Autore Topic: A Perugia una bellissima pagina di storia dei Golden Boys e una scuola di vita del MonteMorcino  (Letto 1688 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Tigrotto

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Dic 2014
  • Post: 26
  • Amministratore Page Facebook Ac Perugia 1905
    • Page Facebook Ac Perugia 1905
Bravi quelli della Golden Boys, una squadra mista fondata da atleti normodotati e non. A Montemorcino si è svolto il primo torneo "Vespa Club Cup" per ringraziare chi ha donato alla Montemrcino Calcio una quota molta significativa da destinare alle attività dei Golden Boys, che ha sfidato la Grifo Perugia in una partita chiusa con uno spettacolare 4-4 ai tempi regolamentari (vinta poi dalla Grifo Perugia ai calci di rigori) nella partita valida per il primo torneo "Vespa Club Cup" svolto sul campo del Montemorcino. Sono andati a segno 6 giocatori: da una parte con Francesco, una bella doppietta di Filippo, poi Federico Ceccarini e dall'altra parte doppietta di Valentina Belia, allenatrice della Grifo Perugia. Bravo il portiere David Alcuni, che, con i pugni sulle botte dei bravissimi giocatrici della Grifo Perugia, si è dimostrato davvero decisivo nell'evitare di subire altri gol. Merito anche allo stesso Ceccarini, "jolly" della squadra grazie alla sua esperienza con il pallone e con il "suo" campo dove aveva iniziava l’avventura calcistica ben 9 anni fa proprio con il Montemorcino, con gli esordienti '94. Per non dimenticare i fratelli Bulletti, Riccardo e Alessandro, che tanto si impegnano per la Golden Boys Montemorcino insieme a Andrea Galteri e Luca Marchetti. “Il nostro grazie – racconta Ceccarini - va essenzialmente al presidente rossoblù Stefano Bulletti, in quanto probabilmente senza di lui non si potrebbe raccontare questa pagina di storia bellissima. Questa è stata una bellissima giornata storica e trascorsa assieme tra i Golfen Boys e la Grifo Perugia ma la cosa più importante che abbiamo dimostrato, ancora una volta, è che il calcio è per e con tutti e non conosce alcun limite. Anche questa volta è stato dimostrato che la Montemorcino, oltre ad essere una scuola di calcio, è una scuola di vita”.

A cura di Federico Ceccarini
Saluti e Forza Grifo!!