Autore Topic: Il punto ....  (Letto 498 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Jack Vincennes

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Lug 2020
  • Post: 45
Re:Il punto ....
« Risposta #15 il: Martedì 07 Luglio 2020, 20:22 »
Avatar interessante: ammiratore del sergente J. Vincennes della serie tv L. A. Confidential o  dell'attore Kevin Spacey?

Del personaggio del romanzo di James Ellroy. Lo trovo interessante, un po’ come tutti coloro che riempiono le pagine dell’autore

Offline Jack Vincennes

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Lug 2020
  • Post: 45
Re:Il punto ....
« Risposta #16 il: Martedì 07 Luglio 2020, 20:27 »
Garinella, il paragone tra la squadra di Galeone e Scala e questa, non sta in cielo nè in terra....se fosse stata plasmata per le idee di Oddo non sarebbe arrivato Falcinelli e sarebbero dovuti partire Rosi e Mazzocchi non adatti, per motivi diversi, a giocare in una difesa a 4.....semmai invece è proprio il contrario, il modulo di Cosmi esalta le doti dei singoli....Scala integralista costrinse Gautieri a fare il terzino, Cosmi ha ridato lustro sia a Mazzocchi che Rosi....torna al tuo anno sabbatico è meglio per tutti, da retta


Buongiorno e grazie per aver accettato la mia registrazione al forum. In merito a questo paragone, avendo ascoltato anche il giornalista in questione durante la trasmissione “Contropiede” di domenica, direi che può starci. Almeno per come l’ha spiegato. È vero che con Oddo la squadra era in zona playoff, è vero che aveva 7 punti in meno della seconda, ed è vero che Oddo aveva chiesto due rinforzi. Uno è Amato Ciciretti, l’altro una mezzala.
Con Cosmi, purtroppo per l’amato Grifo, le cose sono peggiorate. La squadra, questa squadra, compresi Rosi e Mazzocchi, potevano giocare nel 4-3-2-1, dopotutto Rosi lo ha sempre fatto e non ha mai fatto il centrale a 3. Lo stesso dicasi di Mazzocchi che anche a Parma, ha giocato e vinto da terzino, alternandosi con Iacoponi. Ció detto, è stato preso Cosmi per migliorare così come fu preso Scala. Ma la squadra, e i risultati lo dimostrano, ha avuto un calo. Ora, se ricordo bene, stiamo parlando di 8 sconfitte in 13 partite. Difficile dire che la squadra che Cosmi ha ereditato nei playoff sia migliorata, dato che oggi deve pensare esclusivamente a salvare la categoria. Vedremo a Pescara, ma con Rosi-Carraro-Rajkovic bisognerà tenere a bada il 4-3-3 di Sottil. Perché con questo modulo, e nessun altro, giocherà il Pescara. Buona giornata a tutti e grazie ancora per aver accettato la mia registrazione. JV
Benvenuto. L'accettazione è di sistema, basta dimostrare di non essere uno spam, ma persona reale. Per il resto condivido in parte la tua analisi, ma non quella di chi ho criticato. Conosco bene Ettore Bertolini e gli mando un caro e affettuoso abbraccio ( virtualmente si può ), stimo molto i suoi validi collaboratori, da Daniele Orlandi a Federico Basigli e tutti gli altri, Fabio Gasparri, Fortunato Vinci....ma è inutile fare l'elenco....tranne uno, di cui non condivido praticamente mai le analisi....ma non è un fatto personale, solo visioni differenti


Immagino ti stia riferendo a Garinella e alla sua rubrica che, tra le altre cose, mancava da un po’ di tempo. L’ho visto spesso in televisione, ospite delle varie trasmissioni, da Marioni a Pacini e poi, domenica, a Contropiede. Non sempre condivido quello che scrive, ma molte volte mi trova d’accordo. Al di là di questo, non se vi conoscete oppure no, ma il sidecar, per esempio, lo trovo simpatico.

