Perugia vs Palermo

Aperto da Saint Just, 13 Gennaio 2023, 10:42:28

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Saint Just

domani si torna al calcio giocato senza alcuna operazione di calciomercato in entrata ed il solo Strizzolo rispedito a Cremona per essere poi girato a Modena.....

 ;D
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

stefano suprani

Ottimo, daje pres facce sogna' non li ascolta' i gufi

Marco Casavecchia

Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Marco Casavecchia

Mercato in uscita: on
Mercato in entrata: off
Tanto non serve, si muovono solo i giocatori che non giocano, gli affari si fanno alla fine e siccome rientra Matos, sei attaccanti erano troppi quindi tanto meglio liberarsi di uno.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Roberto Rossi

Cos'è che farebbe veramente incazzare i perugini? Credo nemmeno se costui gli trombasse la moglie... e lui lo sa....

Saint Just

Un pari amarissimo che evidenzia tutti i nostri limiti principalmente di qualità. Brunori tocca un pallone in novanta minuti e la butta dentro. Di Carmine non è più quello di anni fa perchè il tempo passa per tutti.
Cala il ritmo e siamo in grande difficoltà.....
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

stefano suprani

Ma i rinforzi non servono anzi, via anche Melchiorri e Kouan se possibile. Daje pres facce lo stadio.
Impossibilitato a proseguire con gli improperi verso l'unico odiato responsabile di questa situazione insostenibile,  mi concentro con esperimenti esoterici propiziatori.

Saint Just

Castori Kouan non lo vede,Melchiorri, Di Carmine e Strizzolo ( anche se su quest'ultimo pare ci siano versioni sul fatto che Castori si sia contrariato per la rinuncia al prestito ) non sono adatti alla sua idea di calcio perchè non hanno corsa per rincorrere i lancioni di Casasola...a Luperini non rinuncia mai....ha le sue idee...prendere o lasciare ...Santopadre dopo aver trovato i soldi per ripianare il debito non ha soldi per la squadra....e non passa il testimone....se ci salviamo tirerà un altro anno ancora, per lui è tutto di guadagnato...
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

Saint Just

comunque non puoi andare in conferenza in questa condizione di stress, meglio non andarci allora.....

Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

Marco Perugia

#9
2 punti buttati nel cesso. Vero quello che dice Castori ma dovrebbe anche dire che non siamo mai riusciti a gestire un minimo di possesso palla che quando sei in vantaggio è determinante.
Le nostre azioni duravano 6" massimo e loro ti ricostruivano ogni volta. Poi mancava poco e se la.portavi a casa ci si passava sopra ma nom fare mai un pò di possesso per farli correre, per abbassare i ritmi della partita è un problema. Il motivo di questo credo sia da imputare nelle scarse qualità tecniche della squadra ma spero ci si lavori un pò sopra perché si rischierà anche in futuro di buttare via altri punti importanti.
Finché giochiamo a ritmi altissimi mettiamo in difficoltà molte squadre ma quando i ritmi si abbassano diventiamo vulnerabili

Marco Casavecchia

Basta guardare le statistiche. Falli fatti molti di più di quelli subiti, che spiegano anche le ammonizioni, possesso palla 36% a 74%, precisione dei passaggi 54% noi, oltre il 70% loro. I dati sono impietosi e se è pur vero che hanno fatto solo quattro tiri, è pur vero che il secondo tempo siamo spariti. Prendersela con l'arbitraggio è patetico. È da deboli. Cambi ininfluenti se non dannosi. Ma tanto il mercato non serve, perché si muovono solo quelli che non giocano altrove. Mi chiedo che sia venuto a fare Castagnini. Forse per il mercato di C. Il progetto Curi è una distrazione pericolosa. 70 milioni per uno stadio che tra due anni forse non servirà a nessuno se saremo in C. Per altro che giustificazione vuoi trovare a chi pur in vantaggio di due gol si fa rimontare due volte?
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

stefano suprani

La lettura della partita è semplice, finchè la squadra gioca con i giri del motore alti riesce a sopperire alle evidenti carenze tecniche e non lascia giocare gli avversari, quando però calano le forze concedono campo e vengono fuori le doti di palleggio del Palermo di turno che prima o poi, se non riesci a tenere il pallone a centrocampo, ti infila. Si tranquillizzi il buon Castori, lasci perdere l'arbitro che non c'entra niente, se fai il triplo dei falli degli avversari è ovvio che prendi i gialli e se in panchina non hai nessuno all'altezza, non è colpa delle giacchette nere. Se poi ti ostini a giocare sempre con i soliti ignorando Kouan e Melchiorri ad esempio, o sei convinto che Strizzolo non serva alla causa perchè siamo troppi, allora mi sorgono tanti dubbi e comunque ne devi parlare con Castagnini e il sorcio, non con l'arbitro. Temo che la salvezza del Perugia non interessi a nessuno di questi tre, per motivi diversi ovviamente, il solo obiettivo per quest'anno è far passare il business del nuovo stadio che servirà al topo per fare tante provviste di formaggio per garantirsi in sella la Perugia ancora qualche annetto, chi se ne frega se sarà B o C, l'importante è non perdere il posto di lavoro.
Mi appello al Sindaco, che fermi questo scempio. 

Marco Casavecchia

Finché si cercheranno scuse di vario genere: arbitraggi, parate del portiere avversario, pali, gol sbagliati ed episodi che favorirebbero gli altri, sia da parte del tecnico che dei tifosi che non vedono oltre il proprio naso, non avremo la piena consapevolezza dei limiti della squadra e del rischio concreto di retrocedere. Se gli avversari calciano quattro volte verso la tua porta e segnano tre gol, mentre tu calci undici volte in porta e segni gli stessi gol, facendoti rimontare per ben due volte un doppio vantaggio, vuol dire che non si vogliono riconoscere i limiti della squadra. Limiti tecnici, specie se non hai adeguati ricambi in panchina e tattici, se appena cala il ritmo non riesci ad eludere la pressione avversaria. Ma se dopo 20 gare abbiamo 20 punti, possibile sia solo una questione di arbitraggi e sfortuna? I cartellini presi, alcuni evitabili, altri eccessivamente severi, sono anche frutto del tipo di gioco che pratica il Perugia. Se ad un primo tempo da otto, ne segue un secondo da quattro, non puoi pretendere che ti vada sempre bene. Il mercato non serve? Bene, liberiamoci della zavorra di contratti onerosi e giocatori inutili. Restiamo in 18. Tanto con Castori giocano sempre gli stessi. E se dopo Parma e Bari la classifica non dovesse migliorarsi potremo già considerarci in Lega Pro. Ma tanto a sentire o a leggere i commenti di certi tifosi il Perugia va bene così. È uno squadrone e se continuiamo così ci salveremo di sicuro.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Saint Just

due traferte, le prossime, davvero insidiose...e se Parma forse è in difficoltà, Bari sta in ottima forma...si rischia concretamente di riacciuffare l'ultimo posto con rischio concretissimo di non salvarsi...come in estate anche a gennaio si ripresenta il solito "progetto": vendere, liberarsi di contratti, poi aspettare se capita di prendere qualche esubero da rilanciare o valorizzare per gli altri....il trend non muta, il sorcio se ne deve andare, ma finchè godrà della fiducia di una certa stampa e tifoseria, continuerà il calvario
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )