Autore Topic: Il Grifo di Oddo  (Letto 848 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2986
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #45 il: Mercoledì 19 Giugno 2019, 09:24 »
Nessuno dice che la società debba trattenere tutti. Sul riscatto di Leali glisserei, visto che Magnani è stato venduto per un botto di euro dopo aver disputato una manciata di gare in B. Come molto ci sarebbe da dire su operazioni di mercato con l'Atalanta tipo:  Fazzi -Santopadre jr - Mancini, con la quale vorrei capire quanto ci abbiamo guadagnato. Ora Mancini vale una montagna di soldi e noi dalla sua vendita cosa ci abbiamo ricavato? Qualche prestito? Mi sta bene che siano stati venduti certi giocatori. E sai a quali mi riferisco. Io non li avrei nemneno presi. Per anni siamo andati avanti con: ex squalificati, giocatori che sono venuti a svernare a Perugia, alcuni a fine carriera, altri reduci da grossi infortuni, con Pavlociv (che ci era stato presentato come il valore aggiunto per i play off), che non è nemmeno sceso in campo, molti prestiti, mai riscattati tranne Di Chiara, se non vado errato, e tanti giovani che abbiamo valorizzato per gli altri. Nessun giocatore provuene dal nostro settore giovanile. Mi farebbe piacere sapere perché. Ad una mia espressa domanda, il presidente mi rispose che il bacino sul quale può operare il Perugua è piccolo e non consente di reperire buoni elementi. Ma ji chiedo, non abbiamo più di 100 affiliate sparse per l'Italia? Boh! Finalmente ne peschiamo uno, Ranocchia, e questo viene subito venduto alla Juve, con il rischio che se la madama volesse, con qualche spicciolo in più se lo potrebbe già portare via. Siamo una società da 8-10 posto? Ok. Allora ha ragione Stefano, si dica con chiarezza a cosa possiamo aspirare e con quali prospettive. Non è mica una vergogna affermare che la nostra politica non si può discostare da questa e che tutto ciò che dovesse venire oltre una dignitosa e tranquilla permanenza in B, sarebbe un premio. Del resto di scommesse sui giovani, di giocatori da recuperare, di prestiti da valorizzare, di intuizioni di Goretti, non è che ne parliamo noi. È sotto gli occhi di tutti da diversi anni. Non so se tutte le altre squadre facciano così. Di certo, credo che solo il Perugia, sia partito per il ritiro senza squadra e che questa sia stata allestita a fine agosto. Forse è questa politica che fa dubitare molti tifosi sulle reali chances del Grifo e li allontana dal Curi. Ps. Non si dica che Nesta sia un traditore. Ha chiesto certe garanzie che evidentemente la Società non gli ha potuto dare. Forse avrà riflettuto sul fatto che sarebbe ripartito da zero o quasi, non potendo continuare un percorso di crescita qui a Perugia. Magari a Frosinone avrà altre prospettive e giocatori. Come biasimarlo? Mica tutti possono dar retta al cuore. Verre e Nesta hanno fatto scelte professionali. Legittime.

Offline GRIFOnelCUORE

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Mag 2019
  • Post: 64
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #46 il: Mercoledì 19 Giugno 2019, 17:16 »
tento di rispondere per punti:

1) cessione mancini: ci abbiamo guadagnato i buoni rapporti con l'atalanta, che infatti continua a prestarci giovani interessanti da lanciare (non sempre fenomeni, perchè anche a bergamo non le azzeccano tutte), in più abbiamo il 10% sulla rivendita. oggi mancini è valutato intorno ai 25 milioni: se lo vendesse a questa cifra, al Perugia spetterebbero 2,5 milioni. non mi sembra male

