Autore Topic: Vecchio o nuovo sempre "Il Curi" sarà!  (Letto 114 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3713
  • Per aspera sic itur ad astra
Vecchio o nuovo sempre "Il Curi" sarà!
« il: Domenica 06 Settembre 2020, 13:27 »
«Confido nei perugini e quindi auguro vivamente che se un domani dovesse essere realizzato un nuovo stadio venga comunque conservata l’intitolazione a mio padre». La signora Sabrina, figlia di Renato Curi a cui è dedicato l’impianto di Pian di Massiano, ha appreso delle novità relativa alla realizzazione di una struttura ex novo dai giornali e dai siti internet. «Guardi –  ha detto a La Nazione – sinceramente non ho seguito con grande attenzione la vicenda, ma le confesso che mi dispiacerebbe innanzitutto se l’impianto dedicato a mio padre andasse in pensione. Ne faccio naturalmente una questione prettamente affettiva, visto che non conosco nel dettaglio i termini della vicenda. Aggiungo però – spiega – che nel caso venisse costruito un nuovo stadio, auspico fortemente che venga confermato il nome di quello attuale. Ma confesso che non sono molto preoccupata, so che i perugini farebbero fatica ad accettare il contrario».
Ci uniamo a Sabrina Curi, nel richiedere alla Amministrazione Comunale di Perugia, che il nuovo ipotetico stadio, sia ancora intitolato a Renato Curi. Anzi lo esigiamo. Niente operazioni stile Pala Barton! Il Curi come il Santa Giuliana sono luoghi sacri e come tali non si toccano.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3713
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Vecchio o nuovo sempre "Il Curi" sarà!
« Risposta #1 il: Giovedì 10 Settembre 2020, 19:48 »
Stadio da 15000 posti? No grazie! Non sarebbe a norma per l'Uefa e per la seria A. All'opera i soliti geni. Ma c'è qualcuno che capisce di ciò che parla? Tappassero le buche ed eliminassero la delinquenza, invece di spostarla dal centro in periferia. Ma a chiacchiere son tutti bravi, poi fare le cose è un po' più impegnativo e ci vuole competenza. Basta vedere la discutibile pantomima di Perugia 1416 (consultassero veri storici e a Perugia ce ne sono diversi tra i medievisti, che raccontano che non è stato quello il periodo d'oro di Perugia e non certo Fortebraccio il personaggio più illustre da onorare). Ma quando mai è importato qualcosa, a questa come alle tante amministrazioni di Perugia, del calcio e della sicurezza e benessere dei tifosi in tutti questi anni? Ma quando mai si sono interessati al calcio e alle sorti del Grifo se non in occasione della "questione stadio"? Solo con Ghini e la giunta PSI-PCI di allora. Questione stadio che è costata le penne a diversi presidenti del Grifo. A rimetterci sempre i tifosi. Comunque il Curi non regge più e stando ai documenti di valutazione rischi, in caso di terremoto la struttura, secondo quello che mi ha detto un tecnico, verrebbe seriamente compromessa. Salvare il campo da gioco? Nemmeno, se è vero che il campo non drena più e andrebbe rifatto. Un nuovo Curi sì, ma minimo da 20000 posti. E per piacere non svendiamolo come il Palazzetto Evangelisti.

https://lnx.tifogrifo.com/perugia-mini-curi-gia-bocciato-dai-tifosi-ipotesi-minimale-inutile-e-inadatta-per-la-citta/170987/