Autore Topic: Il Perugia in tv o al Curi, ma ....  (Letto 77 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3602
  • Per aspera sic itur ad astra
Il Perugia in tv o al Curi, ma ....
« il: Lunedì 21 Settembre 2020, 09:39 »
Ma lo vedremo il Perugia? E sì, perché a meno di una settimana dal via, la rosa affidata a Caserta è largamente incompleta e destinata a perdere altri petali (Angella, Mazzocchi, Di Chiara, sembra Melchiorri e chissà chi altri ...), mentre in ingresso le tessere tardano ad arrivare e, senza allenamenti comuni o partite amichevoli sulle gambe, l'esordio col Fano potrebbe rivelarsi più complicato del previsto. C'è da immaginarsi il solito mercato last minute al quale siamo ormai abituati da anni e che, come purtroppo avevamo profeticamente ripetuto più volte, prima o poi, sarebbe risultato deleterio. Adesso ė chiaro a tutti, ma fino a qualche tempo fa nessuno aveva il coraggio di dirlo, nè tantomeno di scriverlo sui "giornali locali in edicola", come va di moda dire adesso. Per la verità, nemmeno qualche testata on line, che oggi è in prima fila nella denuncia contro le "malefatte" di Santopadre e della Società, era molto pungente. Inutile scrivere, oggi, articoli di critica verso l'immobilismo societario, contro la politica delle plusvalenze, ritenuta allora, da molti, l'unica via. Fare sarcasmo o ironia adesso è facile. Andava fatta qualche anno fa, come coerentemente con le proprie convinzioni, faceva allora, e seguita a fare oggi, Sportperugia. Ma, chissà, visto quello che è capitato a Tedeschini e Sonaglia, cui ė stato negato il diritto di cronaca impedendo loro l'accesso alla sala stampa o negando gli accrediti, immaginiamo fosse più facile scrivere articoli meno "irritanti" e salvare il posto al Curi e ottenere qualche intervista esclusiva in più. Ferma restando incrollabile la nostra fede biancorossa, ancora una volta, ribadiamo la ferma convinzione che questa Società abbia fatto il suo tempo e che la scelta di restare a Perugia sia una sfida che potrebbe portare ad ulteriori disastri sportivi. Ma ancora oggi c'è chi ci racconta delle vicende di ex grifoni, piuttosto che suonare la sveglia a Santopadre. Ma chissene... di dove vada a finire merdello o se Falcinelli segna in Serbia? Svegliate i prosivendoli ... che si mettano a scrivere di come, se non ci diamo una mossa al mercato, e se non ci liberiamo degli scontenti, le gare col Fano e l'Arezzo potrebbero costituire un brutto risveglio.
« Ultima modifica: Lunedì 21 Settembre 2020, 16:18 da Marco Casavecchia »