PERUGIANELCUORE.IT - Perugia Calcio Forum

Emporio Biancorosso => Il Perugia => Topic aperto da: Marco Casavecchia - Domenica 09 Febbraio 2020, 09:27

Titolo: Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Marco Casavecchia - Domenica 09 Febbraio 2020, 09:27
Già,  qual è il vero Perugia? La domanda che ci siamo posti dopo aver assistito alla partita di ieri pomeriggio. Dopo le due vittorie, comunque non esaltanti contro Livorno e Juve Stabia, ma ottenute con le armi alle quali ha fatto riferimento Cosmi: grinta, corsa e determinazione, ha fatto seguito una umiliante e sonora batosta contro lo Spezia. Tanta qualità in campo, giocatori bravi e consapevoli della propria forza, ma soprattutto uomini giusti al posto giusto. Tutto l'opposto di quello che si ripete in casa Grifo da sempre, sotto l'attuale gestione societaria. Campagne acquisti fatte all'insegna delle occasioni last minute, giocatori fermi da tempo o reduci da infortuni, riserve di altre squadre, giovani acerbi da maturare, prestiti che, a volte, si rivelano inadatti al progetto tattico, o inadeguati alla categoria. Film che si ripete da anni con i play off sfiorati o conquistati dopo il turno preliminare per poi uscirne ance poco dignitosamente, come con il Benevento o il Venezia. Ieri ho avuto la conferma che adattare giocatori in ruoli che richiedono determinate caratteristiche resta un esercizio complicato. Nicolussi Caviglia, giovanotto di belle speranze, messo a mezzala sinistra sembrava un pesce fuor d'acqua, al pari di Falzerano che mezzala non è.  Stritolati da Mora e Bartolomei. Le coppie di esterni del Grifo messe alla berlina dai due attaccanti esterni dello Spezia. Rajcovic deleterio, Greco, riserva a Cosenza, peggiore del suo sostituto naturale Carraro. Gyomber e Angella, in difficoltà a contenere un bisonte come Nzola. Attacco evanescente. Non abbiamo costruito una sola palla gol. Abbiamo un gruppo di 29 di giocatori alcuni dei quali difficilmente o raramente vedranno il campo eppure, al momento, sembra non si riesca a trovare un undici funzionale ed equilibrato. Vero è che alcuni non si sono dimostrati all'altezza delle richieste, ma sarei curioso di sapere perché sono approdati al Grifo e chi li abbia valutati. La mia personalissima impressione è che ogni anno il mercato del Grifo sia condizionato da fattori non solo economici. Credo (sempre impressione personale) che un ruolo determinante lo svolgano anche i procuratori e i rapporti con le società maggiori, perciò  non sempre si può prendere chi servirebbe ma chi viene offerto alle migliori condizioni. Il risultato è che la squadra ogni anno è incompleta in un reparto o due, e si debba ricorrere agli adattamenti di ruolo di cui sopra. L'anno di Camplone non avevamo un portiere di qualità, con Bisoli mancava mezza squadra, con Bucchi rea il centrocampo, con Nesta la difesa, quest'anno difesa e centrocampo. Sistemata (speriamo la prima) resta un vistoso buco in mezzo: manca il regista e la mezzala sinistra. Sparito dai radar Dragomir (a proposito ma non dovevano litigarselo Udinese e Galatasaray?) in quel ruolo gioca un destro. Sembra un particolare da poco, ma sia con il Livorno, sia ieri sul cross di Mazzocchi, il giovanotto si è trovato la palla sul piede sbagliato. Con il Livorno ha stoppato di esterno destro, invece di rimettere al centro la palla al volo di sinistro, con lo Spezia, non ha tirato in porta per lo stesso motivo. Ma senza centrocampisti che segnano qualche gol, senza gol da calci d'angolo o da punizioni, senza gol su azione anche da parte di altri giocatori, con il solo Iemmello a buttarla dentro (per fortuna i rigori ...), come pensiamo di vincere le partite? Sì,  è vero, di tempo ce n'è,  la classifica è corta, chi ora è in zona play off, qualche partita fa, arrancava come lo stesso Spezia. Il campionato non finisce ora e bastano due vittorie per sistemarsi in una posizione migliore. Lo stesso discorso però vale per gli altri e, in particolare per l'Empoli, altro brutto cliente. Le prossime gare del Grifo non saranno passeggiate. Giicarle come contro lo Spezia sarebbe un suicidio. Cosmi da solo non potrà far nulla senza il contributo dei giocatori. Che qualcuno li scuota dagli "Ozi di Capua".