Offline Jack Vincennes

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Lug 2020
  • Post: 45
Re:Il punto ....
« Risposta #17 il: Martedì 07 Luglio 2020, 20:28 »
Veramente anche un'altra analisi su Tifogrifo non co divido. Opinioni. Al solito poi, spesso, a scrivere troppo si finisce per contraddirsi. Non si può elogiare la Societa, sostenere che le offerte sono fallocche, paragonare Cani di e Gaucci agli sceicchi covarelliani, e sostenere che una delle poche cose storte sia stata la comica messa in scena dell'esonero di Breda. Il solito elogio ai conti a posto, ma poi la pretesa che questa Società si metta a programmare il futuro con il nuovo allenatore. L'allenatore ce lo abbiamo. Basta cambi, errati quanto improduttivi. Il futuro è dietro l'angolo, con chi lo dovremmo affrontare? Con un ennesimo giovane da lanciare, in stile Bucchi, Giunti, Nesta? Magari ne cerchiamo uno che venga gratis, o quasi, nella speranza di fare il miracolo con quattro spicci a Perugia per poi andarsene (chissà perché se lo è mai domandato qualcuno?). Con una difesa che, malanni e coglionerie dei giocatori a parte, Serse Cosmi stava assestando? A tutt'oggi Cosmi è l'unico ad avere pienamente il quadro della situazione; ha chiaro chi servirà in futuro o chi dovrà andarsene. Ma no! Ricominciamo col triplo 0, visto che l'anno 0 e doppio 0 li abbiamo vissuti. Ma speriamo ancora nella continuità? Nella programmazione? In acquisti  mirati e di giocatori sani e già formati? Non sono bastati gli esempi dei campionati scorsi? Non è questa la politica societaria, né lo sarà mai, a meno di stravolgimenti inimmaginabili al momento. Perché dovrebbe? I conti sono a posto, il tesoretto è salvo, qualche giocatore lo venderemo e si tenterà di nuovo la sorte. Pensate veramente che l'orribile campionato che stiamo vivendo cambierà le cose? Sarà stata colpa di Oddo, di Serse, di Goretti o di chi regge il timone, ma alla fine, comnque sia, sarà stata colpa di campagne acquisti incomplete, o non corrette a gennaio, e sentiremo le solite promesse di rilancio e di scommesse da vincere. Il richiamo all'unità, per raggiungere il traguardo, ormai ridotto ad una agognata salvezza è scontato e ovvio. Ma io, personalmente, più di tifare e incazzarmi con gli arbitri o con chi sbaglia i gol a porta spalancata, che devo fare? Uniti e concordi nel raggiungere ci devono stare i giocatori, lo staff e la dirigenza. E, magari, si scelgano veri uomini e buoni giocatori. Forse allora ci sarà qualche soldo meno in tasca, ma chissà, magari anche altre possibilità. Ma per me resta una pia illusione ...

Non l’ho letta? Quale analisi?

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3472
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Il punto ....
« Risposta #18 il: Martedì 07 Luglio 2020, 22:01 »
Quella di Basigli... Ma il fatto che io non la condivida non vuol dire che sia errata. Di fondo c'è che secondo me si ripongono troppe speranze per il futuro continuando a dire di apprezzare quanto fatto in questi anni ma, poi si chiede un cambio di rotta per il futuro. Da quanto ho capito a cominciare dal tecnico. Sposo invece la tesi di Sanpaolo nelle sue "Grifonerie" di oggi. Sempre opinioni, si intende. Come credo e ritengo legittimo che tanti altri non condividano le mie.
« Ultima modifica: Martedì 07 Luglio 2020, 22:50 da Marco Casavecchia »

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3472
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Il punto ....
« Risposta #19 il: Martedì 07 Luglio 2020, 22:54 »
Ci conosciamo, anche se per un lapsus l"ho chiamato Salvatore invece di Raffaele. Purtroppo ho confuso il suo nome con quello di un alunno di qualche anno fa. Con tanti nomi e cognomi in testa a volte scattano associazioni singolari.

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 733
Re:Il punto ....
« Risposta #20 il: Martedì 07 Luglio 2020, 23:18 »
Sono entrato in modalità "autodifesa". Difendo me stesso dalle delusioni che sto ricevendo da una mia importantissima passione. L'amore che provo per i nostri colori, per la nostra squadra non è scalfito ma ho bisogno di allontanarmi un pò. Mi limito a vedere la partita ed arrabbiarmi (molto) o gioire (poco) nei 90 minuti poi stacco la spina. Tanto è gia tutto anomalo con partite a raffica ogni 2 giorni e stadi chiusi.
Salvassero la categoria.
Poi mi aspetto dal Presidente parole chiare sul futuro.
Comunque i miei abbonamenti non mancheranno neanche il prossimo anno.
« Ultima modifica: Martedì 07 Luglio 2020, 23:21 da Marco Perugia »

