Autore Topic: Disastro annunciato  (Letto 8118 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3201
  • Per aspera sic itur ad astra
Disastro annunciato
« il: Venerdì 29 Dicembre 2017, 17:37 »
E' fin troppo facile, adesso, accorgersi dei limiti della squadra e del tecnico, dopo che gli stessi hanno totalizzato la miseria di due punti nelle ultime quattro partite. Con la desolante media di mezzo punto a partita, la retrocessione è garantita. La modestia tecnica o, se preferite, l'inadeguatezza di certi interpreti è ora sotto gli occhi di tutti. Purtroppo, a qualcuno è servito un intero girone di andata per vedere quello che a molti di noi, era apparso abbastanza evidente fin dal termine dl mercato estivo, ovvero il mancato acquisto di alcuni elementi di peso e provata affidabilità, quali un portiere, un terzino sinistro di ruolo, un centrale di difesa, che potesse rappresentare una valida alternativa a Volta e Monaco, ed un terzino destro che fosse adeguato al campionato di vertice, che la dirigenza, con ostentata sicurezza, aveva posto quale obiettivo intermedio, visto che in più di un'occasione è stata ribadita la volontà di migliorarsi rispetto al quarto posto ottenuto lo scorso anno. Scelte non condivisibili, visti i risultati, si sono rivelate quella di affidare la squadra a Giunti, poi esonerato, dopo le fatidiche cinque giornate fatte di sonore sconfitte e umiliazioni casalinghe e la sua sostituzine con un tecnico che appare in difficoltà a trovare il bandolo della matassa e che come media punti ha fatto forse peggio delsuo predecessore. La squadra che secondo noi, può vantare ancora un buon attacco ed un discreto centrocampo, a patto di schierare gli uomini giusti al posto giusto, ha mostrato tutti i suoi limiti nel reparto di difesa, che Breda non ha saputo aggiustare né normalizzare, ma, se possibile, mandato ancor più in confusione. Ci chiediamo come sia possibile ottenere risultati così disastrosi, con una squadra che sulla carta appare ben più completa e assortita di quella affidata a Bucchi. Quasi identica la difesa, con il solo Pajac al posto di Di Chiara, centrocampo numericamente e tecnicamente superiore a quello formato da Fazzi, Ricci, Acampora, Dezi, Brighi e Gnahorè, attacco super (e lo dimostrano i fatti) con Di Carmine, Cerri, Han e Buonaiuto, rispetto ai Guberti, Forte, Nicastro.  Detto e ribadito che non è possibile disporre di tutti campioni, come sempre, la differenza la fa il manico, specie in B, dove l'organizzazione del gioco e la preparazione atletica sono fondamentali. Arrivare sempre secondi sulle palle, avere le gambe molli o andare a passo di lumaca, quando gli altri corrono, non accade per caso. Sbagliare puntualmente formazione o cambiare ogni partita modulo o interpreti, la dice lunga sulla conduzione tecnica della squadra. Che dipenda dal manico, e non solo e tanto dagli errori dei singoli o dalla loro volontà, lo si potrebbe desumere dalla incapacità di trovare un rimedio alla devastante presenza di un trequartista avversario che ha fatto il bello e il cattivo tempo, dietro alle due punte Caputo e Donnarumma. Uno schieramento cervellotico (al netto degli infortuni e delle assenze, che si ripresentato con allarmante frequenza) che consegna agli avversari quasi sempre un tempo della partita. Di chi la responsabilità, se non del tecnico, visto che poi, nei secondi tempi, dopo i soliti fatidici e inevitabili aggiustamenti ai quali ricorre chi deve inseguire, le cose migliorano quasi sempre? Migliorano, ma purtroppo, non bastano a recuperare lo svantaggio troppo spesso pesante. Se fosse solo demerito dei "mercenari", che motivo avrebbero questi a giocar male solo un tempo, perdere le partite, rimediare fischi e brutte figure con la conseguenza di veder deprezzato il loro valore di mercato? Il tutto per fare un dispetto a chi? A loro stessi? Se sono scarsi, la colpa non è loro ma di chi i ha scelti, magari per pochi euro o solo in prestito. Adesso, come ogni anno, ci si affiderà al mercato di riparazione, con la prospettiva di fare meglio ciò che in estate poteva essere già stato fatto bene. Il tutto con la spada di Damocle della richiesta di condanna a tre anni, da parte del Procuratore, per il direttore Goretti, in relazione al caso di "racchettopoli". A parte la confusione tattica in cui appare precipitato Breda con tutta la truppa, che sembra avvilupata da una crisi piscologica e sportiva, visto che vengono commessi errori individuali e di reparto, e dato per scontato che la lista dei partenti non si limiterà a comprendere solo due nominativi, che futuro ci aspetterà se l'uomo solo al comando, dopo la sentenza attesa per i primi di gennaio, sarà ancora più solo? Ci fa da sé fa per tre, recita un vecchio adagio, ma non potrà dare la colpa a nessuno se non a se stesso, nel caso in cui a maggio l'esito finale dovesse essere drammatico. Possibile che nessuno in seno al Perugia calcio abbia ipotizzato che la mancanza di una programmazione e di una progettazione, prima o poi, avrebbe potuto creare i presupposti per un'annata tribolata? Affidarsi ai prestiti, smontare la squadra ogni anno, cambiare tecnico tutte le stagioni, non rinnovare il reparto di difesa, con innesti di qualità, non investire nel settore giovanile, alla fine possono rivelarsi scelte non azzeccate e possono compromettere una intera stagione (peggio ancora, anche quella successiva). Tanto per la cronaca: Cosmi ad Ascoli sta facendo la differenza, Oddo la fa ad Udine, Iachini a Sassuolo, e Andreazzoli ad Empoli. Solo perché in queste società non giocano mercenari, o perché hanno affidato la squadra a gente che sa di calcio? Solo Breda non si è accorto che non ha gli uomini per il 4-4-2 e sguarnisce il centrocampo, con il risutato di metter sempre gli avversari a giocarsi l'uno contro uno contro i nostri difensori? O che è stato sufficiente un ragazzo, Zaic, a mandare in tilt il Grifo finché non è uscito? E se anche fosse che la colpa è dei giocatori, sorge spontanea una domanda, anzi due, la prima: chi li ha scelti? La seconda: chi li manda in campo?

