno pensava di affiancare a De Luca un giocatore d'area di rigore,, o quantomeno a tutelarsi con un giocatore con caratteristiche diverse da quelle di Olivieri. Le classifiche fanno solo statistica. Ovvio che lasciano il tempo che trovano, ma viste le evidenti difficoltà a segnare con gli attaccanti che ha avuto il Perugia fino alla gara con il Frosinone, constatare che il Perugia annovera tra i cannonieri un solo uomo, ci dà da pensare. Sampaolo è un bravo giornalista e ha la mia stima, ma ciò non significa che tutto ciò che afferma sia condivisibile. Quando ha affermato che visti i rigori di De Luca e Lisi e gli errori di Coda e Partipilo ha detto di tenersi stretti i primi, francamente, non mi ha convinto. Quello che mi fa sorridere è leggere articoli che sembrano "veline di partito", scritte dagli stessi autori che posto tempo prima mettevano in evidenza le difficoltà realizzative del Perugia. De Luca segna? Bene, ma ciò non toglie che avere più frecce al proprio arco sia sbagliato. Ed io un'altra prima punta l'avrei presa.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Marco Perugia

#3
Anche altre due. Anche perché gli auguro tutta la salute del mondo ma basta una botta e rischi di non averlo per alcune partite vista la frequenza delle stesse.
Qusto è chiaro e legittimo ma la statistica dei gol togliendo i rigori è inutile e volta a voler dimostrare che cosa?
Corazza ne ha fatti 9 con 2 rigori, De Luca 9 con 4 rigori.
Bo tutte ste differenze. De Luca fa un gran lavoro ed è in crescita. Si dovrebbero prendere atto e basta senza voler continuare a dimostrare che non è uno che segna solo perché quando preso è stato descritto così.
C'ha 22 anni. Prima non avrà segnato e magari ha iniziato a segnare con noi.
Anche Di Carmine è esploso qui in chiave gol, lo stesso Cerri la migllor annata l'ha fatta con noi.
Su alvini pregiudizi a go go e ancora oggi qualcuno lo aspetta al varco nonostante il buon lavoro, chicizola non andava bene, Sgarbi non madava tenuto (meglio Monaco), de luca non segna.ecc. ecc.
Legittimi a suo tempo tutti i giudizi ma poi ci sono i fatti.
Si prende atto e fine del discorso.
Santopadre come sapete anche per me ha fatto il suo tempo ma.ciò non mi impedisce di valutare con obiettività le.cose giuste che si stanno facendo e il lavoro degli allenatori
dei giocatori.
Insomma credo che hai capiro cosa intendo dire.