Autore Topic: Lavagna tattica ... di F. Orlandi SportPerugia  (Letto 760 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *
  • Post: 44
    • Mostra profilo
Re:Lavagna tattica ... di F. Orlandi SportPerugia
« Risposta #30 il: 11 Dicembre 2021, 13:19:42 »
Infatti ieri Elìa è stato sicuramente decisivo.
E Caserta per ora conferma il crescendo che lo ha contraddistinto anche l’anno scorso.
Staremo a vedere il prosieguo.
Adesso forza Perugia in una trasferta velenosa come quella di Parma

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Post: 136
    • Mostra profilo
Re:Lavagna tattica ... di F. Orlandi SportPerugia
« Risposta #31 il: 12 Dicembre 2021, 04:46:41 »
Non mi sembra di aver mai nominato Scala che a Perugia ha fatto malissimo non solo per colpa sua anzi, direi quasi esclusivamente per colpa del compianto Gaucci che esonero' Galeone che aveva portato il Perugia in zona Uefa per motivi esclusivamente "personali" e alla fine metà squadra si rivolto' e fece pagare il prezzo della retrocessione a tutta la città. Io ho paragonato il gioco di Alvini a quello di Bisoli perchè entrambi applicano moduli difensivi e spesso rinunciano a impostare preoccupandosi di distruggere prima quello degli avversari e dopo di me ho letto questo accostamento sposato anche da alcuni giornalisti, pertanto non è così lontano dalla realtà che osservano anche i professionisti addetti alla divulgazione. Bisoli non mi piaceva ma non si puo' dire che non sia stato suffragato dai risultati in quanto sfioro' la zona play off con una rosa composta da 13 giocatori, con i quali si lamentava di non riuscire nemmeno ad organizzare le partitelle degli allenamenti, cio' non toglie che il gioco fosse scadente e che l'unico elemento positivo per me erano le famose conferenze stampa sia prima che dopo. Su Alvini mi sono già ampiamente espresso, non mi sta simpatico, non è il nuovo profeta del calcio, è solo al secondo anno di calcio prefessionistico serio quindi è un quasi esordiente, ma i risultati che sta ottenendo sono assolutamente lusinghieri e non vedo perchè non dovrei riconoscerlo.   

Ma io parlavo con Stefano.
Adesso rispondi tu come se mi sono riferito a tuoi messaggi.

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Post: 136
    • Mostra profilo
Re:Lavagna tattica ... di F. Orlandi SportPerugia
« Risposta #32 il: 12 Dicembre 2021, 04:51:37 »
La C l'abbiamo riassaporata appena un anno fa, ti sembrava di confrontarti con squadre professioniste serie? Neve lasciata sul campo di gioco, impianti di illuminazione che non funzionano, allenatori squalificati che vanno negli spogliatoi ugualmente, tutte cose successe nel nostro girone. Tu li chiami professionisti seri? Io no, punti di vista differenti.
Anche questo

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Post: 136
    • Mostra profilo
Re:Lavagna tattica ... di F. Orlandi SportPerugia
« Risposta #33 il: 12 Dicembre 2021, 04:58:56 »
Non ho capito se sono io a scrivere in un italiano poco comprensibile, o chi legge che non vuol capire. Non ho scritto che Alvini non è un professionista serio, ho scritto che è al secondo anno di Calcio professionistico serio. L'attuale serie C non è benché minimamente accostabile alla serie B, come questa è lontana mille miglia dalla serie A, per strutture, società, organizzazione e campi di giuoco. Non a caso è allo studio una riforma sostanziale dei campionati. Non credo che allenare il Tuttocuoio o il Quarrata, L'Albinoleffe o l'Imolese sia la stessa cosa che allenare la Reggiana o il Perugia. Questo ho detto e scritto. In merito ai tecnici citati, nessuno ha scritto né detto che fossero dei professionisti provetti, ma che hanno vinto e molto più di Alvini prima di arrivare a certi livelli. Non capirò granché di calcio, in ogni caso, ieri, durante Ternana - Benevento, il commentatore ha ribadito l'importanza di un Elia schierato da terzino e ha tessuto le lodi di Caserta per la soluzione strategica, mentre fior di commentatori e opinionisti o presunti giornalisti nostrani, lo scorso anno sostenevano il contrario. Mi son trovato quasi da solo a sostenere la genialità di questa scelta. Di calcio forse non capirò molto, non ho fatto corsi da allenatore o studiato tattica e strategia calcistica, ma l'italiano penso di conoscerlo bene e so bene quello che scrivo o sostengo.

Infine su questo dico che allenare il tuttocuoio, il Quarrata Albinoleffe o imolese non è chiaramente come Perugia ai fini della piazza, della pressione,  dei giornalisti vari e della tifoseria ma ai fini di allenamenti e partite è calcio allo stesso modo. Giochi sempre 11 contro 11 on campo da calcio, con uno spogliatoio da gestire e una partita da preparare e una squadra alla quale trasmettere il tuo credo...
Quindi a mio avviso sixpup essere professionisti seri e fare calcio serio anche in serie c nelle squadre meno blasonate.