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3472
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Il punto ....
« Risposta #21 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 10:00 »
Caro Marco Pg, ci ho provato anche io, ma senza successo. Come hai fatto tu, ho cercato di limitarmi a vedere le partite (incazzandomi molto anche io), a scrivere poco e leggere quasi nulla. Poi, recentemente, sono stato invitato a vedere una partita a casa di un supertifoso, compresi i figlioletti. Il risultato finale bugiardo e il Perugia sconfitto anche per colpa di errate decisioni arbitrali, hanno scatenato la rabbia della famigliola con successivo processo a Società e qualche giocatore. Di qui l'invito, nei miei confronti, a riprendere a scrivere qualcosa sulle vicende biancorosse. Consapevole che le parole, ancorché dettate dal cuore e dalla passione, e non certo da un qualsivoglia sentimento antisantopardiano, servano a ben poco, ci provo. Il compito di analizzare la situazione, il cominciare a scrivere articoli un po' più incalzanti, con richieste di spiegazioni e delucidazioni sul futuro prossimo del Grifo (in B, ne siamo certi, perché non voglio ipotizzare altri scenari), o sulle intenzioni di "stare" o "chiedere carta" come si fa a "sette e mezzo", spetterebbe a qualcun altro. Lo ha fatto bene Claudio Sanpaolo nella rubrica Grifonerie. Invece no. Adesso sembra che ci si debba concentrare solo sulla salvezza, obiettivo che, secondo alcuni utenti, era il solo auspicabile fin dalle prime uscite del Grifo e prestazioni della rosa. Ma fin dall'ora, gli articoli di alcuni addetti ai lavori prospettavano rosei scenari, vedevano nei prestiti ottenuti giovani interessanti, dal futuro assicurato per loro e per il Perugia. Anziani giocatori mezzi acciaccati indicati come rinforzi di grande spessore, qualche arrivo definito come "crack di mercato". Peccato che il termine "crack" non stia per colpo ma per disastro (almeno in economia) o per guaio muscolare. I continui richiami del Presidente all'unità di intenti non ha sortito effetti, né mai lo farà. A chiacchiere non si va lontano, occorrono i fatti. Come quelli che dovevano essere compiuti a giugno e a gennaio. In verità,  almeno quest'anno la rosa estiva appariva abbastanza numerosa e nel complesso eterogenea, ma in molti denunciammo la mancanza di un vero regista, di qualche alternativa in difesa (gente integra e non in età avanzata), centrale e riserva a sinistra, ed una mezzala tuttofare. Nisba. Ed ora, di tali buchi in rosa, se ne vedono gli effetti negativi. Prendersela con i giocatori, adesso, affermando che la rosa è mediocre e che i giocatori non hanno reso secondo le aspettative, è dannoso e tardivo. Forse andava ascoltato Oddo a dicembre e Cosmi in fase di mercato di riparazione. Dal forte rimprovero di Santopadre verso Goretti e i giocatori indisciplinati, secondo me, emerge tutta la difficoltà di un capitano di una nave, al quale non rispondono più né il timone né le vele, e la ciurma pensa più a salvare se stessa che l'imbarcazione. Unico a dargli retta  e a tentare di non urtare un iceberg o uno scoglio è il nostromo (il buon vecchio Serse). E il capitano cosa fa? Invece di far capire alla ciurma, maldestra ed egoista, che il destino della nave, presente e futuro, sarà ancora legato a lui e al suo nostromo, cosicché chi volesse dimostrare di meritarsi fiducia e riconferma, dovrebbe aver capito che c'è solo da sudare e sputar sangue fino alla fine, non lo fa. Ergo, se il nostromo non ha più la fiducia del suo capitano, perché dovrebbe riscuotere quella dei mozzi e dei marinai? Peggio se la ciurma perde i pezzi, se ci son più mozzi che marinai e se, tra questi, ci sono orbi, zoppi e monchi, peggio che sulla Perla Nera del Capitan Sparrow. E siamo ancora qui, alla fine di una ennesima stagione fallimentare (caro Goretti ricorda quello che affermasti in risposta alle osservazioni di Oddo), a chiedere un cambio di strategia, di politica in sede di calciomercato, di effettuare investimenti, di trattenere i pezzi migliori (almeno uno, quando ti capitano) e di non cambiare allenatori come mutande. Camplone, Bisoli, Bucchi, Giunti, Breda, Nesta, ancora Nesta, Oddo, Cosmi e qualche altra fugace presenza in panchina in sei anni. Caratteri diversi, impostazioni diverse, moduli diversi, atteggiamenti diversi, ma lo stesso unico risultato. A molti sta bene così. Sostengono che di più non si può,  che sono importanti i conti, le plusvalenze e bisogna tener presente dove eravamo quando è arrivato Santopadre e dove ci ha portato. Diamo a Cesare quel che è di Cesare. Tutti i meriti che gli spettano e anche di più, ma ricordiamoci anche le promesse non mantenute, gli errori di valutazione, le campagne acquisti last minute, gli acciaccati da recuperare, i giovanotti di belle speranze da maturare (per vecerseli sfuggire la stagione successiva), gli errori di certe operazioni di marketing e tutta la storia del Grifo, non solo quella dal 2010 in poi. Sta bene così? Ok. Si può solo sperare di restare in B? La A non fa per noi e non è alla portata delle casse societarie? Ok. Che lo si dica apertamente e non si illuda più nessuno. Ė quando qualcuno prova a dire che la rosa è incompleta, che certe scommesse è meglio non farle, che i cambi di allenatore a fine stagione si rivelano dannosi e a rischio, che certi giocatori non integri o a rischio recidive, sono un azzardo, per favore non dateci dei menagramo, dei gufi o dei detrattori della Società. Non spenderemmo soldi per abbonamento e Pay tv, per assistere alle partite del Grifo.
« Ultima modifica: Mercoledì 08 Luglio 2020, 10:06 da Marco Casavecchia »

