Autore Topic: Punto e .... a capo?  (Letto 850 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2397
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #30 il: Domenica 30 Maggio 2021, 15:43 »
uno che ha bisogno di antonello ferroni e che attacca un Danilo Tedeschini o un Andrea Sonaglia che non esprimono giudizi allineati e di regime.....se ne deve andare, punto e basta
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline de stefanis

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Ago 2017
  • Post: 68
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #31 il: Lunedì 31 Maggio 2021, 18:09 »
uno che non ha sentimenti, nè di riconoscenza nè di passione per questa città, questa squadra, la sua Storia...uno che non capisce il valore del Gruppo nel quale il tifoso si identifica, uno che ha bisogno di far fuori ogni personaggio incarni tali sentimenti agli occhi dei tifosi affinchè emerga solo ed unicamente la propria figura.....se ne deve andare...punto e basta

Concordo  e aggiungo che alcune voci dicono che oltre a non essere una questione di soldi ,  Caserta sia sorpreso dall' atteggiamento della dirigenza , si vede che appunto è uno per le cose "dritte" che non trova ....dall'altra parte ? Questo procastinare , questo tenere a mezzo e mezzo , logora l'allenatore ma anche la piazza per cui non bisognera' tirare troppo la corda se no quel minimo (non mia ) di fiducia "riconquistata" finirà ben presto ! Poi i comunicati "ufficiali" non basteranno a giustificare l'ennesiamo mortificazione della piazza e della città . N.b. anche in caso che l'allenatore rimanga !

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 666
    • www.enrico-gatti.com
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #32 il: Lunedì 31 Maggio 2021, 23:34 »
Santopadre, se non riesci a tenere Caserta ma ti ostini a fare come al solito di testa tua - dando poi la colpa al tecnico che vorrebbe andare altrove - ti giochi tutto, non avrai più alcun tipo di credibilità.
L’allenatore ha detto e fatto capire assai chiaramente che sia lui che la famiglia si trovano bene a Perugia e che il problema non sono i soldi.
Il problema della società, invece, è quello di non essere capace e di non voler fare programmazione, che è l’unico modo per conseguire risultati degni di una piazza storica come la nostra. Caserta ne è degno e merita di continuare un progetto - il suo - che è serio ed altamente professionale.
Chi invece non merita e non è all’altezza di Perugia se ne deve andare.

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 1109
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #33 il: Martedì 01 Giugno 2021, 08:39 »
Ho guardato fuoricorampo ieri sera e su tutta la vicenda la penso come Chiavini che era ospite. Che poi non era il solo ad avere un certo giudizio sulla vicenda.
In sostanza: nonostante hai firmato un contratto, ti è stato prolungato con un sostanzioso aumento ma non sei convinto del progetto  non ti fidi del presidente e del Ds allora strappa il contratto e vattene. Ci vuole un giorno, perché tutta sta manfrina? Conte all'inter  in 1 giorno ha risolto la faccenda. Intanto vai poi se trovi.altro bene sennò stai a casa.
Che fai ? ...aspetti se arriva un altra chiamata sennò resti?
Che poi chissà dove va! La chiamata è arrivata da Benevento in serie b. Sè matto che top club (certo la rosa sarà nettamente superiore alla nostra ma vediamo se riisale subito in a). Ma quelli sono cazzi suoi. Vuoi andare vai ma dacce un taglio.
« Ultima modifica: Martedì 01 Giugno 2021, 08:54 da Marco Perugia »

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1898
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #34 il: Martedì 01 Giugno 2021, 09:02 »
L'ho vista anche io la trasmissione e Chiavini mi sembrava giustamente stizzito con la società che tutti gli anni ripropone la stessa manfrina, più che con il malcapitato protagonista di quest'anno. Ha detto che il fatto di avere un contratto in essere e di voler andar via è un fatto che si puo' verificare ma che a Perugia si verifica tutti gli anni sistematicamente. Evidente dunque che ce l'avesse con santopadre piu' che con Caserta il quale si tutela e fa bene ma sopratutto la querelle si allunga perchè santopadre vuole vendere il suo allenatore altrimenti avrebbero già rescisso.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3873
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #35 il: Martedì 01 Giugno 2021, 09:05 »
Non è Caserta il problema. Non è lui a volersene andare, ma è la Società come sempre, incapace di gestire le situazioni. Il contratto non doveva essere rinnovato perché già in essere. Caserta non ha mai fatto una questione di soldi, ma di fiducia. Non è Caserta che deve avere fiducia ma è la Società che non lo vuole tra i piedi. Ha preso contatti a gennaio con un altro tecnico perché l'idea era quella di esonerato. È un allenatore che al pari di Cosmi ha carattere e personalità  e questo è un problema con certi soggetti ed anche questo stato detto ieri sera. Caserta sente di non avere lui né la fiducia né la libertà di gestire le scelte e la squadra. Che non ci sia feeling con DS e DG è chiaro pertanto sono più che legittime le perplessità di Caserta. Faremo come al solito una squadra all'ultimo istante di mercato con quattro spiccioli, indipendentemente dal modulo che sceglierà il tecnico. Prenderemo l'ennesimo tecnico, a dimostrazione che questa Società non conosce né continuità né programmazione. Imporremo al tecnico giocatori come Vano (che è stato il pomo della discordia tra Giannitti e Caserta) o non utili al tipo di gioco. Qui a Perugia non si impara nulla dagli errori e la prossima serie B sarà una specie di A2. Con Caserta fanno ciò che fecero con Bucchi, quando era chiaro che Giunti lo avrebbe sostituito visto che come può testimoniare Stefano già vedeva le partite accanto a Goretti. Poi furono bravi a scaricare le responsabilità sul tecnico marchigiano che visto l'andazzo scelse di andare via. Naturalmente ci guadagnò anche il Perugia.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3873
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #36 il: Martedì 01 Giugno 2021, 09:15 »
Ma vedo che chi rompeva i cogl@@@@ a me e ad altri qui, per le critiche al modus operandi della Società, quel modo di fare politica e calcio a Perugia, che avrebbe aspettato il rende rationem, già è di nuovo schierato con Santopadre e caduto nel tranello che è stato abilmente ordito: dare la colpa al tecnico di quanto sta accadendo. Convinti che non ci siano compratori e che il poverino è costretto a tenersi il Perugia per il bene delka Città. Dopo un mese dalla promoziine, che va considerata come un risarcimento danni e non come un successo, promozione che ė merito eslusivo di Caserta e non certo di chi gli ha anche remato contro a metà stagione togliendogli Rosi perché aveva affiancato il tecnico nel difendere la squadra, o prendendolo due giocatori inutili sui tre presi a gennaio, la Società doveva essere ferma e decisa. Ci si siede intorno ad un tavolo e si programma. Invece nisba ... ed il problema sarebbe Caserta?

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 1109
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #37 il: Martedì 01 Giugno 2021, 11:04 »
L'ho vista anche io la trasmissione e Chiavini mi sembrava giustamente stizzito con la società che tutti gli anni ripropone la stessa manfrina, più che con il malcapitato protagonista di quest'anno. Ha detto che il fatto di avere un contratto in essere e di voler andar via è un fatto che si puo' verificare ma che a Perugia si verifica tutti gli anni sistematicamente. Evidente dunque che ce l'avesse con santopadre piu' che con Caserta il quale si tutela e fa bene ma sopratutto la querelle si allunga perchè santopadre vuole vendere il suo allenatore altrimenti avrebbero già rescisso.
Va bè ma continuare a valutare santopadre su certi fatti è inutile. La forza del Perugia è poca, punto. Caserta fa bene ad essere ambizioso ma allora ciao. Che è sta sega?
« Ultima modifica: Martedì 01 Giugno 2021, 11:06 da Marco Perugia »

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 1109
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #38 il: Martedì 01 Giugno 2021, 11:08 »
Ma vedo che chi rompeva i cogl@@@@ a me e ad altri qui, per le critiche al modus operandi della Società, quel modo di fare politica e calcio a Perugia, che avrebbe aspettato il rende rationem, già è di nuovo schierato con Santopadre e caduto nel tranello che è stato abilmente ordito: dare la colpa al tecnico di quanto sta accadendo. Convinti che non ci siano compratori e che il poverino è costretto a tenersi il Perugia per il bene delka Città. Dopo un mese dalla promoziine, che va considerata come un risarcimento danni e non come un successo, promozione che ė merito eslusivo di Caserta e non certo di chi gli ha anche remato contro a metà stagione togliendogli Rosi perché aveva affiancato il tecnico nel difendere la squadra, o prendendolo due giocatori inutili sui tre presi a gennaio, la Società doveva essere ferma e decisa. Ci si siede intorno ad un tavolo e si programma. Invece nisba ... ed il problema sarebbe Caserta?
Santopadre non ha la forza economica per fare il presidente del Perugia. Già detto come già detto che sarebbe bene avere un altra proprietà. Non ci sono dubbi.
Però ahimè i compratori non ci sono.  Fino a prova contraria.
Parlo di compratori forti. Quelli un pò così, debolucci,  ci sono sicuramente.
« Ultima modifica: Martedì 01 Giugno 2021, 11:11 da Marco Perugia »

