Autore Topic: Play out: Pescara vs Perugia  (Letto 846 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2026
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #15 il: Mercoledì 12 Agosto 2020, 16:47 »
speriamo sia l'ultimo ... monologo....
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3563
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #16 il: Mercoledì 12 Agosto 2020, 17:16 »
Monologo ma non per tutti, stando a quanto riporta SportPerugia. Come al solito, la testata web di Sonaglia, è stata esclusa dalla video conferenza. Metodi fascisti in disprezzo della libertà di stampa e del diritto di cronaca. Su un muretto, vicino al Golf di Santa Sabina, si legge: "Solo chi striscia, non inciampa mai".

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 549
    • www.enrico-gatti.com
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #17 il: Mercoledì 12 Agosto 2020, 17:34 »
C'è un bell'articolo suTifogrifo con chiaro riferimento a questo forum

https://lnx.tifogrifo.com/perugia-comunque-vada-la-citta-merita-ben-altro-non-e-retorica-ma-realta/170334/

personalmente chiedo scusa a Roberto Rossi, Stefano Suprani, Grifogatto....per aver abbracciato negli ultimi tempi posizioni ben diverse e quasi filosocietarie, in netto contrasto con quelle sostenute dal dopo Camplone in poi insieme alla maggior parte di voi....effetto Oddo ( mi piaceva lo confesso ), effetto Cosmi....mi ero rabbonito...o forse solo ....rincoglionito....

santopadre, goretti, pizzimenti VIA SUBITO!!!




Buonasera a tutti voi,
Caro Saint Just, non vi era bisogno alcuno di scuse, però sono felice che tu abbia scritto perché questo mi dà l’opportunità di dire la mia.
Non ho più scritto nulla qui e nemmeno altrove in quanto non mi reputo affatto un esperto di calcio ma solo un appassionato del Perugia fin dalla mia prima infanzia. Ma ogni giorno che Iddio (o chi per lui) ha mandato sulla terra ho sempre seguito fedelmente il vostro blog in quanto ho sempre creduto che le analisi più lucide e competenti che si potessero trovare in giro fossero - a parte quelle ad opera di Tedeschini - proprio quelle di Marco Casavecchia e di Stefano Suprani, il quale già in tempi ancora non sospetti avvertiva chiaramente di doversi guardare dietro invece di dedicarsi a strabismi o addirittura ambire ad un improbabile posto nei playoff.
È stata un’agonia dolorosa ma - ahimè - ampiamente annunciata da coloro che hanno da sempre visto più lontano di tutti per esperienza e buon senso.
Siamo stati vittime di un presidente che non è mai stato né capace né interessato a fare gruppo, a creare una squadra, e non parlo solo dei giocatori da mandare in campo: alludo anche a tutti i quadri dirigenziali di vario tipo, tutte le figure che ruotano intorno al club, che lui ha voluto periodicamente scaricare e sostituire secondo i suoi capricci e le sue convenienze, non essendo mai capace di costruire e portare avanti nel tempo legami umani e sportivi.
Ha voluto unicamente raccogliere tutto intorno a sé e non è mai stato capace di una comunicazione limpida e sincera, indispensabile per il buon mantenimento dei rapporti umani e anche di quelli con i tifosi: quando è stato il momento delle difficoltà si è sempre abbottonato su sé stesso non sentendosi mai tenuto a chiarire alcunché, padrone del club a senso unico, salvo poi chiamare a raccolta le masse quando era il momento di “essere tutti uniti” per la sua convenienza. Un presidente le cui dichiarazioni valgono meno di nulla, se è vero (come il Professore sa bene) che aveva più volte rassicurato i tifosi negando la cessione di un giocatore che poi è stato puntualmente venduto a beneficio del suo tesoretto (notizie del fantomatico tesoretto?)
L’unica eccezione Santopadre l’ha fatta per Goretti, che ha goduto di fiducia illimitata e ampi poteri, probabilmente anche troppo, e da qui forse l’origine di alcuni mali cronici della società. Goretti che deve essere arrivato a bersi un po’ il cervello quando ha affermato impunemente che non andare in serie A sarebbe stata una sconfitta, oppure quando ha dichiarato di avere acquistato anche troppi giocatori (di quale spessore sportivo ed umano lo abbiamo ampiamente veduto)… la megalomania deve oramai essersi sgonfiata un bel po’; le controprove sono davanti agli occhi di chi non li ha foderati di prosciutto e ormai sono due anni che giochiamo senza una difesa come si deve, o almeno all’altezza di quelli che avrebbero dovuto essere i programmi societari, per non parlare del centrocampo inesistente che non riesce a produrre nulla di utilizzabile anche se lì davanti ci sono in attacco alcuni uomini che potrebbero combinare qualcosa di buono.
Un’agonia lunga e incredibile a guardarsi e a leggersi giorno dopo giorno. La peggiore storia possibile che si fa realtà, ti ammutolisce e priva della forza di reagire e finanche commentare… Incredibile.
Io svolgo una professione molto lontana dal mondo pallonaro e frequento musicisti di tanti vari paesi. Eppure devo dirvi una cosa che ho constatato anche nel mio campo: non importa se uno sia ricco o povero, se frequenti il jet-set o se viva di stenti, se sia colto o poco più che ignorante: se uno nasce con lo spirito del bancarellaro rimarrà tale per tutta la vita, a nulla gli varranno certe frequentazioni se lui in testa avrà sempre ed unicamente quella cosa.
Un abbraccio fraterno a voi tutti e grazie per la compagnia che mi fate
Enrico Gatti
« Ultima modifica: Mercoledì 12 Agosto 2020, 18:10 da grifogatto »

