Autore Topic: Perugia vs Foggia  (Letto 542 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1749
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Perugia vs Foggia
« il: Mercoledì 26 Dicembre 2018, 11:05 »
Domani sera per cercare i tre punti, che in un campionato dalla classifica corta, fanno la differenza più delle belle prestazioni

 ;D
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 861
Re:Perugia vs Foggia
« Risposta #1 il: Mercoledì 26 Dicembre 2018, 11:29 »
3 punti : senza "se" e senza "ma"…  8)

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 605
Re:Perugia vs Foggia
« Risposta #2 il: Mercoledì 26 Dicembre 2018, 12:32 »
Partita da vincere a tutti i costi per avere una classifica coerente con il buon gioco espresso in questo girone di andata. Non vincere ci vedrebbe scivolare un pò come posizione.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1749
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Perugia vs Foggia
« Risposta #3 il: Giovedì 27 Dicembre 2018, 23:32 »
Tre punti dovevano essere e tre punti sono arrivati. Un tre a zero perfetto, ottenuto con una prestazione perfetta, dal punto di vista tecnco-tattico, dell'impegno e dei singoli!Kouan su tutti, ma benissimo Kingley e Verre come sempre. Bravi tutti comunque!Avanti così
 :-* :-* :-*
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1457
Re:Perugia vs Foggia
« Risposta #4 il: Giovedì 27 Dicembre 2018, 23:39 »
Per me Kingsley e Verre imprescindibili. Partita facile contro una squadra senza verso con un ottimo portiere. Abbiamo segnato 3 gol quasi senza punte.

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 605
Re:Perugia vs Foggia
« Risposta #5 il: Venerdì 28 Dicembre 2018, 08:43 »
Tutto molto bene; in primis il risultato e poi ottimi segnali su piu fronti e da più giocatori oltre ai soliti che continuano a confermarsi a certi livelli. Ora un altra battaglia a Cremona per peovare a mettere la ciliegina sulla torta di un girone di andata comunque da applausi.
« Ultima modifica: Venerdì 28 Dicembre 2018, 08:46 da Marco Perugia »

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1749
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Perugia vs Foggia
« Risposta #6 il: Venerdì 28 Dicembre 2018, 10:05 »
Ieri è stata anche la dimostrazione di quanto sia importante la scelta dell'allenatore. Grassadonia non era brillante,ma scegliere padalino è da suicidio! E dire che oltre a Mazzeo ,Kragel, Iemmello ( a proposito grazie per la scelta fatta in estate rifiutando il Grifo per fare panchina a foggia )hanno tanti buoni giocatori ( sulla carta), ma ieri sembravano allo sbaraglio!In questo senso anche per Cremona mi sento tranquillo, considerando Rastelli uno dei più mediocri tecnici in circolazione  :)
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3134
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Perugia vs Foggia
« Risposta #7 il: Venerdì 28 Dicembre 2018, 10:17 »
Vittoria ottenuta attraverso il gioco, quello che, al Curi, non dovrebbe mai mancare. Sarà un'ovvietà, ma all'uno a zero, cui faceva riferimento Nesta, io preferisco le gare con più gol, specie se a realizzarli è il Perugia. Il 3 a 0 di ieri, me ne ricorda un altro, con il quale il Grifo iniziò la sua fantastica cavalcata, sotto la guida di Castagner, nel lontano 1974, e che lo portò per la prima volta, nella sua storia, in Paradiso. Ieri come allora, i grifoni parevano volare, giustificando la strofa " ... perché veloci son come il vento", dello storico inno. Anche allora si levò dalla Curva il coro "Forza Grifo, alé, alé, alé, je ne facemo tre ...". La partita di ieri ci ha detto (almeno a me), che:
1. Che il centrocampo del Perugia, conta sulla presenza di due fenomeni che in B, fanno la differenza, cioè Verre e Kingsley.
2. Che se non segnano le punte, avere mezzali o intermedi (come li chiamano oggi) che vanno al tiro e in gol, è una risorsa imprescindibile.
3. Che Kouan, finalmente, ci dimostra che non è un oggetto da panchina.
4. Che comunque dobbiamo darci una svegliata in difesa perché a lasciar colpire di testa un avversario da solo non sempre si rimedia con una parata del portiere.
5. Che, nonostante la pochezza del Foggia, qualche cosa sulle fasce va aggiustato.
6. Che qualche volta, iniziare l'azione con un rilancio del portiere (vedi azione del gol) è meglio che rischiare di cincischiare con un fraseggio tra i difensori, specie se non tutti hanno il piede educato.
7. Che in avanti non guasterebbe un attaccante fisicamente strutturato, pronto a difendere la palla e far salire la squadra, necessario quando rischi di passare un tempo nella tua area come a Cittadella.
8. Che Nesta si sta conquistando la stima di tutti, compresa la nostra (ovvero la mia, in verità inizialmente perplesso sul modo in cui aveva iniziato la sua avventura perugina e su certe scelte iniziali di modulo e uomini), e che è migliorato molto anche sotto il profilo della comunicazione. Non dice mai banalità, cosa non scontata nel mondo del calcio, e fa sempre un'analisi puntuale di quello che è avvenuto in campo.
9. Che se la Società, finalmente, spenderà qualche soldo per i ritocchi necessari, seguendo i suggerimenti di Nesta (un terzino sinistro, almeno, un centrocampista o un trequartista di riserva, ed un centrale che sappia impostare), quest'anno, i play off, se raggiunti come si spera, non saranno solo una comparsata.
10. Che, in effetti, bisognerebbe avere la pazienza di aspettare la crescita della squadra e che il tecnico delinei le sue scelte, ma, purtroppo: che certi giocatori non erano idonei lo sapevamo già, che altri sarebbero cresciuti era una speranza, ma anche una scommessa (vinta in alcuni casi), come quella di puntare sullo stesso Nesta. Dopo Cremona, immaginiamo ci sarà qualche movimento di mercato. Da quanto si può capire (e da qualche dritta ricevuta) gente come Moscati, Terrani, Sgarbi, Bianchimano, Felicioli, forse Leali, magari Ranocchia, andrà a cercar fortuna altrove o, come si dice in questi casi : "A farsi le ossa".
Per ora siamo lì, oscillanti tra il settimo, ottavo posto. Sappiamo per esperienza che i play off sono un'altra cosa rispetto al campionato, e stare tra le prime del lotto è meglio che giocarsela da ultimi. La Società lo sa bene, quindi, ci auguriamo, che almeno quest'anno, faccia quei sacrifici economici che se, forse, avesse fatto in quakche altra occasione, sarebbero stati ripagati con ben altre soddisfazioni. Speriamo di ritrovarci qui a commentare qualche buon movimento di mercato tra qualche giorno (anche se con il procastinarsi della chiusura al 31 gennaio, già sappiamo che ci sarà da aspettare ...).
« Ultima modifica: Venerdì 28 Dicembre 2018, 10:20 da Marco Casavecchia »