Offline Jack Vincennes

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Lug 2020
  • Post: 45
Re:Il punto ....
« Risposta #22 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 11:17 »
Grazie per le risposte, Marco. In merito a Garinella avevo compreso della vostra conoscenza leggendo la tua prima risposta. La mia era una domanda per Saint Just. Ho letto che apprezza molto Tifogrifo, giornale di Ettore Bertolini, così coms apprezza i suoi collaboratori, tranne uno. E mi è sembrato di capire che potesse trattarsi di Garinella che, tra l’altro con Bertolini collabora anche su Agenzia Stampa Italia, e scrive anche per TuttoBari, giornale che fa parte del circuito di TuttoMercatoWeb e per Inter Dipendenza, un giornale web che si occupa delle faccende dell’Inter. Ripeto, leggo tutto, e mi piace il calcio globalmente, anche se sono tifoso del Grifo. Mi era sfuggita la rubrica di Basigli che ho letto stamattina. È sarcastica, la trovo interessante. Molto interessante anche Grifonerie.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3472
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Il punto ....
« Risposta #23 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 13:13 »
Sarcasmo sì, ma la questione metadone avariato un po' forte e indelicata. Che poi Raffaele scriva del Bari e dell"Inter, ahimè non lo nobilita certo ai miei occhi. Che sua lui, sia Basigli sembra "sponsorizzino" il cambio di guida tecnica o considerino poco efficace il lavoro di Serse rispetto a quanto fatto da Oddo, che ha avuto più tempo e occasioni per lavorare in pace non lo condivido

Offline Jack Vincennes

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Lug 2020
  • Post: 45
Re:Il punto ....
« Risposta #24 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 14:41 »
Sarcasmo intendevo globalmente, non mi riferivo allo specifico articolo. Credo che scriva per Bari ed Inter perché è un giornalista (anche) e quindi collabora con altre testate web. Ma da quello che ha sempre detto in Tv, lo ricordo da Pacini a “La piazzetta” si è sempre definito tifoso del Perugia, innamorato dell’epoca vissuta con Luciano Gaucci al timone. Quanto alla guida tecnica sentendo Garinella domenica a Contropiede, alla specifica domanda del conduttore su Cosmi ha risposto che il prossimo anno affiderebbe certamente la panchina a Cosmi, a patto che si costruisca una squadra congeniale al 3-5-2, modulo difficile. Basti guardare anche Conte all’Inter. Ecco, ha detto questo, quindi non credo sia per il cambio panchina. Ha parlato di numeri guardando le statistiche, vittorie, piazzamento del Grifo all’andata, gol di Iemmello, etc. Ma credo, stando alle sue parole, che confermerebbe Cosmi anche il prossimo anno. Io mi auguro solo di salvarmi perché da semplice tifoso ho paura, e tengo alla categoria.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1971
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Il punto ....
« Risposta #25 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 15:23 »
Abbiamo tutti paura di perdere la categoria perciò il tempo delle scommesse è finito. Prevedibile che una gestione a plusvalenze e cessione sempre dei migliori non avrebbe costituito un progetto a vincere ma solo al ricavo immediato. Prevedibile che i risultati sarebbero di anno in anno stati sempre più deludenti, dal punto di vista sportivo ma anche di chi cercava ricavi economici, perchè alla fine oltre a lanciare per gli altri qualche giovane, i Mancini i Magnani i Di Carmine che ti sono capitati li hai rivenduti da un pezzo. Confermare Cosmi non ha un valore vintage ma concreto, è l'unica via per interrompere quel bailame di scommesse a pochi lilleri che finirà per portarci nel baratro e tentare di valorizzare quel gruppo di giocatori mediocri che si sono accumulati trasformandoli in un gruppo di proprietà di buona base su cui inserire qualche elemento che sappia fare la differenza
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3472
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Il punto ....
« Risposta #26 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 16:43 »
Sarcasmo intendevo globalmente, non mi riferivo allo specifico articolo. Credo che scriva per Bari ed Inter perché è un giornalista (anche) e quindi collabora con altre testate web. Ma da quello che ha sempre detto in Tv, lo ricordo da Pacini a “La piazzetta” si è sempre definito tifoso del Perugia, innamorato dell’epoca vissuta con Luciano Gaucci al timone. Quanto alla guida tecnica sentendo Garinella domenica a Contropiede, alla specifica domanda del conduttore su Cosmi ha risposto che il prossimo anno affiderebbe certamente la panchina a Cosmi, a patto che si costruisca una squadra congeniale al 3-5-2, modulo difficile. Basti guardare anche Conte all’Inter. Ecco, ha detto questo, quindi non credo sia per il cambio panchina. Ha parlato di numeri guardando le statistiche, vittorie, piazzamento del Grifo all’andata, gol di Iemmello, etc. Ma credo, stando alle sue parole, che confermerebbe Cosmi anche il prossimo anno. Io mi auguro solo di salvarmi perché da semplice tifoso ho paura, e tengo alla categoria.