2) settore giovanile: 9 anni fa l'ultimo fallimento, con quel che comporta. non è che in un lasso di tempo così breve riesci a ricostruire un vivaio per intero e a farlo pure fruttare come quello di "squadre esemplari" come atalanta o torino. tra l'altro, andiamo a vedere che fucina di talenti producono i settori giovanili delle altre squadre di B: a parte lo spezia, che non se li cresce nel vivaio ma li importa illegalmente dall'Africa, non vedo in giro settori più produttivi del nostro, che oltre a ranocchia ha prodotto anche zebli, drolè, kouan (da società affiliata) ed altri che poi si sono un po' persi, come di nolfo che ha voluto smettere, arboleda che è andato all'arzachena in C, e come lui diversi altri di cui non sto a fare l'elenco. qualcuno diventa calciatore professionista qui, qualcuno non viene ritenuto all'altezza e va a finire in C o altrove. sul fatto che poi vengano venduti quasi immediatamente, beh, torniamo al solito discorso: se arriva la juve e ti chiede curti, tu glielo dai e basta, a meno di volerti autoescludere dalle "cerchie di squadre benvolute" (già abbiamo rischiato con l'affaire mancini-fiorentina)

3) siamo una società da 8avo-10mo budget, che non significa 8avo-10mo posto: il cittadella con uno dei budget tutti gli anni tra i più bassi, riesce ad essere sempre tra le prime. quest'anno è arrivato ad un passo dalla A, sempre con il terz'ultimo budget del torneo. e, se andate a rivedere le dichiarazioni di venturato ad inizio stagione (ma anche dopo), lui ha parlatoi esplicitamente di un cittadella che quest'anno avrebbe puntato ad andare in serie A. vi invito sempre a verificare. perciò, a quanto pare, tutto il mondo è paese.

se a cittadella parlano di A, dopo aver venduto:
alfonso, salvi, varnier, scaglia, pezzi (ossia tutta la difesa più il portiere), arrighini kouame, strizzolo, (tutto l'attacco), bartolomei, chiaretti ed altri "minori"

ed aver preso:
paleari (era il secondo di alfonso), diaw (virtus entella, 11 gol in serie B in tutta la carriera), frare (difensore dal pontedera che ora vale milioni e verrà ceduto in A), ghiringhelli (terzino destro che ha giocato titolare, proveniente dal reggio audace, serie D), scappini (e non aggiungo altro), simone branca (da una squadra di seconda fascia danese), cancellotti (terzino-scarto del brescia), bussaglia (santarcangelo, serie D), alberto rizzo (trapani, serie C), finotto (che veniva dalla mirabolante annata in quel di unicusano), Drudi (trapani serie C), camigliano (difensore centrale-scarto del cosenza), malcore (attaccante-scarto dal carpi), panico (21enne attaccante in prestito dal genoa, che prima di approdare al cittadella aveva fatto un anno in C a teramo con 8 presenze e zero gol)

allora penso che chiunque possa dichiarare i medesimi obiettivi

4) nesta-frosinone: a nesta la squadra che gli era stata consegnata non è mai piaciuta ed a denti stretti e mezza bocca l'ha fatto capire già a settembre scorso. a frosinone trova una squadra con più possibilità economiche e una rosa da alta B, adatta alle sue ambizioni. a me di cosa faccia nesta non interessa niente, non sono io quello che rosica. tutt'altro. ma badate bene che a frosinone "si deve vincere". voglio vedere come si misurerà con la pressione sul raggiungimento dell'obiettivo.

ah, per quelli del frosinone che farà la solita corazzata: non ne dubito, ma intanto anche da loro c'è aria di smobilitazione. succede quando finisce un ciclo e ne va iniziato un altro.

non sempre si può dare continuità. nel calcio moderno sempre meno a mio modo di vedere