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Disastro annunciato
« Risposta #1 il: Venerdì 29 Dicembre 2017, 18:17 »
 Mio umile pensiero di chi non capisce di calcio. Un giocatore scarso ti può fare bene un anno, l altro anno  ti fa vedere tutta la sua debolezza.Si vede che questa società meglio non sa fare nello scegliere allenatore e giocatori, vuoi  perchè non ha collaboratori bravi, vuoi per esigenze economiche.Infatti un giocatore scarso che si crede bravo più di tanto non può dare. Poi alla fine ai giocatori del Perugia che cosa gli importa se la squadra retrocede? Lo stipendio lo prendono ugualmente.Quelli in prestito Ognuno tornerà nella sua società di appartenenza, quelli di appartenenza resteranno a Perugia, ed in tutti  i casi questi non giocatori vogliono credere  di essere incappati in un annata storta e credendo ancora in se stessi che sono dei campioni. Poi alla fine se il Perugia retrocede non è la fine del mondo, i veri problemi sono altri nella vita.
« Ultima modifica: Venerdì 29 Dicembre 2017, 18:25 da bau bau micio micio »

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 880
Re:Disastro annunciato
« Risposta #2 il: Venerdì 29 Dicembre 2017, 19:20 »
Come dire: dai e dai, quest'anno la ciambella è venuta senza buco. Buon 2018 a tutti… (proprio a tutti?)

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1779
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Disastro annunciato
« Risposta #3 il: Domenica 31 Dicembre 2017, 10:38 »
Una domanda seria a chi conosce i regolamenti: potrebbe il Perugia riprendere questa stagione Mister Bucchi per la guida tecnica?
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Online Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3201
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Disastro annunciato
« Risposta #4 il: Domenica 31 Dicembre 2017, 10:51 »
Non so se ha rescisso. Montella, dopo la rescissione è andato in Spagna. Ma non saprei se la cosa sia possibile. Comunque si parla di Stellone e Di Carlo. Breda secondo me si è bruciato tutta la credibilità con Santopadre che gli aveva dato sei prima di Natale ... adesso?

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1491
Re:Disastro annunciato
« Risposta #5 il: Domenica 31 Dicembre 2017, 11:04 »
Credo che se hai allenato nel corso della stagione non puoi subentrare in Italia.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1779
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Disastro annunciato
« Risposta #6 il: Domenica 31 Dicembre 2017, 11:18 »
sicuramente non nella stessa categoria, ma anche in categorie diverse? Camplone ad esempio non puó allenare questa stagione in B, ma in A potrebbe? Forse no....
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1779
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Disastro annunciato
« Risposta #7 il: Domenica 31 Dicembre 2017, 11:21 »
contnuo a credere che sotto una buona guida tecnica questa squadra altro che obiettivo salvezza....ma con breda manco quello si raggiunge  :'(
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1779
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Disastro annunciato
« Risposta #8 il: Domenica 31 Dicembre 2017, 11:23 »
per fare una scelta breda devi avere un'incompetenza di notevole spessore.....e l'arroganza di non ascoltare
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1491
Re:Disastro annunciato
« Risposta #9 il: Domenica 31 Dicembre 2017, 11:43 »
sicuramente non nella stessa categoria, ma anche in categorie diverse? Camplone ad esempio non puó allenare questa stagione in B, ma in A potrebbe? Forse no....
Secondo me non puoi allenare nelle 3 leghe professionistiche.