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1707
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #18 il: Mercoledì 12 Agosto 2020, 18:28 »
Ciao Enrico e grazie per le belle parole che hai usato nei miei confronti, sinceramente non credo di meritarle ma non ti nascondo che mi fanno molto piacere e mi ripagano ampiamente degli epiteti presi da me e sopratutto da Marco quando ci davano dei gufi se andava bene. Ti dico anche che ti invidio non poco perchè il mio sogno da bambino era quello di suonare uno strumento, ma la sensibilità dei miei genitori era concentrata solo sugli studi e non mi ha consentito di coronarlo, così da allora vivo con questo rimpianto.
Ho letto le parole di santopadre e mi sono sembrata retorica pura per usare un eufemismo, poi l'ho sentita via web e trovo i toni arroganti, le urla, i pugni sbattuti, le parolacce usate, i proclami, i diktat e tutto il resto che vi potete immaginare, un puro delirio di onnipotenza del quale non ne capisco il senso. Tutto questo non lo capisco, è sicuramente fuori tempo come lo è la sua squadra, le domandine consentite ai quattro giornalisti accreditate, pronunciate con un filo di voce, con tono riverente quasi chiedendo scusa le trovo avvilenti per la categoria dei giornalisti, mi sembra si sia perso il senso e la misura della situazione che invece è molto chiara, retrocediamo giustamente sul campo perchè abbiamo dimostrato sul campo di essere inferiori agli avversari. Lo siamo sia a livello tecnico che dirigenziale, siamo gestiti male con pochissime risorse destinate per la maggior parte alla remunerazione del padrone del vapore ingordo di soldi e plusvalenze il quale si è avvalso della preziosa collaborazione del direttore Goretti che meriterebbe un discorso a parte in quanto da una parte ha cercato in questi anni di unire le esigenze di bilancio alle aspettative della piazza riuscendoci, ma si è trovato a dover interpretare troppi ruoli e alla lunga tutto quanto di bene costruito gli è crollato addosso senza che potesse evitare di essere schiacciato. Un direttore che non ha mai avuto la possibilità di scegliere l'allenatore ma solo di indicarne una rosa ristretta, chiamato ogni anno a movimentare un numero crescente di giocatori ma solo dopo aver portato in dote opportune plusvalenze è chiaro che non poteva mai completare l'organico secondo i desiderata del tecnico che nel corso del campionato inevitabilmente portava a frizioni, attriti, licenziamenti e addii anticipati. Dove ha sbagliato Goretti? Doveva salutare due anni fa quando la corte non gli mancava e qui avrebbe lasciato un buon ricordo di se. Santopadre dice che ci sarà il 15, 16 e 17. Non mi è sembrato molto deciso in questa risposta, almeno la sensazione che ha dato è questa, tuttavia non so quanto gli possa convenire rimanere in paradiso a dispetto dei santi, un capo popolo come lui autoritario e per niente democratico deve sapere che quando la gente si rivolta è il momento di scappare e anche velocemente perchè se è vero che alle masse piace riconoscersi in un uomo solo al comando, è altrettanto vero che quando finisce l'idillio l'uome resta veramente solo ma non piu' al comando, la storia ci insegna. Dove ha sbagliato santopadre? Dopo lo spareggio perso con il Benevento e di cui ancora oggi non conosciamo bene tutti gli sviluppi. Doveva sapere che quello era l'apice della sua parabola non avendo le possibilità per poter andare oltre, aveva fatto le sue plusvalenze, aveva una società richiesta e doveva cederla certo, non a 30 milioni come chiedeva, perchè non è il prezzo di una cadetta anche se di rango, ma avrebbe potuto ricavare una buona somma che al netto degli investimenti fatti e sopratutto, dei pochi spiccioli che gli era costata, gli avrebbe consentito di fare un ottimo affare.
Lui invece ha precettato Goretti e ha continuato a commerciare in giocatori, vendendo i migliori e acquistando i fondi di magazzino, sperando che qualche amico (vedi Sabatini con Verre e Falcinelli) e la vena del direttore continuassero a fare le fortune del suo conto corrente, ma nulla è eterno e oggi si ritrova con un pugno di mosche secche in mano e la valigia sul letto, quella di un lungo viaggio cantava Julio.     