Sai, io insegno matematica, prrtanto anche qualche elemento di statistica molto semplice, vista l'età dei discenti. I numeri dicono tutto e niente se non sono usati con attenzione. Se tu mangi due polli in una settimana ed io nessuno, la statistica ci dice che abbiamo mangiato un pollo a testa. Confrontare percorsi dibersi: gol fatti, subiti, vittorie e sconfitte in periodi diversi e in situazioni diverse porta a trarre conclusioni devianti. E se fai paragoni Galeone_Scala, Oddo_Cosmi, non è certo un suggerimento a tenerlo, se poi ci metti il metadone scaduto... Ma poi magari non ho colto il sarcasmo, l'ironia o non ho saputo leggere oltre le righe.

Offline Jack Vincennes

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Lug 2020
  • Post: 45
Re:Il punto ....
« Risposta #27 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 20:48 »
Sono due analisi completamente differenti. Quella di Garinella non si identifica come un invito a mandar via Cosmi. Fa un parallelismo che può starci o meno.


Ecco l’ultimo sidecar dove mi sembra di leggere una critica al mercato di gennaio piuttosto che alla gestione di Cosmi. Leggendo difende anche Scala. In Tv ha detto che confermerebbe Cosmi a patto che gli diano una squadra a lui congeniale. Nel sidecar credo ripeta le stesse cose

https://lnx.tifogrifo.com/in-sidecar-pensieri-ed-opinioni-sul-perugia-il-grifo-ha-paura-la-classifica-piange-la-salvezza-e-lobiettivo/169403/

Offline Jack Vincennes

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Lug 2020
  • Post: 45
Re:Il punto ....
« Risposta #28 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 20:50 »
Io sono di parte, amando il Grifo, a Cosmi sono legati bellissimi ricordi da tifoso, bei Perugia, annate meravigliose. Lo terrei a vita

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1665
Re:Il punto ....
« Risposta #29 il: Mercoledì 08 Luglio 2020, 22:11 »
Cosmi non è l'allenatore giusto per santopadre, sono troppo diversi per piacersi, ci hanno anche provato per la verità ad amarsi, ma non è cosa, meglio per entrambi lasciarsi.
Io ritengo poi che santopadre non lo avrebbe mai preso ma è stato costretto dalle circostanze avverse concomitanti, Oddo da silurare per i giocatori e per la piazza inquieta, Stellone e Colantuono che ti chiedono rinforzi, ingaggi alti da pagare per il sostituto e quindi dal cilindro doveva uscire quello che metteva tutti d'accordo e che poi senza rinforzi avrebbe fallito e si potrà dire che aveva ragione il re a non volerlo.
Male ha fatto Cosmi a prestarsi a una simile sceneggiata, dove gli ha dato anche credito spiegando ai tifosi che avremmo costruito una villetta partendo dalle fondamenta fino alla mansardina e rimanendo fregato lui, il Perugia e i perugini.

Credetemi con santopadre questo è il massimo e stiamo scendendo, anche in fretta