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 880
Re:Disastro annunciato
« Risposta #10 il: Domenica 31 Dicembre 2017, 14:10 »
Secondo me l'aver preso Breda è uno sfregio gravissimo nei riguardi degli sportivi perugini: "io sono io e voi non siete un cazzo", come il marchese di grilliana memoria… Voi volete Cosmi?  Ed io vi "servo"il sig. Breda… per quanto ancora questo personaggio dovrà prenderci per il culo? Ci sono Perugini di buona fede che se ne stanno accorgendo dopo anni; altri che lo sapevano dall'inizio… il suo comportamento nella conduzione societaria non fa altro che dare ragione a questi ultimi. Adesso farà qualche acquisto  da fumo negli occhi e poi venderà Di Carmine. Saluti e buon anno.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1779
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Disastro annunciato
« Risposta #11 il: Lunedì 01 Gennaio 2018, 10:02 »
Secondo me l'aver preso Breda è uno sfregio gravissimo nei riguardi degli sportivi perugini: "io sono io e voi non siete un cazzo", come il marchese di grilliana memoria… Voi volete Cosmi?  Ed io vi "servo"il sig. Breda… per quanto ancora questo personaggio dovrà prenderci per il culo? Ci sono Perugini di buona fede che se ne stanno accorgendo dopo anni; altri che lo sapevano dall'inizio… il suo comportamento nella conduzione societaria non fa altro che dare ragione a questi ultimi. Adesso farà qualche acquisto  da fumo negli occhi e poi venderà Di Carmine. Saluti e buon anno.
come quello che per punire la moglie che l'aveva tradito si segó il pisello.....Buon Anno a tutti
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Disastro annunciato
« Risposta #12 il: Lunedì 01 Gennaio 2018, 10:12 »
Come allenatore ci sta anche...Sonetti,Pochesci e perchè no...Papadopulo, Malesani. Buon anno
 ;)

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 880
Re:Disastro annunciato
« Risposta #13 il: Lunedì 01 Gennaio 2018, 10:57 »
Tutta brava gente… ma le tasche del nostro "magnate"saranno abbastanza capienti per assicurarsi i servigi di uno di questi "maghi"della panchina?

Online Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3201
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Disastro annunciato
« Risposta #14 il: Lunedì 01 Gennaio 2018, 11:17 »
Spero sia l'ultima coioneria che spari. Nonostante tu abbia sotto gli occhi quanto stia accadendo ad Ascoli, Sassuolo, Udine e Genoa, seguiti a ricondurre tutte le colpe ai giocatori. Ti passa mai per la mente l'idea che lo scarso rendimento di alcuni possa dipendere dalle loro qualità tecniche limitate o dal loro stato di forma? E che le figuracce non siano dovute alla volontà di perdere partite e punti con il rischio di retrocedere? Possibile poi che questo debba accadere solo a Perugia? Sono mercenari? Ebbene chi assoldava i mercenari li pagava anche bene e dava loro il compenso spettante. E non dico altro se non che chi non gioca mai, o gioca poco, non ha grandi colpe. Emmanuello, Bandinelli, Han, non vengono più presi in considerazione da tempo Buonaiuto viene impiegato da esterno e non è il suo ruolo. Terrani pure, limiti tecnici a parte. Colombatto  e Bianco fanno i mediani quando sono centrali di centrocampo. Zanon è inadeguato, ma semmai la colpa è di chi lo ha preso non certo la sua. Pajac è una mezzala che se non è capace di difendere per quanto si applichi non diventerà mai un terzino. Monaco non ha mai avuto piedi decenti e lo si sapeva. Belmonte e Del Prete sono spesso infortunati e si sapeva anche questo. Rosati non doveva essere riconfermato e si capisce il perché. Frick, Choe, Coccolo, Casale e Dossena sono ragazzini non pronti per la B. Restano Di Carmine e Cerri cui non si può imputare nulla. Se Tra Giunti e Breda sono riusciti persino a imbolsire Volta di che vogliamo parlare? Metà squadra è male utilizzata, l'altra metà sempre infortunata. Ci sarà una spiegazione che vada al di là del fatto che sono mercenari o che si divertano a perdere per fare dispetto a non si sa chi? E perché con Camplone e Bucchi la squadra vinceva e divertiva arrivando ai play off? I giocatori sono dipendenti di una società che li deve pagare e mettere in condizione di rendere per quelle che sono le loro qualità. Se non lo fanno o si sanzionato come tutti i dipendenti o vuol dire che si sono scelte le persone sbagliate o si sono affidate loro mansioni che eccedono le loro capacità.
« Ultima modifica: Lunedì 01 Gennaio 2018, 11:18 da Marco Casavecchia »