Perugia vs S.P.A.L

Aperto da Saint Just, 07 Dicembre 2022, 22:56:37

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Saint Just

Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

Roberto Rossi

Lo diceva un' altro dal balcone di palazzo Venezia....

Saint Just

avremmmo dovuto vincere e basta...tre errori su quattro dal dischetto la dicono lunga sulla pochezza dei nostri attaccanti....
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

grifogatto

Abbiamo dato continuità
(all'ultimo posto)

Marco Casavecchia

A dimostrazione che anche chi dovrebbe saperne di calcio, si limita a considerazioni opportunistiche per l'abitudine italiana di fare i cerchiobottisti, anche oggi qualcuno parla di continuità di risultati e di trend positivo. Purtroppo i numeri dicono altro: con questo pareggio il Perugia riduce la propria media punti a 1,5 (6 punti su 4 gare) da quella che aveva prima di questa gara, cioè 1,7 circa (5 punti in 3 partite). Non ha guadagnato su nessuna avversaria diretta, e se lo farà stasera è perché avrà perso o il Palermo o il Como, ma eventualmente la vincente ne guadagnerà due sul Grifo. Media punti da retrocessione diretta, media gol vergognosa, per non parlare dei rigori sbagliati. Definire poi, questo, un campionato modesto perché non ci sarebbero squadre ammazza campionato è non guardare le altre partite o non capire che proprio perché così equilibrato è ancor più impegnativo. A parte che squadre che giocano bene ci sono. Ma se anche fosse modesto sarebbe peggio perché vorrebbe dire che essendo ultimi siamo i peggiori dei modesti. 
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Roberto Rossi

Secondo me dovremmo smetterla di arrabbiarci: le cose cambieranno quando mister X e la sua impellicciata signora saranno solo uno sgradevole e sbiadito ricordo....

stefano suprani

Ieri pomeriggio abbiamo assistito all'ennesima partita fotocopia del Grifo fatta di tanta confusione che non ha prodotto alcuna occasione da gol ad eccezione del calcio di rigore poi sbagliato. Rispetto al Castori 1 qualcosa è cambiato, la squadra subisce poco l'avversario e non rischia quasi mai, tuttavia dalla cinta in su è buio pesto e se non si segna, non si vincono le partite neanche quando si ha la fortuna di pescare il jolly del calcio di rigore. Essendo il terzo errore dal dischetto su quattro ovvero per gli amanti dei numeri la percentuale e pari al 75%, è evidente che la nostra pochezza in attacco che non ci porta mai ad essere pericolosi si materializza anche quando calciamo da fermo, alla distanza di 11 metri dal portiere e senza avversari, devo aggiungere altro? Prendersela con Melchiorri sarebbe però fuorviante perchè il bravo Federico non puo' avere la colpa di aver spento 35 candeline e forse nel secondo tempo i riflessi si appannano ad una certa età e non si ha la lucidità per calciare al meglio una palla che era comunque infuocata e non dobbiamo rimproverare nulla anche perchè in questi anni, quando c'è stato da prendersi le responsabilità e a differenza di altri suoi compagni, lui non si è mai tirato indietro e per questo va ringraziato ed applaudito come ha sportivamente fatto con affetto il poco pubblico presente ieri al Curi, inoltre si rischia di trovare l'ennesimo capro espiatorio al vero responsabile di questo scempio che anche ieri sedeva bellamente in tribuna e che dovrebbe invece nascondersi dalla vergogna.
Non sono d'accordo neppure con chi addossa colpe a Castori per essere tornato ad allenare una squadra senza capo ne coda, diventando di fatto complice di chi l'ha costruita. Castori il primo giorno che si è presentato ha chiaramente detto che lui allena il materiale che gli viene messo a disposizione senza richieste particolari, attuando sempre e comunque il suo gioco fatto di un unico schema e mi sembra
finora assolutamente coerente con se stesso, con la dirigenza che lo ha assunto, con i giocatori e con la piazza, perchè dovrebbe rinunciare al suo ingaggio? A fine anno quando saremo retrocessi state tranquilli che gli addetti ai lavori, a differenza di noi tifosi, sapranno riconoscere meriti e demeriti di tutti i protagonisti a cominciare proprio da Castori al quale verrà riconosciuto il fatto di non aver mollato nonostante la squadra fosse male attrezzata.   

Marco Casavecchia

Analisi perfetta. Condivido le considerazioni su Melchiorri, meno quelle su Castori, che comunque, dovessimo retrocedere, dovrà assumersi le sue. Che non rinunci al suo credo, ci può stare, che però qualche scelta iniziale o cambio in corsa non li azzecchi pure. Ha accettato di allenare chi gli hanno messo a disposizione? Beh, resta una "colpa", sapendo che con questa rosa rischia la retrocessione, di chiudere una onorata carriera con una macchia, ed il suo nome resterà legato ad una stagione fallimentare. Non cambia di una virgola il suo modo di giocare perché non ne è capace? È un suo limite. Non cambia perché il materiale non lo consente? Allora è correo. Una volta esonerato, non doveva ritornare, rinunciando all'ingaggio per dignità. Oppure, pretendere rinforzi immediati come ha fatto il Venezia con Ceppitelli (che a Perugia sarebbe venuto volentieri). Del resto alcuni dei giocatori più deludenti sono proprio quelli indicati da lui: Luperini, Casasola, Iannoni. Io non trovo attenuanti a nessuno, dall'amministratore delegato fino all'ultimo uomo dello staff. Non parliamo poi dei continui problemi fisici dai quali i giocatori non sembrano uscirne mai.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Saint Just

condivido il giudizio di Stafano su Melchiorri...meno su Castori.
È chiaro che bisognerebbe investire pesantemente dal primo gennaio su tutta la rosa e per sperare questo occorrerebbe una cessione societaria paventata ma di cui si è persa notizia ( dato che si vociferava per dicembre)....
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

Marco Perugia

Io ho finito le parole... aspettiamo il mercato e vediamo che operazioni faranno.
Non mi faccio illusioni .... magari a sto giro mi sorprenderanno in positivo.. magari

grifogatto

#10
È vero che gli attaccanti auspicati da Castori non sono riusciti a prenderli ma è altrettanto vero che quei giocatori da lui voluti che sono arrivati non sono all'altezza del campionato. Io non li conoscevo prima ma è chiaro che si è smantellato il centrocampo. Adesso che la difesa ricomincia a funzionare con un diverso sistema si deve provvedere a procurare chi possa produrre gioco, azioni, palloni per gli avanti.
I tre attaccanti di esperienza fanno a turno ad essere acciaccati: andava preso uno da doppia cifra che non fosse in età da pensione. Di Serio può fare la riserva ma non è un titolare