Online

  • Punto Visitatori: 16
  • Punto Nascosto: 0
  • Punto Utenti: 0

Non ci sono utenti connessi.

Classifica serie C gir.B 38^ giornata

Cesena 96 Promosso in B

Torres 75
Carrarese 73 Promosso in B vince Playoff
PERUGIA 63
Gubbio 59
Pescara 55
Juventus NG 54
Arezzo 53
Pontedera 52
Rimini 50
Spal 49
Pineto 45
Lucchese 45
Virtus Entella 45
Sestri Levante 44
Ancona 42. fallita!
Vis Pesaro 39

Recanatese 38 Retrocessa in D
Fermana 31 Retrocessa in D
Olbia 26 Retrocessa in D

Statistiche

  • stats Utenti in totale: 49
  • stats Messaggi totali: 3.460
  • stats Totale discussioni: 374
  • stats Categorie in totale: 4
  • stats Sezioni totali: 8
  • stats Maggior numero di utenti online: 239

ShinyStat

Perugia vs Cittadella

Aperto da Saint Just, 26 Novembre 2021, 10:38:05

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Saint Just

Fondamentale non perdere....chiaro che si vorrebbero sempre i 3 punti, anche in vista dei successivi difficili impegni, ma in questo momento è fondamentale avere continuità di risultati
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

"Quelli che passano la vita facendo rivoluzioni a metà non fanno altro che scavarsi la fossa."
( Louis de Saint Just)

Marco Perugia

Dire se sia più difficile giocare contro il cittadella o il Pisa è impossibile. Ad esempio teoricamnete contro il Parma era quasi proibitivo invece chi lo ha incontrato fin qui ha trovato una squadra in difficoltà, ora ha cambiato allenatore e da adesso in poi potrebbe essere tutta altra musica giocarci contro.
Quindi giusto dire fare punti ma più per rafforzare il nostro cammino, sopratutto in casa, e non tanto perché poi incontriamo tizio o caio.

Marco Casavecchia

Secondo me, il Cittadella è battibile fuori casa. Non ha un grande rendimento esterno e la difesa sotto pressione, come a Terni, ha qualche cedimento. Il Pisa è più forte e continuo. Magari, poi succede l'opposto di quello che sembra più probabile. Certo, anche oggi, il Crotone sta facendo pena contro il Vicenza e con noi è andato sotto per una palla persa dopo buoni 35 minuti. Vero che il Vicenza sembra sia in ripresa. Girare intorno ai trenta punti sarebbe un buon risultato. Viste le avversarie da incontrare dieci punti in sei partite sono possibili. Chissà, magari anche dodici.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Saint Just

avevo detto fondamentale non perdere e così è stato. Certo a 20 minuti dalla fine se Matos infila la rete del due a zero è finita....purtroppo il finale non solo ha visto il Cittadella meritare il pari ma addirittura ha sfiorato la vittoria. I cambi, Santoro per infortunio a parte, sono stati tutti deleteri
Ora a Pisa con una difesa incerottata , ma non è li che dobbiamo cercare per forza i punti per il nostro campionato...
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

"Quelli che passano la vita facendo rivoluzioni a metà non fanno altro che scavarsi la fossa."
( Louis de Saint Just)

Roberto Rossi

Così imparano : invece che cercare di palleggiare per alleggerire la pressione del Cittadella (anche il mio bassotto si è accorto che avrebbero pareggiato) hanno abbandonato il centrocampo e fatto le barricate per tutto il secondo tempo, sperando in contropiedi sempre inutili(dite a Matos che c'è anche il piede sinistro). Saranno stati i giocatori o un ordine dello stratega?

Marco Perugia

#5
Pareggio giusto anche se ci si era fatta la bocca ai tre punti ma obiettivamente nel secondo tempo ci hanno chiuso e se poi sei bravo a non prenderlo e ti capitano le occasioni per chiuderla devi chiuderla. Invece occasioni sprecate e loro che fisicamente stavano meglio hanno spinto e meritato il pareggio.
La classifica continua ad essere giusta per l'obiettivo.
Grave l'errore di fare due sostituzioni quando c'è una palla inattiva contro. Gravissimo. E se anche erano pronti da un pò nel momento in cui l'arbitro ti da l'ok se c'è un angolo o punizione contro tu (allenatore) non lo fai fare.
Sveglia in panchina, siete una fila di gente fino alla curva almeno uno sveglio ci vuole.

stefano suprani

Due squadre mediocri che hanno giocato a ritmi lenti, giusto il pareggio anche se come detto da Gorini al Cittadella va un po' piu' stretto perchè nel secondo tempo ci hanno schiacciato. Leggo sulla stampa e sui social dissertazioni varie sui motivi che allontanano i tifosi dal Renato Curi, la causa non è mai una sola tuttavia dare la responsabilità maggiore allo spezzatino delle televisioni mi sembra riduttivo visto che tale pratica è in uso ormai da un ventennio, così come pensare che sia l'inagibilità dei servizi igienici ad allontanare i tifosi che li utilizzano in queste condizioni da tempo immemore, ritengo invece che alla base del progressivo depauperamento delle presenze dei perugini allo stadio ci siano principalmente la mancanza di reali obiettivi da raggiungere e lo spettacolo modestissimo che questa squadra riesce ad esprimere.

