Medie, statistiche e rendimento

Aperto da Marco Casavecchia, 06 Dicembre 2022, 11:02:32

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Marco Casavecchia

Capisco che la matematica sia materia indigesta per alcuni, e che i numeri appaiano freddi e, a volte, impietosi, quando ci sbattono in faccia ciò che non ci aggrada. Medie aritmetiche, statistiche, percentuali ecc. non hanno colpa se sono indicatori di un fenomeno o di un evento negativo, semmai le colpe o le responsabilità vanno cercate altrove, e cioè nelle scelte che si fanno, e in chi determina, a monte, i presupposti che in seguito generano tale fenomeno o situazione negativa. Tradotto in soldoni: una media gol di 0,7 gol a partita fatti e 1,3 subiti, una media punti di 0,8 a partita, e l'aver totalizzato 5 punti nelle ultime 5 gare, sono indici negativi, impietosi e che se restassero tali non lascerebbero scampo alle speranze di salvezza del Grifo. Comprensibile che si sottolinei la continuità di risultati nelle ultime tre gare e che si alimenti la speranza che il trend positivo continui, ma, purtroppo anche le concorrenti hanno fatto punti ed il Perugia, nelle ultime 5 gare ha perso un punto o più con molte delle concorrenti alla salvezza e guadagnato molto solo nei confronti della prossima avversaria, la Spal. Como, Benevento e Venezia ne hanno fatti 6, Cosenza 5, Palermo 9, Cittadella e Cagliari 5, Modena 8, Pisa 9. Solo la Spal ha fatto peggio del Perugia con 2 punti. Ho fatto un parallelo con la F1, per esemplificare, se gli inseguitori fanno gli stessi tempi del battistrada, non lo raggiungeranno mai. Quindi, bene la continuità di risultati positivi, che ci permette di non subire più pesanti distacchi, ma bisogna cominciare a vincere più di una partita ogni 5, se si vuol scalare la classifica. In questo senso, per me, il punto di Cosenza ha un sapore agrodolce. Come ha affermato il grande Boranga, ieri sera a Fuoricampo, la gara con la Spal risulta determinante per ali entrare le speranze di salvezza. Non vincere o, peggio, perdere per lui sarebbe un mezzo colpo fatale. E non solo per lui ...
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Roberto Rossi

SOCIETA'POLISPORTIVA ARS ET LABOR :TUTTE COSE CHE A PERUGIA NON SI FANNO..