Cosenza vs Perugia

Aperto da Saint Just, 02 Dicembre 2022, 17:14:51

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Saint Just

domenica, ore 15, lasciamo l'ultimo posto.....

 8)  8)
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

Saint Just

Partita bruttina con occasioni più per noi nel primo tempo e per i silaqni nel secondo, pari giusto.
Tocca correre ma fare punti è prioritario...accontentiamoci


Gori 6; Sgarbi 5.5, Curado 6, Dell'Orco 6.5; Casasola 6, Bartolomei 6 ( Iannoni sv ), Santoro 7, Paz 5 ( Beghetto 6 ); Kouan 6 ( Luperini 5.5 ); Di Carimne 5.5 ( Melchiorri 5.5 ), Di Serio 5 ( Strizzolo 5.5 ).
Castori 6
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

grifogatto

#2
Mah... questa era una partita da vincere sfruttando quelle buone occasioni che abbiamo avuto nel primo tempo e che - credo - se fossero capitate sui piedi di Melchiorri avrebbero forse avuto miglior esito.
Ci è andata bene di non subire il loro goal nella ripresa ma qui, se non si vince giovedì con la Spal, si fa dura abbandonare l'ultimo posto da retrocessione diretta.
Le parole di Viali: "Per la prima volta in quattro mesi non abbiamo preso goal". E chissà come mai? Girerei la domanda a Santopadre e Castagnini, suggerendo di rivedere la prevista strategia per il mercato venturo, a meno che la serie C non sia l'obiettivo stagionale...

stefano suprani

Avevamo grandi aspettative per la partita di ieri e il risultato ha lasciato a molti l'amaro in bocca perchè si riteneva il Cosenza una squadra inferiore al Perugia. Il campo e la classifica dicono pero' il contrario, resto convinto che sia la nostra la squadra meno attrezzata e se la leggiamo così, il punto in trasferta è buono come afferma Castori. Noi dobbiamo giocare tutte le partite da qui alla fine del girone di andata come abbiamo fatto nelle ultime tre, correndo, sgomitando e approfittando delle situazioni favorevoli che il destino ci riserverà come avvenuto con il Genoa, sceso al Curi in piena crisi, per poi fare affidamento su quei 3 o meglio 4 innesti di qualità di cui ha bisogno questa squadra per potersi giocare di fatto la salvezza. Se a gennaio non arriveranno, non ci sono ne santi ne ragioni, questa squadra si piazzerà all'ultimo posto perchè è scarsa in tutti i reparti. Dobbiamo poi smettere di invocare cambi di moduli o di giocatori rimpiangendo sempre quelli che partono dalla panchina, ieri per l'ennesima volta, i cambi hanno indebolito la squadra, segno evidente che la qualità scarseggia e che il mister evidentemente azzecca la formazione, lo stesso Melchiorri nel secondo tempo è stato uno dei peggiori e, guarda caso, la luce si è spenta quando è uscito Kouan, un giocatore dal quale non si puo' prescindere a centrocampo ma, essendo un gregario, non si puo' pretendere che abbia i piedi per far male sotto porta. Giovedì c'è la Spal, un'altra squadra in crisi allenata dall'ennesimo campione del mondo che non mi pare un mago della panchina al pari dei suoi ex compagni di squadra, cerchiamo di approfittare della situazione come con il Genoa, ma non facciamoci inutili illusioni siamo ultimi staccati per meriti acquisiti sul campo, cerchiamo di non scordarlo.

Marco Casavecchia

#4
Partita bruttina e deludente. Non capisco chi ci vede qualcosa di buono in questo punto, come ho sentito dire ieri, nei commenti di fine trasmissione, da un ospite di Ettorino. Unico elemento positivo poteva essere la continuità di risultati, ma visti quelli delle avversarie dirette poco ci si fa con un punto. Ne servivano tre. Il non aver segnato alla peggior difesa del campionato è illuminante e conferma la bassa qualità di tutto il reparto d'attacco, vuoi per l'età di alcuni, vuoi per il livello di altri. Non ci sono alternative al gioco proposto da Csstori, che può funzionare se gli avversari ti lasciano campo, ma se dobbiamo costruire noi, son dolori. Non si può nemmeno invocare il gioco sulle fasce, per mancanza di interpreti adatti, di giocatori capaci di saltare l'uomo e creare superiorità. Non subiamo molti gol, da un po' di partite, ma se non si segna non si vince e si resta al palo. Il Cosenza è forse l'unica squadra più scarsa di noi, altrimenti ieri avrebbe vinto, e i gol mangiati da loro fanno il paio con le occasioni sbagliate da noi. Hanno giovato solo gli ultimi venti minuti quando i cambi di Castori hanno indebolito la squadra, invece di darle più spinta o forza d'urto. Anche io sostengo che l'undici iniziale, al momento, Olivieri a parte, sia il meglio che si possa schierare. Qui, di acquisti ne servono almeno 4/5, considerando che ormai gente come Angella, Vulic, Vulikic, Lisi, Melchiorri, Iannoni,  Rosi sono fuori dalle grazie di Castori o se non giocano più evidentemente non sono  ritenuti utili alla causa. Attenzione alla SPAL, in casa va malissimo, ma in trasferta è un brutto cliente e La Mantia e Moncini vanno spesso in gol.

Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

grifogatto

Melchiorri, nei pochi minuti in cui è stato mandato in campo, non è mai stato messo in condizione di battere a rete. Lo sono stati invece - e in maniera assai invitante - sia Di Carmine che Kouan, il quale ci chiappa una volta su 50 circa.
Di buono c'è solo che la difesa ha ricominciato a non prendere goal, anche con l'aiuto degli errori avversari.
Ma è chiaro che mancano elementi di spicco in tutti i settori: contati in difesa, centrocampo che non costruisce, attaccanti che non realizzano...