Online Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2986
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #47 il: Mercoledì 19 Giugno 2019, 20:53 »
Allora prendiamo il Ds del Cittadella ... gira e rigira la frittata è sempre quella. Sembra che questa Società le azzecchi tutte. Su Drole, Zebli e Kouan ti sbagli, non sono prodotti del nostro vivaio. Ci sono passati per caso in Primavera. Io preferisco la strategia del Brescia su Tonali, che non quella del Grifo su Ranocchia. Con Mancini avrai mantenuto buoni rapporti con la bergamasca, ma hai rotto con i viola. Comunque sia questa politica seguita a non piacermi e, fatti alla mano, non porta risultati. Solo plusvalenze. Se è questo il vero obiettivo, non c'è che dire: risultato raggiunto in pieno. Sulle giovanili glissiamo, che è meglio ... la storia di Di Nolfo te la può spiegare bene Saint Just, visto che è di Roma e conosce bene i fatti. Alla fine del discorso con chi ripartiremo oer l'anno uno? Non abbiamo un asse portante dallo scorso anno, ma solo buoni gregari. Non vedo la spina dorsale della squadra. Portiere, centrale che sappia dirigere la difesa, centrocampista esperto e di qualità,  punta da doppia cifra. Quando ci sarà, sarà anche possibile parlare del contorno. Per adesso il menù è solo sulla carta. Leali, Gyomber, Falzerano, Melchiorri, Rosi, Sgarbi, Mazzocchi, Ranocchia e Kouan. Da qui si riparte.

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1393
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #48 il: Mercoledì 19 Giugno 2019, 21:39 »
Purtroppo è così mancano gli attori principali ovvero quelli che costano.

Offline GRIFOnelCUORE

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Mag 2019
  • Post: 64
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #49 il: Mercoledì 19 Giugno 2019, 22:50 »
Allora prendiamo il Ds del Cittadella ... gira e rigira la frittata è sempre quella. Sembra che questa Società le azzecchi tutte. Su Drole, Zebli e Kouan ti sbagli, non sono prodotti del nostro vivaio. Ci sono passati per caso in Primavera. Io preferisco la strategia del Brescia su Tonali, che non quella del Grifo su Ranocchia. Con Mancini avrai mantenuto buoni rapporti con la bergamasca, ma hai rotto con i viola. Comunque sia questa politica seguita a non piacermi e, fatti alla mano, non porta risultati. Solo plusvalenze. Se è questo il vero obiettivo, non c'è che dire: risultato raggiunto in pieno. Sulle giovanili glissiamo, che è meglio ... la storia di Di Nolfo te la può spiegare bene Saint Just, visto che è di Roma e conosce bene i fatti. Alla fine del discorso con chi ripartiremo oer l'anno uno? Non abbiamo un asse portante dallo scorso anno, ma solo buoni gregari. Non vedo la spina dorsale della squadra. Portiere, centrale che sappia dirigere la difesa, centrocampista esperto e di qualità,  punta da doppia cifra. Quando ci sarà, sarà anche possibile parlare del contorno. Per adesso il menù è solo sulla carta. Leali, Gyomber, Falzerano, Melchiorri, Rosi, Sgarbi, Mazzocchi, Ranocchia e Kouan. Da qui si riparte.
scusa ma mi dici dei giovani, ti rispondo con gente che è uscita dalla primavera o da società affiliate (tirate fuori da te nel post precedente) e mi replichi che in primavera sono passati per caso? ma che significa? li abbiamo presi per il settore giovanile o no? e poi li abbiamo lanciati tra i professionisti o no?
dettali tu i criteri allora. devono crescere nel Perugia dalla scuola calcio in poi? non capisco, perdonami.
quando zebli ha esordito in B con Camplone, stagione 2014/15, il settore giovanile esisteva da 4 anni, quattro, perché (lo ribadisco) nel 2010 siamo falliti per la seconda volta nel giro di 5 anni.

per l'ossatura: fatta fuori tutta la rosa 17/18, era normale attendersi che molte mosse fossero poi da rivedere. goretti l'ha detto: se ricostruisci una rosa per intero, ci vogliono almeno 2-3 sessioni estive di mercato per assestarla, sistemarla, aggiustarla.
l'ossatura da alta classifica ancora non c'è. concordo. vediamo quest'estate cosa fanno. oggi è il 19 giugno, mancano ancora più di 10 giorni prima che apra il mercato. nessuno ha comprato nessuno.