Marco Casavecchia

#7
Resto convinto che le partite del Perugia si sblocchino, in favore dei biancorossi, grazie a qualche episodio e non per merito di una costruzione continua del gioco offensivo. Le vittorie col Brescia e col Crotone, ma anche quella possibile di ieri, sono il frutto di episodi favorevoli, che sì, il Perugia sfrutta a dovere, ma che da soli non bastano a farti vincere sempre. Non sempre ci sarà un rigore benevolmente regalato dal Bisoli di turno, la palla cincischiata da uno spaesato Molina, o una palla rubata a centrocampo da Segre o Matos. Il Perugia è bravo a giocare sugli avversari, pensando prima a bloccarne il gioco, per poi aspettare l'episodio a favore, ma costruisce poco e quel poco spesso lo spreca, come ieri. La squadra mostra più equilibrio dopo il cambio di modulo o di disposizione del trio di centrocampo, la difesa nel complesso tiene e i due davanti fanno tanto gioco, ma poi, a conti fatti, di tiri in porta, cross, raddoppi sulle fasce, palle inattive a favore e colpi di testa nemmeno l'ombra. Le occasioni per segnare arrivano dopo che la squadra avversaria si sbilancia in cerca del pareggio, come col Crotone e ieri, ma in casa ci si aspetterebbe di più. Se sia un limite tecnico, un'impostazione tattica, una carenza strutturale della rosa lo sanno solo Alvini e il DS, ma preoccupanti sono anche tutti questi guai muscolari: Angella, Dell'Orco, Carretta, Santoro, ma anche Burrai, Ghion, Rosi (covid a parte) più o meno acciaccati, sono troppi con problematiche fisiche, anche recidive. E col tempo le cose non è detto che migliorino. I sostituti, poi, in alcuni casi non sembrano nemmeno all'altezza. Tuttavia per quanto modesta la rosa non dovrebbe avere problemi nel raggiungere la salvezza. Magari con qualche ritocco invernale, potrebbe farlo senza troppo penare, arrivando più a ridosso dei play off che dei play out. Concordo poi sul fatto che effettuare cambi, specie in difesa, prima di una qualunque palla inattiva degli avversari è un errore da dilettanti. Anche fare cambi tardivi lo è. Ieri abbiamo pagato anche questo.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Saint Just

Falzerano a sinistra si spegne come una candelina sotto la pioggia se ne accorgono tutti tranne uno. Lo stesso che ha insistito con Kouan trequartista ( ce ne è voluta per non vedere più il nostro spaesato in quel ruolo ). Sostituto naturale di Lisi sarebbe Righetti, ma per puntare sui giovani ( nostri, non quelli come l'inutile Gyabuaa che serve solo per l'Atalanta ) ci vuole coraggio, competenza e non essere "aziendalisti"... lo stesso coraggio che non si ha quando sistematicamente si mette dentro Vanbaleghem al posto di un regista ( che sia Burrai o Ghion ) per utilizzarlo come ulteriore centrale di difesa. Sounas e Bianchimano poi mi pare siano sacrificati in nome di Ferrarini ( altro giovane da valorizzare per gli altri, Fiorentina in questo caso ) e De Luca ( altro da valorizzare per la Sampdoria ) e non vanno bene neanche come loro alternative chissà perchè.....e come dice Stefano difficile entusiasmarsi con questi obiettivi .....p.s anche il bravo Segre è in prestito ed andrà via
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

"Quelli che passano la vita facendo rivoluzioni a metà non fanno altro che scavarsi la fossa."
( Louis de Saint Just)

stefano suprani

Falzerano insufficiente anche a destra ieri, non credo che Sounas e Bianchimano possano alzare il livello tecnico di questa squadra, Ferrarini ha poi un ruolo completamente diverso da quello del greco e abbiamo visto anche quanto sia impalpabile lo stesso Murano a questi livelli. In attacco non ci sono alternative valide e sugli esterni idem, la merce è questa e in campo si vede bene.

