Il Re è sempre più nudo e solo

Aperto da Marco Casavecchia, 17 Ottobre 2022, 15:05:58

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Marco Casavecchia

Giannitti si è dimesso, non sappiamo se sbattendo la porta o meno, ma il gesto, a sorpresa, è sicuramente rumoroso. Il Re è sempre più solo. Gli restano ancora i giullari di corte, i pennivendoli, qualche pseudo tifoso al soldo che tifa lui e non la squadra. Ma anche questi, come i famosi topi della nave che affonda, quanto resteranno ad ammirare la nudità regale? Squadra mal costruita, ammesso che si possa chiamarla tale, mediocri giocatori, vecchie glorie, giovani promesse, destinate a restare embrioni di giocatori. Egoismo, individualismo, assenza di spirito di collaborazione, sopravvalutazione di se stessi, illustri sconosciuti e qualche scarto di altre squadre. Bella ciurma. Il Titanic è affondato, o quasi. Risparmiando sul materiale e sulla sicurezza delle strutture, al primo urto, si è aperta la falla fatale. Ne abbiamo raccolte tante di "curiosità" sulla presunta taccagneria del Re. Si risparmia su tutto ed anche di più. La lista delle "maligne illazioni" è lunga, da non credere. Già. Dai viaggi in autobus, anziché in aereo, ai pranzi dei ragazzi delle giovanili, dalle boccette d'acqua a pagamento, alle docce tiepide, tendenti al freddo, del le squadre giovanili. Malignità, illazioni, maldicenze. Per mettere in cattiva luce il Re. Ma poi, ci chiediamo: perché? Qualcuno ci ha confidato i veri motivi delle dimissioni di Giannetti. Altri (fonte interna) il vero motivo del mancato rinnovo di Burrai (non avrebbe accettato la riduzione dello stipendio). Spie, delatori e giocatori messi ai margini del progetto per ripicca. Malignità, illazioni, maldicenze. Ci chiediamo, perché? Perché avercela con il generoso ed altruista benefattore, che non guadagna col calcio ma lo fa per la gloria della Città. Il Re è nudo e solo. Ma chissà poi perché?
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Roberto Rossi

Perché fare il nuovo stadio? in eccellenza anche quello di S. Sisto può andare più che bene...

logrif

Che tristezza... e qui da Roma la tristezza è ancora maggiore, perché non è che si abbia molto modo di sfogarsi! Comunque confermo - qualora ce ne fosse bisogno - che nell'ambiente il nostro è considerato poco e male. La voce che gira è che chiede 20 milioni per cedere la maggioranza e tutti sanno che campa con la società con uno stipendio annuo vicino ai 300.000 euro. Sarà dura mandarlo via e non credo si farà da parte molto presto.

grifoxsempre

#3
Citazione di: logrif il 17 Ottobre 2022, 16:11:53Che tristezza... e qui da Roma la tristezza è ancora maggiore, perché non è che si abbia molto modo di sfogarsi! Comunque confermo - qualora ce ne fosse bisogno - che nell'ambiente il nostro è considerato poco e male. La voce che gira è che chiede 20 milioni per cedere la maggioranza e tutti sanno che campa con la società con uno stipendio annuo vicino ai 300.000 euro. Sarà dura mandarlo via e non credo si farà da parte molto presto.
Ma no in televisione l'altro giorno ha detto che non ci guadagna un euro con il Perugia.Fuori dai coglioni una volta per tutte
Comunque siamo alle comiche

ACPerugiaCalcio comunica che in virtù del gesto sconsiderato del tesserato Christian #Kouan sarà applicata una multa salata al giocatore.
La Società ci tiene a ricordare a tutti i componenti della rosa che vestire questi colori è sempre motivo di orgoglio anche, e soprattutto, nei momenti di tempesta.
Oltre alla sanzione attendiamo scuse pubbliche a tutta la città dal diretto interessato.

logrif

Ah, dimenticavo, il xxx è anche un estimatore dei nerocamiciati col fez. E infatti ne segue perfettamente lo stile con questa baggianata di mettere alla gogna pubblica Kuoan (che ha sbagliato e deve pagare, ma molto meno di lui)
 ;D

Marco Casavecchia

Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Marco Perugia

Gianniti esonerato e non dimesso.
Ma....

Saint Just

Castori non è stato ancora ufficializzato, come mai se questa mattina era in sede?
Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

Marco Casavecchia

Citazione di: Marco Perugia il 17 Ottobre 2022, 18:37:04Gianniti esonerato e non dimesso.
Ma....


Perché da dimissionario poteva parlare mentre da sollevato resta sotto contratto ed è legato al silenzio. Fidati. Fonte certa.
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Roberto Rossi

#9
A mister X farei provare un certo spaghettino con una bella dose di ricino ed un altro condimento che qui non posso nominare...