Offline GRIFOnelCUORE

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Mag 2019
  • Post: 64
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #50 il: Mercoledì 19 Giugno 2019, 23:00 »
sul Cittadella:

le azzeccherà tutte come dite.

ma quella che ho descritto è la "continuità" che tanto cercate? Non mi sembra, eppure sono andati in finale playoff vendendo tutti i migliori (ma proprio tutti sul serio) e prendendo gente da serie D, serie C e scarti di squadre mediocri di B.

roba che, se fosse successa qua a Perugia, sai che sinfonie.

questo per dire che la ricetta vincente non esiste. altrimenti Benevento-cittadella non sarebbe finita 0-3 (a proposito di corazzate)

Online Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2986
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #51 il: Giovedì 20 Giugno 2019, 09:47 »
Allora prendiamo il Ds del Cittadella ... gira e rigira la frittata è sempre quella. Sembra che questa Società le azzecchi tutte. Su Drole, Zebli e Kouan ti sbagli, non sono prodotti del nostro vivaio. Ci sono passati per caso in Primavera. Io preferisco la strategia del Brescia su Tonali, che non quella del Grifo su Ranocchia. Con Mancini avrai mantenuto buoni rapporti con la bergamasca, ma hai rotto con i viola. Comunque sia questa politica seguita a non piacermi e, fatti alla mano, non porta risultati. Solo plusvalenze. Se è questo il vero obiettivo, non c'è che dire: risultato raggiunto in pieno. Sulle giovanili glissiamo, che è meglio ... la storia di Di Nolfo te la può spiegare bene Saint Just, visto che è di Roma e conosce bene i fatti. Alla fine del discorso con chi ripartiremo oer l'anno uno? Non abbiamo un asse portante dallo scorso anno, ma solo buoni gregari. Non vedo la spina dorsale della squadra. Portiere, centrale che sappia dirigere la difesa, centrocampista esperto e di qualità,  punta da doppia cifra. Quando ci sarà, sarà anche possibile parlare del contorno. Per adesso il menù è solo sulla carta. Leali, Gyomber, Falzerano, Melchiorri, Rosi, Sgarbi, Mazzocchi, Ranocchia e Kouan. Da qui si riparte.
scusa ma mi dici dei giovani, ti rispondo con gente che è uscita dalla primavera o da società affiliate (tirate fuori da te nel post precedente) e mi replichi che in primavera sono passati per caso? ma che significa? li abbiamo presi per il settore giovanile o no? e poi li abbiamo lanciati tra i professionisti o no?
dettali tu i criteri allora. devono crescere nel Perugia dalla scuola calcio in poi? non capisco, perdonami.
quando zebli ha esordito in B con Camplone, stagione 2014/15, il settore giovanile esisteva da 4 anni, quattro, perché (lo ribadisco) nel 2010 siamo falliti per la seconda volta nel giro di 5 anni.

per l'ossatura: fatta fuori tutta la rosa 17/18, era normale attendersi che molte mosse fossero poi da rivedere. goretti l'ha detto: se ricostruisci una rosa per intero, ci vogliono almeno 2-3 sessioni estive di mercato per assestarla, sistemarla, aggiustarla.
l'ossatura da alta classifica ancora non c'è. concordo. vediamo quest'estate cosa fanno. oggi è il 19 giugno, mancano ancora più di 10 giorni prima che apra il mercato. nessuno ha comprato nessuno.