Marco Casavecchia

Con Burrai fuori uso (per qualcuno era inutile se non dannoso), Ghion mezzo acciaccato, Santoro infortunato e Segreto da preservare per martedì, non c'erano alternative a Vanbaleghem e Kouan. Sounas non sarebbe servito ieri a cambiare l'inerzia della partita. Io ho notato un calo fisico e non concordo con Al vini quando afferma che sia stata solo l'uscita di Santoro a cambiare le carte in tavola. Santoro si è fatto male per un intervento in ritardo e di frustrazione. Il Citta è cresciuto e noi smosciati, perché in certi ruoli non ci sono alternative e qualcuno sembra alla frutta. Ma ad Alvini evidentemente sta bene così visto che ha accettato e condiviso tutto il mercato fatto da Giannitti, ringraziando la Società per quanto gli ha dato. Da capire se ha condiviso anche lo scambio Melchiorri - Murgia, e gli arrivi di Gyabuaa o Manneh. A Pisa decimati, ma tutti questi guai muscolari o acciacchini vari, fanno pensare. Comunque fino ad ora, il campionato del Perugia è in linea con quanto prefissato. 21 punti in 14 gare fanno una media di 1,5 punti a partita per una classifica finale di 57 punti. Da metterci la firma.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

logrif

Beati voi che ancora amate discettare su giocatori, moduli, scelte dell'allenatore, strategie della società. Vi ammiro. Io semplicemente, quando guardo questa squadra giocare, mi annoio. Punto. Certo, la amo, la tifo e perciò la guardo ma, calcisticamente parlando, mi annoio. Anche per il modo di giocare, anche per gli errori prevedibili e talvolta dilettanteschi che compiono allenatore e giocatori, anche per il fatto di doversi accontentare dell'obiettivo prefissato - una tranquilla salvezza. Che noia, che barba... Magari mi sbaglio, ma questa noia, questa piattezza c'entra molto con il fatto che il Curi è sempre più vuoto e non è più un fortino.

grifogatto

Citazione di: logrif il 28 Novembre 2021, 13:34:52
Beati voi che ancora amate discettare su giocatori, moduli, scelte dell'allenatore, strategie della società. Vi ammiro. Io semplicemente, quando guardo questa squadra giocare, mi annoio. Punto. Certo, la amo, la tifo e perciò la guardo ma, calcisticamente parlando, mi annoio. Anche per il modo di giocare, anche per gli errori prevedibili e talvolta dilettanteschi che compiono allenatore e giocatori, anche per il fatto di doversi accontentare dell'obiettivo prefissato - una tranquilla salvezza. Che noia, che barba... Magari mi sbaglio, ma questa noia, questa piattezza c'entra molto con il fatto che il Curi è sempre più vuoto e non è più un fortino.

E certo che c'entra, eccome. Pienamente d'accordo con te.
Contento Alvini di aver dato via Melchiorri? Teniamoci questi attaccanti e mandiamo pure Murgia in tribuna o in panchina senza farlo giocare, sai che investimento.
Contento pure di non aver rinnovato con Monaco (non all'altezza della serie B)? Teniamoci pure i problemi di scarsezza e infortuni in difesa, però il campionato è ancora lungo...

Marco Casavecchia

Murgia non gioca qui come non giocava a Ferrara. Non mi sembra si siano lacerate le vesti quando è andato via. Uno scambio per motivi economici o tecnici? Io un'idea me la sono fatta. Avrei tenuto Melchiorri ma forse un contratto oneroso ha fatto la differenza. Monaco, sempre mia personale opinione, ha pagato altro. Adesso vediamo Zanandrea ...
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

grifogatto

#14
Beh, non siamo scemi e lo sappiamo quale è stato il motivo dello scambio con Melchiorri, e conosciamo anche la storia di Monaco. Alvini avrebbe firmato qualsiasi carta pur di allenare in una piazza importante.
La classifica rispecchia per ora il livello del mercato di Santopadre-Giannitti ma non sono sicuro che andrà sempre così nella seconda parte del campionato, specie se a squalifiche e infortuni dovessero sommarsi eventuali recuperi di squadre come Parma, Como, Ternana, Spal ecc...
Intanto Cittadella ha confermato di essere più tosta di noi (che abbiamo gettato alle ortiche le possibilità di raddoppiare) e se avesse vinto non avrebbe rubato nulla.


Ultimi commenti

Re: Animal Farm di stefano suprani
[09 Giugno 2024, 09:48:54]


Ultras Perugia: lettera alle affiliate di Perugianelcuore
[08 Giugno 2024, 11:18:28]


Animal Farm di Saint Just
[06 Giugno 2024, 18:06:53]


In ricordo di Mimmo di Perugianelcuore
[02 Giugno 2024, 15:42:16]


Re: Santopadre, finchè morte non ci separi di logrif
[31 Maggio 2024, 12:40:41]


Re: Santopadre, finchè morte non ci separi di stefano suprani
[30 Maggio 2024, 16:36:01]


Re: Santopadre, finchè morte non ci separi di Greg68
[30 Maggio 2024, 11:11:10]


Santopadre, finchè morte non ci separi di Saint Just
[27 Maggio 2024, 19:53:20]


Re: Quel che si commenta da solo di stefano suprani
[25 Maggio 2024, 14:18:37]


Re: Quel che si commenta da solo di Saint Just
[23 Maggio 2024, 21:54:29]