Autore Topic: Le goleade degli altri  (Letto 274 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3712
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Le goleade degli altri
« Risposta #15 il: Sabato 06 Febbraio 2021, 07:48 »
Facciamocene una ragione: Santopadre non venderà. Il motivo non è la mancanza di offerte che, per altro, non sarebbero mancate anche in passato e ritenute non idonee, ma la volontà di non vendere perché  all'orizzonte ci sono interessanti prospettive economiche legate alla costruzione dello stadio. Fermo restando che sulla questione offerta di Gaucci, qualcosa (che tengo strettamente per me) so anche io perché proprio ieri ho avuto il piacere di parlare con Riccardo, per altri motivi, ma le indiscrezioni (non gli scoop alla Biscardi) non sono per nulla indirizzate verso la possibile cessione. Santopadre aspetta di vedere che succederà nel momento in cui il Comune di Perugia deciderà di affidare la costruzione dell'impianto e a chi. Certo uno stadio a moduli, in legno lamellare, che sarà ampliato strada facendo in funzione della categoria non lascia ampio margine a voli di fantasia. E nemmeno altri indizi mi lasciano tranquillo. Chi ci sta lavorando a livello giornalistico c'è ed a suo tempo potremmo scoprirne delle belle. Cambiano i colori delle Regioni e dei Comuni, ma il tutto sa di molto gattopardesco. Una cosa appare chiara il proprietario del Perugia si trova ad un bivio: o vince subito e vende in B, o vende subito. Ringraziarlo di cosa? Di averci riportato in C, per colpa di pessime gestioni calcistiche? Per aver fallito il raggiungimento della A in tre anni come promesso? Belle stagioni quali? Quelle con Camplone che lui fece fuori ascoltando certi soggetti pseudotifosi? Il resto è stato un crescendo di delusioni.