"Le azzeccherà tutte come al solito" era in senso ironico ... visto che sembra riesca a fare con meno soldi meglio del Grifo, sono veramente fortunati. Zebli, Drole, Kouan NON sono prodotti del nostro vivaio ... sono passati in Primavera, appunto. Mi sembrava che il messaggio fosse chiaro. Due di loro provengono dalle giovanili di Juve e Inter e Kouan è stato preso da una squadra dilettantistica. Che ci vogliano due, tre sessioni di mercato lo ha detto già Goretti. Ma se ad ogni sessione cedi i pezzi migliori e ricominci da zero, dimmi quando arriva la terza sessione di mercato? Se poi, addirittura, hai già venduto l'unico giovane, senza mai nemmeno averlo testato in B, di quale aggiustamento della rosa parliamo? Rifaremo, come sempre, il solito mercato (ripercorreremo le tracce del passato, come scrissi tempo fa), nella speranza che a fallire stavolta sia il Foggia, come fu per l'Avellino, dal quale prendemmo due giocatori, che non si sono certo distinti per rendimento. Almeno, stavolta, si parla di Iemmello e Deli. Sarà dura, perché a parametro zero, ci sarà chi offrirà un contratto migliore e la possibilità di giocare in piazze altrettanto ambiziose. Ritenteremo i prestiti di El Yamiq, anche se una difesa composta da Rosi, Gyomber, El Yamiq e Sgarbi (con un terzino sinistro da acquistare), ha palesato limiti vistosi. Il centrocampo è tutto da ricostruire, perché perso Verre, ceduto Dragomir, ceduti sicuramente Bianco e Moscati, resteremo con Kouan e Falzerano e il rinnovo del prestito di Carraro. Non so che fine farà Buonaiuto, ma potrebbe venir buono, sempre che non arrivi la solita offerta irrinunciabile. Da ricostruire l'intero fronte d'attacco. Non so quale modulo adotterà Oddo, ma con il solo Melchiorri, siamo molto corti, perché mi risulta che sia Mustacchio, che Bianchimano saranno ceduti. In ultima analisi, questa quale delle famose due, tre sessioni di mercato è? La seconda? Goretti, se non sbaglio, fece quella affermazione alla cena di Natale, ancor prima della sessione invernale, nella quale non riuscimmo a tappare gli unici due buchi in rosa: i terzini. Allora, se i giocatori sono buoni (Martella, Faraoni, Vitale), costano e non ce li possiamo permettere, se sono a parametro zero, o non sono prime scelte o ce li fregano gli altri, se li prendiamo in prestito, anche a riscatto, poi il riscatto non lo possiamo esercitare per il tetto salariale, se li prendiamo con prestito secco, li dobbiamo restituire, vedi Han e Kingsley. Poi, che Goretti sarà capace, anche quest'anno di fare miracoli al mercato, ci spero e me lo auguro, ma quando si dice di costruire una rosa in due o tre sessioni di mercato, io do per scontato che volta dopo volta, tieni i migliori, o almeno qualcuno, ed integri la squadra con nuovi innesti, non che smonti sistematicamente ciò che hai costruito prima. Io sono più che paziente. Aspetto con fiducia e serenità il 31 agosto (anche se il campionato partirà il 23, con l'anticipo serale). Mi aspetto di vedere una squadra ben costruita, in modo coerente con le idee di Oddo, abbastanza completa in ogni reparto e competitiva. Sono meno tifoso per questo? Ti dirò,  ho già telefonato in sede per il rinnovo della tessera del tifoso che scade a luglio ... più ottimista di così. Ma il modo in cui sono stare costruite le rose del passato, visti anche gli ultimi play off, seguita a non convincermi. È l'unica via? Me ne farò una ragione. Ma sembra che anche per te la Società le indovini tutte e va bene così.  Per ne qualcosa non ha funzionato, se usciamo sempre dopo il primo o secondo turno. Magari è solo sfortuna.
« Ultima modifica: Giovedì 20 Giugno 2019, 11:18 da Marco Casavecchia »

Offline GRIFOnelCUORE

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Mag 2019
  • Post: 64
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #52 il: Giovedì 20 Giugno 2019, 13:06 »
iemmello è del benevento. non sarà a costo zero in ogni caso.

comunque magari iemmello e deli: 2 giocatori forti per la categoria, che ci farebbero molto comodo.