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Saint Just - Domenica 09 Febbraio 2020, 10:35
Tedesco, Liverani e Baiocco non erano propriamente dei colossi dal punto di vista fisico e Baiocco non era mancino.....vado controcorrente: per me ieri non è stato un reparto a deficitare ma tutta la squadra dal punto di vista mentale più che fisico o tecnico....l'errore sarebbe quello di stravolgere l'undici di ieri.....e Di Chiara ci manca come il pane altro che....
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: grifoxsempre - Domenica 09 Febbraio 2020, 11:56
Tedesco, Liverani e Baiocco non erano propriamente dei colossi dal punto di vista fisico e Baiocco non era mancino.....vado controcorrente: per me ieri non è stato un reparto a deficitare ma tutta la squadra dal punto di vista mentale più che fisico o tecnico....l'errore sarebbe quello di stravolgere l'undici di ieri.....e Di Chiara ci manca come il pane altro che....
Secondo te l'undici messo in campo all'inizio da Cosmi è stato azzeccato?Non era meglio far giocare gli stessi che avevano vinto (magari senza fare sfracelli) con la juve stabia invece di cambiarne tre?
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: stefano suprani - Domenica 09 Febbraio 2020, 12:23
Ieri non era questione di modulo ma di interpreti e dei ª nostra disposizione poteva giocare chiunque ma si sarebbe comunque persa la partita,  abbiamo perso tutti i duelli personali dietro, in mezzo e davanti. Loro sono una squadra che non ha sbagliato nulla, noi siamo un manipolo di mestieranti senza arte né parte, lo eravamo con Oddo e lo siamo rimasti anche con Cosmi. Cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia.
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Saint Just - Domenica 09 Febbraio 2020, 12:26
Tedesco, Liverani e Baiocco non erano propriamente dei colossi dal punto di vista fisico e Baiocco non era mancino.....vado controcorrente: per me ieri non è stato un reparto a deficitare ma tutta la squadra dal punto di vista mentale più che fisico o tecnico....l'errore sarebbe quello di stravolgere l'undici di ieri.....e Di Chiara ci manca come il pane altro che....
Secondo te l'undici messo in campo all'inizio da Cosmi è stato azzeccato?Non era meglio far giocare gli stessi che avevano vinto (magari senza fare sfracelli) con la juve stabia invece di cambiarne tre?

Sinceramente non credo che Konatè ( anche lui sostituito da Carraro ) , Nzita e Falcinelli si siano fatti rimpiangere...e nella testa di Cosmi saranno Greco e Rajkovic i titolari dell'undici, quindi giusto che facciano minutaggio....il problema semmai è nel numero di giocatori in rosa tra i quali potremmo sempre invocare l'assenza di questo o quell'altro....è giusto secondo me invece che si punti su un gruppo limitato e si lavori solo su quello ( Balic, Nzita, Rodin, Fernandez, Capone, ....non è facile gestirli ai margini, soprattutto dopo una prestazione come quella di ieri )
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: grifoxsempre - Domenica 09 Febbraio 2020, 13:11
Avevamo veramente bisogno di uno come Greco?Suvvia per favore!
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Marco Casavecchia - Domenica 09 Febbraio 2020, 13:24
Cioè vogliamo paragonare Greco, Nicolussi, Carraro e Falzerano a Liverani, Baiocco, Tedesco e Blasi? Ieri non ha funzionato nulla, al di là dei piedi destri e sinistri. Il tutto dopo la sontuosa e importante campagna di rafforzamento ... Ancora qui ad aspettare che la gente entri in forma o riprenda minutaggio nelle gambe? Le squadre si fanno in estate. Se ti accorgi che manca qualcosa rimedi a gennaio. Ma se non puoi, resti con i buchi, ovvero senza una mezzala sinistra. Certo, rientreranno Kouan e Di Chiara, metteranno minuti nelle gambe Greco e Rajcovic, ma in tre gare hai segnato un solo gol su azione. Ha detto bene Cosmi, qualcuno pensava di essere al percorso verde. Falasco (su di lui ho speso già troppe parole), Mazzocchi, Falzerano, Greco, Nicolussi, non hanno visto boccia. Tutto il centrocampo umiliato da tre, diconsi tre giocatori dello Spezia: Mora, Bartolomei e Ricci. Per non parlare dei due esterni d'attacco. Questo accadeva ieri. Adesso vedremo il riscatto a Frosinone (spero). Cosa dovrebbe inventarsi Cosmi se la merce è questa? Magari, forse, non impiegare tutti in una volta i nuovi, ma se glieli mettono a disposizione a fine gennaio (per prendere due svincolati, un prestito e due giovanotti di cui forse non sentiremo mai parlare, lo svedese e il figlio d'arte italo-americano) che alternative aveva? Schierare l'undici che ha perso a Chievo? Con quella di ieri sono già due le squadre con le quali siamo in svantaggio nella classifica avulsa. Attenzione ai ciociari e a pensare che siano quelli battuti un girone fa.
