Autore Topic: Difesa ai minimi termini....  (Letto 100 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3201
  • Per aspera sic itur ad astra
Difesa ai minimi termini....
« il: Venerdì 15 Novembre 2019, 07:28 »
Difesa in emergenza. La società pensa di intervenire, pescando tra gli svincolati, cosa che, secondo me, andava fatta dopo il primo infortunio di Angella. Forse si è stati un po' troppo ottimisti, confidando in tempi di recupero brevi, e, forse, sottovalutando il fatto che il forte difensore era già incappato recenremente, in due infortuni analoghi. Il tutto, anche alla luce del fatto che di Rodin, acquisto, al momento, flop, si son perse le tracce e che di molte alternative in mezzo non ce ne sono. Falasco adattato, Sgarbi ancora ai margini per problemi fisici e Gyomber, che oltre al campionato, deve affrontare gli incontri internazionali con la Slovacchia (senza un attimo di sosta e con i rischi del caso). Oggetto del desiderio risulterebbe essere Rajkovic. Anche lui, in passato, afflitto da diversi infortuni al ginocchio o di natura muscolare. Troppo oneroso il contratto e troppe concorrenti sul giocatore. In alternativa, si parla di Andreolli, 33enne difensore del Chievo, ora svincolato, che, però, è un destro rispetto al primo che invece è un sinistro. Staremo a vedere, ma, confidare di arrivare a gennaio, affrontando un tour de force, da qui a fine dicembre, così malridotti, potrebbe essere un rischio. Senza considerare che la difesa a tre non sta funzionando e che tutto l'impianto modificato, per sopperire alle deficienze strutturali e agli infortuni, non garantiscono un rendimento adeguato. Basta vedere le classifiche specifiche relative alle ultime dieci o cinque gare. Il modulo che ha ottenuto i migliori risultati resta il 4.3.2.1. Contro Ascoli, Crotone e Cittadella, il Perugia ha subito tiri in porta a volontà, cross in area a ripetizione, imbucate per vie centrali, possesso palla, spesso schiacciante, e costretto Vicario agli straordinari festivi. Non inganni il risultato di Crotone, dove il Grifo ha vinto, raccogliendo più di quanto meritato (parole di Oddo), e anche per gli episodi che hanno girato a favore. Una questione di centimetri, sui colpi di testa subiti, e forse il risultato sarebbe stato diverso. Alla ripresa ci saranno quattro gare in due settimane, giorni, compresa la trasferta di Sassuolo, seguite da altre quattro, tra il 15 e il 29 dicembre, prima della sosta invernale. Otto gare in poco più di un mese con turni infrasettimanali e partite disputate in notturna, con temperature che si preannunciano bassine. Per il centrocampo si può anche aspettare gennaio, ma per la difesa? Se son rose, fioriranno ... speriamo non siano cachi ...