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3563
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #19 il: Mercoledì 12 Agosto 2020, 20:56 »
Grazie, Enrico, delle belle parole spese per il blog, e dei complimenti che mi hai fatto per le analisi. Resto solo un tifoso storico, appassionato. Non penso di saperne così tanto di calcio, ma anni e anni passati al Curi e, ancor prima, al Santa Giuliana, oltre a quelli passati con l'orecchio alla radiolina, e qualche trasferta, qualcosa di buono me lo abbiano insegnato. Tedeschini è un mito e la sua competenza è inarrivabile. Del resto, però, non difettando di un po' di logica e di capacità di osservazione, qualcuna ne azzecco anche io. Buona serata, Enrico, e speriamo bene per venerdi.

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 992
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #20 il: Giovedì 13 Agosto 2020, 11:04 »
santopadre  parla come se non sapesse di avere una squadra di brocchi , figli della sua politica, nella quale è stato fin troppo "fortunato"… tanto , alla fine, paga sempre il povero allenatore di turno al quale viene data una scassatissima "topolino"per poi pretendere che batta  una Mercedes…

Offline grifoxsempre

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 188
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #21 il: Giovedì 13 Agosto 2020, 14:22 »
Codice: [Seleziona]
Una frase sbagliata, un attacco diretto in un momento ad alta tensione. È nata così la rissa
tra un tifoso del Pescara e il giocatore dei biancazzurri Alessandro Bruno, che ha portato
 il ragazzo 22enne in ospedale.
E per fortuna che hanno vinto la prima partita se no che succedeva?

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3563
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #22 il: Giovedì 13 Agosto 2020, 14:35 »
Pensa che dovrebbero fare a chi perde

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3563
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #23 il: Giovedì 13 Agosto 2020, 20:26 »
La cosa più fastidiosa è doverci contendere la, salvezza con una squadra che non si è certo dimostrata sportiva, con l'episodio del secondo pallone in campo. Autore del gesto sicuramente non Gessa ma, come qualcuno ha ventilato, lo stesso "pugilatore" biancoazzurro che ha colpito il tifoso. Non meritano la B.

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 992
Re:Play out: Pescara vs Perugia
« Risposta #24 il: Venerdì 14 Agosto 2020, 09:41 »
Come la metti,  la metti male:  se la santopadrese si salva, non ci liberemo facilmente dell'Innominato;  se la santopadrese retrocede il rischio  che non se vada è molto minore,  dato che la categoria è tutta una rimessa; però ricordo che la Reggiana ha impiegato 21 anni per risalire…