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: grifoxsempre - Domenica 09 Febbraio 2020, 16:12
Sinceramente non credo che Konatè ( anche lui sostituito da Carraro ) , Nzita e Falcinelli si siano fatti rimpiangere...e nella testa di Cosmi saranno Greco e Rajkovic i titolari dell'undici, quindi giusto che facciano minutaggio....il problema semmai è nel numero di giocatori in rosa tra i quali potremmo sempre invocare l'assenza di questo o quell'altro....è giusto secondo me invece che si punti su un gruppo limitato e si lavori solo su quello ( Balic, Nzita, Rodin, Fernandez, Capone, ....non è facile gestirli ai margini, soprattutto dopo una prestazione come quella di ieri )
Il problema non è il numero di giocatori in rosa,il problema è la qualità dei giocatori della rosa poi uno può pensarla come gli pare.
http://www.sportperugia.it/index.php/una-pesante-sconfitta-figlia-di-un-pessimo-mercato/
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Saint Just - Domenica 09 Febbraio 2020, 16:36
Cioè vogliamo paragonare Greco, Nicolussi, Carraro e Falzerano a Liverani, Baiocco, Tedesco e Blasi?

...me guardo bene dal fare un paragone del genere, intendevo anzi il contrario: se c'è qualità non c'è bisogno di essere un metro e novanta nè mancino  ;)
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Saint Just - Domenica 09 Febbraio 2020, 16:42
Cioè vogliamo paragonare Greco, Nicolussi, Carraro e Falzerano a Liverani, Baiocco, Tedesco e Blasi?

...me guardo bene dal fare un paragone del genere, intendevo anzi il contrario: se c'è qualità non c'è bisogno di essere un metro e novanta nè mancino  ;)

stesso discorso, forse non mi sono spiegato bene: manca qualità ed in questo caso l'abbondanza diventa un limite ulteriore.
Poi il calcio è opinabile ed ognuno la vede a modo proprio: a me Greco è piaciuto più di Konatè, Carraro e Balic, nonostante la giornata disastrosa generale di ieri.....
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Marco Casavecchia - Domenica 09 Febbraio 2020, 17:20
Benevento, Crotone, Frosinone in testa. Chi era che diceva che i nomi e i soldi non contano? A ruota Spezia, ottima squadra,  e Salernitana; con una partita in meno seguono Entella e Cittadella. Empoli in risalita a soli 3 punti da noi. Frosinone fuori, Empoli in casa, Pisa fuori, Benevento e Salernitana in casa, Ascoli fuori e Crotone in casa, Cittadella fuori, Pordenone in casa. Nove gare una più insidiosa e tosta dell'altra. Tranne Empoli, Pisa e Ascoli, tutte le altre ci precedono in classifica. Di che pasta siamo fatti e se gli acquisti invernali si riveleranno azzeccati lo scopriremo presto.
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: stefano suprani - Domenica 09 Febbraio 2020, 17:48
Lo scopriremo anche perché poi il campionato finisce.
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Roberto Rossi - Domenica 09 Febbraio 2020, 20:19
E scopriremo anche, ma sarà fintroppo  facile, chi , come tutti gli anni, avrà cacato sotto la neve…
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: stefano suprani - Domenica 09 Febbraio 2020, 21:14
Eh già!!
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Greg68 - Lunedì 10 Febbraio 2020, 08:18
Chissa' come mai dopo la vittoria con il livorno, e quella di castellamare certi soggetti non si sono visti x commentare le due precedenti prestazioni...Mah...mistero...ma lasciamo perdere altrimenti divento volgare e passo dalla parte del torto....
Detto cio' prestazione minuscola sotto il piano atletico e mentale, difficile trovare una spiegazione certa, ma
a mio modetso parere avrei riproposto Konate' piu' dinanico di Greco appena arrivato, e non ancora pronto...