Marco Casavecchia

Dal Web a firma A.Fe.
[A.Fe]
Da C'è un errore da non commettere nella vicenda dell'esonero di Marco Giannitti da direttore sportivo del Perugia: non va messo in relazione con il ritorno di Fabrizio Castori, che anzi sarebbe stato il primo ad esserne sorpreso. Lo scrivono i quotidiani locali, Il Messaggero, La Nazione e Il Corriere dell'Umbria, che svelano come l'allontanamento del ds non fosse preventivato.
Tutto sarebbe accaduto in maniera estemporanea nella mattinata di lunedì all'interno della sede di Pian di Massiano, dove sono andati in onda confronti in serie. Tra cui quello tra Massimiliano Santopadre e il direttore sportivo, una accesa discussione – pare – relativa alle interlocuzioni tra ds e giocatori, interrotta bruscamente con la decisione di interrompere il rapporto da parte del presidente.
Giannitti è stato negli ultimi tre anni un vero protagonista dietro le quinte, costruendo insieme al numero uno biancorosso la squadra che è immediatamente risalita dall'inferno dopo la caduta in C e anche quella che poi nella stagione successiva ha sfiorato la A con Alvini alla guida. Enormemente competente, aziendalista e profondamente votato al rispetto dei ruoli, Giannitti è molto apprezzato dai tifosi e pur di mantenere la parola in passato sarebbe rimasto rifiutando offerte di club importanti tra cui quella del Bari.
Sebbene pare che i rapporti tra i due non fossero più idilliaci da qualche tempo, a conferma dell'estemporaneità dell'evento, per il momento Giannitti non sarà sostituito. Nonostante le voci che si rincorrono sui possibili sostituti e la presenza in tribuna anche domenica scorsa nella partita contro il SudTirol dell'ex grifone Raffaele Rubino, ds rampante nell'orbita dell'attuale direttore della Samp Faggiano, il presidente sarebbe intenzionato a gestire il Perugia direttamente in prima persona con l'ausilio del tecnico marchigiano e senza 'interferenze' di alcun tipo, anche in vista del calciomercato di gennaio.
[A.Fe]
Fabrizio Castori avrebbe posto le sue condizioni per accettare il ritorno. Lo scrivono i quotidiani locali, Il Messaggero, La Nazione e Il Corriere dell'Umbria. Tra queste ci sarebbe quella di avere la possibilità di chiarire con i grifoni i motivi del suo allontanamento di 22 giorni fa, quando fu proprio il parere dei giocatori a indurre la società al cambio alla guida tecnica.
Sono stati convocati nella tarda mattinata due degli elementi più esperti, Aleandro Rosi (arrivato alle 12,45) e il capitano Gabriele Angella (alle 12,55) per un confronto andato in onda dentro le quattro mura della sede, che si racconta dai toni accesi e molto duri, un vero faccia a faccia con il tecnico, oggetto della discussione anche alcune dichiarazioni pubbliche degli stessi grifoni risalenti al post-esonero.
E proprio Rosi ed Angella, che lunedì si sono allenati con il gruppo dentro il 'Curi', sarebbero finiti nel mirino di tecnico e società. Per loro si può parlare di 'ammonizione' e non ci sarebbe da stupirsi se non dovessero far parte delle prossime convocazioni. Anche se Castori non può che contare sull'apporto e la professionalità di tutti per uscire da una situazione che si è fatta drammatica. 'Chi non se la sente di lottare per la salvezza del Perugia si tiri indietro qui e ora', sarebbe stato il messaggio del tecnico al gruppo nello spogliatoio prima di infilare gli scarpini.
Il tutto mentre in sede arrivavano alla spicciolata i componenti del suo staff (il secondo Bocchini, il preparatore atletico Pescosolido, il match analyst Castori jr), che martedì saranno tutti ufficialmente ripristinati nei ruoli di origine, e ne uscivano invece quelli dello staff di Baldini dopo avere trattato le rispettive rescissioni. A questo proposito tutti avrebbero deciso di seguire il tecnico di Massa che aveva dato le dimissioni. Tutti, pare, meno Stefano Cuoghi, il tecnico in seconda che potrebbe dunque essere esonerato dall'incarico direttamente dalla società.

Ancora rido e cito: [... senza interferenze sul calciomercato di gennaio ...]. Perché il calciomercato lo faceva qualcun altro? Non credo, altrimenti sarebbero arrivate prime scelte e giocatori forti per la categoria invece che seconde, terze scelte e residuati bellici della Grande Guerra ... Ah, già, ma quelli costano. Meglio ciò che resta sulla bancarella a fine giornata. Del resto qualcuno c'è avvezzo agli affaroni (per sé).
Solo chi attraversa il deserto, raggiunge l'oasi

Saint Just

Rosi, Angella, Lisi e Kouan sarebbero fuori .... Castori ( ancora non ufficialmente annunciato ) farebbe il mercato a gennaio con Santopadre....

sabato prossimo alle 14 si va a Reggio Calabria contro la seconda in classifica....sarebbe il caso di fare in fretta e maggiore chiarezza.....

Nella buona  e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai.

Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell'uomo più ricco della terra.   ( E. Guevara )

Roberto Rossi

La Reggina ? 4 partite in casa 12 punti con 14 gol fatti e, credo, 4 subiti....