"Ma se ad ogni sessione cedi i pezzi migliori e ricominci da zero": chi sarebbero costoro? bisogna intendersi su questo.

per me non di certo monaco, mustacchio, moscati, bianco, falasco. buonaiuto? andrà certamente ad empoli dal suo mentore, che ha sempre seguito in ogni dove. ci strappiamo i capelli per buonaiuto? io no, anche perchè se lui va ad empoli, entrano risorse da poter impiegare. se al suo posto arrivasse schenetti, per me ci guadagneremmo (come livello tecnico di squadra) e nemmeno poco. leali? sinceramente preferirei altro, perciò lo venderei e/o scambierei per arrivare ad un portiere che dia più sicurezze.

l'unica rinuncia vera sarebbe dragomir e bisogna vedere se verrà venduto: intanto agli europei con la romania u21 nemmeno un minuto (e mi sono anche già espresso in merito, non ritenendolo chissà quale campione).
se nessuno offre almeno 3 milioni (così a sensazione mia) non credo vada da nessuna parte.

sui giovani già ti ho detto. se arriva la richiesta di una grande, glielo cedi e basta. così come (faccio solo i primi esempi che mi vengono in mente) orsolini per l'ascoli, sensi per il cesena, mandragora e torreira per il pescara, e come sarà anche per tonali appena qualcuno scuce i soldi che chiede cellino.
ma poi rimpiangere ranocchia, che ha fatto 30 minuti di campionato da professionista, non ti pare un tantino esagerato? se fosse il nuovo roberto baggio capirei (ma non lo è visto che nessuno ne parla), ma se invece va a finire come il terzino curti?

in quale sessione di mercato siamo, chiedi: per me ci apprestiamo ad inaugurare la seconda. gli esiti della prima, come si sarà capito dal tenore dei miei messaggi, non sono stati granchè soddisfacenti. ma è scusabile per il fatto di aver ricostruito da zero (stavolta sì, veramente) una rosa intera in una estate (rimasti in 4-5). più devi comprare, più ti esponi ad errori di valutazione.

perciò adesso, stante la situazione attuale (molti calciatori mediocri se l'obiettivo è la promozione), si impone una campagna di compravendite imponente, in cui piazzare chi non viene ritenuto all'altezza e/o utile al tecnico (e non ho nemmeno menzionato tutti quelli che, almeno nelle intenzioni della società per come la vedo io, dovrebbero fare le valigie), e prendere tutti quelli (più forti degli attuali) ai quali si riesce ad arrivare.

ma il calciomercato non è come andare dal futtivendolo, dove ti scegli la tua mela secondo come ti piace, paghi e te la porti a casa.

questo bisogna tenerlo sempre a mente.

perciò, se non arivi "ai martella" e non trovi alternative all'altezza, meglio provare a vedere se nella prossima sessione trovi qualcosa di utile, invece che spendere su una seconda scelta, che magari poi si rivela totalmente inadeguata (pavlovic docet).

scusate se mi ripeto ma, prima di recitare il de profundis, almeno aspettiamo che il mercato abbia inizio

Offline GRIFOnelCUORE

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Mag 2019
  • Post: 64
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #53 il: Giovedì 20 Giugno 2019, 13:08 »
anche a me a luglio scade la tessera del tifoso: che ti hanno detto sul rinnovo? che dobbiamo fare?

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1393
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #54 il: Giovedì 20 Giugno 2019, 14:43 »
Forse non ci capiamo ma la rinuncia ai vari Mancini, Drole', Zebli', Magnani e Di Carmine ci è stata venduta come un sacrificio utile a ricavare denari da investire per allestire una squadra competitiva per provare a fare il salto di categoria. Una volta ceduti questi piu' i vari Ranocchia, Buonaiuto, Volta e tutto quello che si muove a due gambe, sono stati acquistati nell'anno della rifondazione i vari Sgarbi, Moscati, Mazzocchi, Rosi e Melchiorri, ne avessero azzeccato uno, per fortuna i prestiti altrimenti eravamo in lega pro. Il discorso è questo e c'è chi ci crede, alle favole, e chi come me non ci crede piu'.
Discorso giovani ancora piu' clamoroso, Sensi tanto per fare un esempio è stato ceduto per dieci milioni, non per ottocentomila euro come Ranocchia, Tonali non si muove da Brescia perchè Cellino vuole una barca di soldi, quando ti chiedono un giocatore il prezzo lo fai tu non chi te lo chiede, al massimo si puo' intavolare una trattativa ma le svendite si fanno quando non hai nessun potere economico e hai bisogno di un piatto di lenticchie per campare.
Dragomir non va via per 3 milioni perchè non li vale minimamente ma ti assicuro che se qualcuno offre 500000 cash glielo portano a casa, altro da vendere non c'è compreso Leali che è costato molto ma adesso non vale nemmeno la meta' dei soldi investiti, stesso discorso per Bianco, Mustacchio e Moscati, tre giocatori comprati al di la del loro valore reale per dare corpo a una rosa sempre deficitaria. Il Cittadella investe su giocatori di categoria inferiore che valorizza e rivende a peso d'oro perchè evidentemente ha una rete di osservatori che li segue e li segnala al DS, noi non abbiamo neanche quella perchè costa, e quando non vuoi investire nulla ti affidi alla via piu' breve ovvero i prestiti.