Adesso far passare  dicendo Di bartolomei, Ricci e Mora come 3 fenomeni mi sembra eccessivo, è stato piu' demerito nostro che sta gran partita fatta dalo spezia, ma nel calcio si sa che ha ragione chi vince, e loro hanno stravinto.....Raikovic probabilmente si è trovato a fare in certi momenti il laterale di sinistro, tutto cio' forse l ha messo in difficolta' x le sue caratteristiche, Nicolussi chissa' perche' lo vedo bene, quando al suo fianco vi è uno dinamico e aggressivo come Konate, ma sempre  a mio modesto parere...Adesso ci aspettano i pecorari che hanno vinto a venezia, e non sanno nemmeno loro come, ma tutto cio' sono chiacchiere resta il fatto che andremo a Frosinone in una partita che forse ci fara' capire chi siamo veramente, speriamo di trovare un minimo di continuita' , io resto fiducioso, anche se condivido chi ha scritto che forse uno come greco a noi non sarebbe servito....Buona giornata
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Saint Just - Lunedì 10 Febbraio 2020, 10:04
è un campionato strano e mediocre: tra la seconda e la quindicesima passano solo otto punti......a Cremona il presidente a fronte di investimenti importanti minaccia di andarsene perchè i grigiorossi rischiano seriamente di retrocedere....la salernitana fa yo-yo ( una volta Ventura è il salvatore della patria, un'altra è un incompetente ), setsso fa il Chievo, l'Empoli risalirà probabilmente e altre scenderanno, il Crotone , secondo in classifica, ci sopravanza di quattro punti e gioca con Molina e Mustacchio....lo Spezia è diventata una squadra di fenomeni ma Ricci ce lo ricordiamo bene, era uno di quelli "inutili" presi in un centrocampo scraso.......non voglio passare per difensore della società ( l'ho criticata quando l'ho ritenuto giusto ), ma mi sento di essere obiettivo....la sconfitta con lo Spezia brucia, ma è solo colpa nostra, di un atteggiamento incomprensibile di chi è sceso in campo.....e ripeto il numero eccessivo di calciatori non vorrei avesse minato l'armonia ritrovata con Cosmi.......il buon Gaucci quelli in esubero o che hanno rifiutato trasferimenti in altre piazze li avrebbe messi fuori rosa .....
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Marco Perugia - Lunedì 10 Febbraio 2020, 13:18
Tanto come sempre la verità la dirà campo. Secondo me adesso l'allenatore ha "caratteristiche" totalmente diverse da quello di prima (migliori), tutti i giocatori di prima ci sono e sono stati aggiunti alcuni nuovi. Le chiacchiere servono a poco. Con lo Spezia è stata una batosta su tutta la linea. Ora una settimana di allenamenti e poi si va a frosinonemerda. Parlerà ancora una volta il campo e la classifica.
Resto ancora fiducioso anche se un la partita di sabato mi ha creato delle crepe nella convinzione di essere molto competitivi.
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: Roberto Rossi - Lunedì 10 Febbraio 2020, 13:58
Credo che ormai anche il campo si sia stufato di dare "risposte", siamo quelli che siamo , con o senza Cosmi… Il discorso va ripreso dal fondo… (o dalla cima)?
Titolo: Re:Qual è il vero Perugia?
Inserito da: stefano suprani - Lunedì 10 Febbraio 2020, 16:31
Le squadre si costruiscono con dei criteri in base agli obiettivi che si vogliono o possono raggiungere. Anche il Perugia ha costruito questa squadra (come quelle dei tornei precedenti) con dei criteri che sono quelli di una tranquilla salvezza da ottenere con un budget stretto. Per fare questo l'unica via è quella di acquisire molti prestiti di giocatori di belle speranze ma ancora acerbi che costano poco e si spera possano rendere, è il caso di Ricci o Molina, presi quando erano ancora acerbi e che adesso evidentemente sono cresciuti. A questi giovanotti il Perugia aggiunge un top player per la categoria (sempre in prestito magari oneroso) che garantisca quella qualità sufficiente a raggiungere l'obiettivo minimo: quest'anno è Iemmello, l'anno scorso Verre. Provate a pensare che campionato avremmo fatto senza questi due. Attorno a questo nucleo giocano tutta una serie di mezzi giocatori piu' o meno validi per la categoria. Le squadre che vogliono ottenere di piu' invece di uno o due top player, ne acquisisce 4, 5 o anche di piu' e in questo modo aumentano le possibilità di essere promossi. E' evidente che anche nelle formazioni paracadutate non possiamo pensare di trovare tutti fuoriclasse perchè occorrono anche i gregari, ed è il caso di Mustacchio a Crotone che garantisce quando gioca, non sempre, quella corsa e quel sacrificio che altri non possono avere.
Noi a parte Iemmello abbiamo il vuoto e tutti gli anni è la stessa storia.