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1898
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #39 il: Martedì 01 Giugno 2021, 11:14 »
La sega la fa santopadre perchè se Caserta ti chiede garanzie tecniche che tu non puoi dare fai come l'Inter, cinque minuti di chiacchierata, una bella stretta di mani, grazie e buon lavoro a tutti. Se invece vuoi mistificare la realtà facendo credere che la colpa sia tutta da una parte, ovvero prendere tempo per far uscire allo scoperto i pretendenti al fine di lucrare, allora il discorso è diverso e le responsabilità bisogna darle a chi le ha senza partigianerie e invece a Perugia tutti stanno sempre contro chi ha fatto qualcosa di positivo pur di difendere l'indifendibile. Se il Perugia è povero come dici tu, ed è vero, non è colpa ne mia ne tua, ne di santopadre ma è evidente che questo non puo' restare a gestire una piazza come Perugia essendo povero e se ne deve fare una ragione. Perdere Caserta non significa solo perdere l'allenatore che ci ha riportato dove dovevamo stare, purtroppo significa prendere coscienza come dici tu, che non abbiamo le risorse per stare in serie B e quindi, in ultima analisi, che torneremo giu'. Quando? presto, è solo questione di fortuna. Tu vuoi questo? Io no.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2397
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #40 il: Martedì 01 Giugno 2021, 11:15 »
Bucchi in panca ( come dire, anche Giannitti come Comotto contano quanto Goretti e Pizzimenti in passato ), ennesima rivoluzione della rosa....

 :-[

nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1898
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #41 il: Martedì 01 Giugno 2021, 11:16 »
Se i potenziali compratori che ci sono sono forti oppure no, lo scopri solo dopo, la denuncia dei redditi non la mostra nessuno.

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 1109
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #42 il: Martedì 01 Giugno 2021, 11:34 »
La sega la fa santopadre perchè se Caserta ti chiede garanzie tecniche che tu non puoi dare fai come l'Inter, cinque minuti di chiacchierata, una bella stretta di mani, grazie e buon lavoro a tutti. Se invece vuoi mistificare la realtà facendo credere che la colpa sia tutta da una parte, ovvero prendere tempo per far uscire allo scoperto i pretendenti al fine di lucrare, allora il discorso è diverso e le responsabilità bisogna darle a chi le ha senza partigianerie e invece a Perugia tutti stanno sempre contro chi ha fatto qualcosa di positivo pur di difendere l'indifendibile. Se il Perugia è povero come dici tu, ed è vero, non è colpa ne mia ne tua, ne di santopadre ma è evidente che questo non puo' restare a gestire una piazza come Perugia essendo povero e se ne deve fare una ragione. Perdere Caserta non significa solo perdere l'allenatore che ci ha riportato dove dovevamo stare, purtroppo significa prendere coscienza come dici tu, che non abbiamo le risorse per stare in serie B e quindi, in ultima analisi, che torneremo giu'. Quando? presto, è solo questione di fortuna. Tu vuoi questo? Io no.
Non lo voglio neanche io infatti domattina mi incatenerò alla fontana maggiore e farò lo sciopero dell fame  fino quando arriverà uno che vuole acquistare il Perugia.

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 1109
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #43 il: Martedì 01 Giugno 2021, 11:35 »
Se i potenziali compratori che ci sono sono forti oppure no, lo scopri solo dopo, la denuncia dei redditi non la mostra nessuno.
Intanto mi accontenterei di vederli e sapere chi sono perché qui non si è visto nessuno agli occhi di noi tifosi normali.
E poi se sono forti e vogliono il Perugia lo dimostrano con i fatti. Se hanno fatto un offerta congrua e si sono sentiti rispondere con una richiesta fuori dal mondo devono farlo sapere. Non mancherà certo chi gli dà spazio tra le tante testate giornalistiche. Il problema è che qui non c'è nessuno. Fino a prova contraria.
« Ultima modifica: Martedì 01 Giugno 2021, 11:44 da Marco Perugia »

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 1109
Re:Punto e .... a capo?
« Risposta #44 il: Martedì 01 Giugno 2021, 11:42 »
La sega la fa santopadre perchè se Caserta ti chiede garanzie tecniche che tu non puoi dare fai come l'Inter, cinque minuti di chiacchierata, una bella stretta di mani, grazie e buon lavoro a tutti. Se invece vuoi mistificare la realtà facendo credere che la colpa sia tutta da una parte, ovvero prendere tempo per far uscire allo scoperto i pretendenti al fine di lucrare, allora il discorso è diverso e le responsabilità bisogna darle a chi le ha senza partigianerie e invece a Perugia tutti stanno sempre contro chi ha fatto qualcosa di positivo pur di difendere l'indifendibile. Se il Perugia è povero come dici tu, ed è vero, non è colpa ne mia ne tua, ne di santopadre ma è evidente che questo non puo' restare a gestire una piazza come Perugia essendo povero e se ne deve fare una ragione. Perdere Caserta non significa solo perdere l'allenatore che ci ha riportato dove dovevamo stare, purtroppo significa prendere coscienza come dici tu, che non abbiamo le risorse per stare in serie B e quindi, in ultima analisi, che torneremo giu'. Quando? presto, è solo questione di fortuna. Tu vuoi questo? Io no.
All'inter è Conte che ha detto ciao grazie arrivederci, in 5 minuti. E lo ha fatto senza avere già un contratto con un altra squadra.