Offline GRIFOnelCUORE

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Mag 2019
  • Post: 64
Re:Il Grifo di Oddo
« Risposta #55 il: Giovedì 20 Giugno 2019, 22:07 »
Forse non ci capiamo ma la rinuncia ai vari Mancini, Drole', Zebli', Magnani e Di Carmine ci è stata venduta come un sacrificio utile a ricavare denari da investire ...

taglio il quote e parto da qua: no, non ci capiamo. io parlavo della stagione appena conclusa, non della gestione santopadre da quando è arrivato

tra l'altro fammi dire che, viste le carriere di zebli e drole, il Perugia è stato quanto mai abile a monetizzare ben più del loro valore reale: se andiamo a fare un rapporto tra l'abilità del giocatore ed il prezzo a cui è stato venduto, credo che il ds che ha venduto sensi a 10 milioni (ammesso che sia così, perchè non ho dati per confortare la tua affermazione), a goretti non gli possa neppure allacciare le scarpe, visto il ricavato da zebli e drole.

capitolo ranocchia: cosa ha dimostrato, rispetto ai nomi che ho fatto? vogliamo dire che ranocchia doveva essere venduto al prezzo di sensi, di torreira o mandragora, o orsolini? suvvia.

dragomir, come si dice a Perugia, "ce l' sapremo ardì" se va via anche per 500 mila.

comunque, questo sì che lo capisco, deve essere dura per te continuare a seguire il Perugia con questo animo. mi viene da chiedermi chi te lo fa fare, se devi affrontare tutto con questa negatività. ma non sono affari miei, neppure ci conosciamo, perciò fai come credi. ci mancherebbe.

bada, anche io mi ritengo un tifoso ambizioso. neppure a me sta bene vedere di carmine rimpiazzato da una giovane scommessa in prestito, ma dobbiamo anche entrare nell'ordine di idee che non c'è una alternativa concreta a santopdare in questo momento. piaccia o meno.
poi cose buone ne ha fatte anche lui, ora non lo presentiamo come fosse il male assoluto.

guardiamo anche quante piazze più o meno blasonate ed importanti sono finite nel purgatorio della C o scomparse dal professionismo.

l'esempio del cittadella l'ho fatto per 2 motivi: il primo, la famosa continuità, che anche loro non paiono avere, stanti tutti i trasferimenti che ho elencato; il secondo, la vendita dei migliori per l'acquisto di gente sconosciuta proveniente dalle serie inferiori. cosa che qui a Perugia verrebbe presa come una cosa indegna, una dichiarazione implicita di completo disinteresse per il risultato sportivo ad esclusivo favore del ricavo.
eppure, tutti gli anni, fanno una squadra che riesce ad essere più o meno competitivo.

ah, guardate chi è il presidente del cittadella. gente che potrebbe stare in A fisso ed ambire all'europa league. tanto per capirci. eppure vendono kouame, giovane e talentuoso, e comprano malcore.

morale della favola: non sono contento della mediocrità neppure io, ma lamentarsi sempre di tutto non mi fa bene e non migliora la situazione.

come casavecchia, spero che venga allestita una squadra forte e competitiva. "spero", che non vuol dire "credo". ma ci spero
« Ultima modifica: Giovedì 20 Giugno 2019, 22:11 da GRIFOnelCUORE »