Autore Topic: Dopo Pescara  (Letto 258 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Dopo Pescara
« il: Martedì 04 Dicembre 2018, 07:40 »
Come direbbe il buon Garinella, dopo triglie e squali, il Grifo ha pasteggiato anche a musciamme o mosciame di delfino. Cibo, ora vietato, ma tipico della tradizione ligure, sarda e sicula, al giorno d'oggi, si può gustare solo quello di tonno. Evidentemente al Grifo, poco importa della specie che gli capita a tiro e se può, caccia. A parte gli scherzi, finalmente il Perugia ha battuto una squadra, grande o accreditata tale, che la precede in classifica, scrollandosi di dosso, speriamo in modo definitivo, l'etichetta di forte con le deboli e debole con le forti, che gli si stava appiccicando addosso. La partita contro gli abruzzesi, a mio parere, ci ha detto diverse cose. Per esempio che, come sostenuto dallo stesso Nesta, non ci si deve piangere addosso se manca qualche titolare o presunto tale, perché non sono tanto i singoli ingranaggi ad essere importanti, quanto il meccanismo nel suo complesso che deve funzionare in modo preciso. Certe assenze non si sono nemmeno notate e questo, secondo me, ha un valore positivo, perché sta a significare che chi, finora, a torto o a ragione, è stato in panchina, merita una chance e di mostrare quanto vale e se è da Perugia o no, e che, tolti tre o quattro giocatori,  il cui tasso tecnico è nettamente superiore e che probabilmente non hanno sostituti di pari livello, per il resto, si può sopperire a certe assenze senza troppe preoccupazioni. D'altro canto, la medaglia ha, come sempre, il suo rovescio, ossia, in alcuni reparti la qualità scarseggia e il chi gioca, gioca, potrebbe voler significare un livello modesto. Aver giocato con due centrali a terzini, la dice lunga sul fatto che mancassero giocatori di ruolo. Altro punto di forza è la qualità del gioco a centrocampo, reparto, che pur farcito di giovanotti, ha dato prova di aver assimilato il verbo di Nesta, indipendentemente dagli interpreti, compresi gli assenti. Altra osservazione che mi sento di fare, riguarda Verre. Finalmente, e spero sia chiaro anche a chi lo voleva trasformare in metodista (ma perché c'è questa voglia di cambiare di ruolo ai giocatori, quasi a voler dimostrare per forza, di essere capaci di intuizioni geniali o che in fondo si può anche fare a meno di un giocatore affermato in un ruolo specifico?), che Verre deve giocare stabilmente nella metacampo avversaria, specie a ridosso delle aree nemiche, tra le file di centrocampo e attacco. In una squadra un po' asfittica in fatto di gol, i supi tiri micidiali, rappresentano una risorsa imprescindibile. La partita col Pescara, a mio parere, ci ha dato anche delle conferme in senso negativo, ovvero che non riusciamo ad evitare gol al primo tiro verso la nostra porta, col rischio di compromettere tutto. Gabriel seguita a non convincermi e non mi sembra sereno. Forse sarà rimasto sorpreso dal tiro di Melegoni, ma sembrava una statuina del presepe. E fortuna i testicoli di Dragomir, immolati al bene comune, altrimenti staremmo qui a parlare della solita beffa e di un pareggio ingiusto, frutyo di un destino cinico e baro. Ennesima uscita di pugno ed ennesima scelta sbagliata del portiere. Non sarebbe il caso di far posto a qualcun'altro, mentre Gabriel riacquista fiducia e sicurezza? Finalmente un gol su calcio piazzato. Assente Melchiorri, che comunque non è un goleador di razza, con un Vido, impreciso e nervosetto, a cui forse la mancanza di un gol toglie tranquillità e freddezza nelle scelte, il Perugia deve affidarsi alle qualità balistiche di Verre e di qualche difensore. Santopadre ha promesso tre innesti importanti. Si parla di un centrale dai piedi buoni, un esterno basso che sappia spingere e crossare, crediamo un centrocampista, con caratteristiche diverse da quelle degli altri, ma noi ci metteremmo anche una prima punta. Un uomo di peso, capace di far salire la squadra e raccogliere qualche rinvio del portiere, che in alcuni casi non guasterebbe. Una punta alla Cerri, per esempio. Che sgomiti e tenga fisicamente impegnata la retroguardia avversaria, dando più libertà di manovra a Melchiorri o a Vido, che, a mio parere, girano sempre troppo lontano dalla porta e quando sono lì, forse hanno perso un po' di lucidità. Un'ultima considerazione su Nesta. Il nostro specializzando, tranne qualche scelta a Benevento che non mi ha convinto, sembra imparare in fretta e bene. Le idee ci sono e in conferenza non spara cazzate (che non è cosa da poco). A quando la riconferma, prima che il canto delle sirene lo ammalii in modo pericoloso?


Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 669
Re:Dopo Pescara
« Risposta #1 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 09:19 »
Da " Tuttomercato": noto con stupore che il Perugia ha , nel suo organico, ben 2 Norbert Gyomber… ma rileggere gli articoli prima di pubblicarli è proprio tanto faticoso ?

Offline freeman

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Dic 2018
  • Post: 1
Re:Dopo Pescara
« Risposta #2 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 11:12 »
Serve la controprova a Lecce contro una grande in forma perchè abbiamo incontrato il Pescara, rimaneggiato ancora più di noi, nel loro momento negativo, una sola vittoria, in casa col Lecce, tra l'altro dopata dalla doppia espulsione dei salentini, due pareggi e tre sconfitte nelle ultime sei gare, un percorso da retrocessione.

Offline Gabri-grifo

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Nov 2018
  • Post: 19
Re:Dopo Pescara
« Risposta #3 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 11:51 »
Intanto ciao,poi io penso che arrivati ad un terzo esatto di campionato possiamo dire di avere la prova che siamo una buona squadra che sopperisce a dei limiti tecnici con un gran cuore e questo è molto importante,una gruppo creato saggiamente da ds e società e che piace per come si pone alla maggior parte dei tifosi....poi logico che ci siano squadre piu attrezzate e che sono partite con l unico obbiettivo di salire di categoria,noi se non mi sbaglio non siamo tra queste..siamo un gruppo giovane e nuovo che aveva come primo compito riavvicinare la squadra ai tifosi,cosa che sta ampiamente riuscendo,e logicamente portare a casa dei risultati che per inciso non è la promozione diretta.Io da parte mia aspetto a porre degli obbiettivi,cerchiamo di essere dove siamo ora anche a marzo..poi vedremo...per questo giudico la partita con il lecce come una sfida tra outsider,mi aspetto una partita combattuta e divertente da giocare senza tanti assili data la bontà della classifica attuale

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 369
Re:Dopo Pescara
« Risposta #4 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 12:01 »
Ciao freeman, benvenuto. Comunque se pesiamo le assenze in funzione della rosa non sò chi stava peggio. A noi mancavano Falasco, Bianco, Melchiorri ed Han.
Poi a questo punto del girone il valore del Perugia è abbastanza chiaro e la classifica lo rispecchia.
Più che valutare la prova di Lecce direi di valutare se da qui al 30 dicembre (5 partite) si riuscirà a rimanere nel gruppone medio alto e quali distacchi si avranno dai vari obiettivi che offre la classifica.
Poi sarà la società con il mercato a chiarirci meglio le idee.
Io all'inizio ho sempre indicato i play off come obiettivo di questa rosa e se il "gioco" e l'amalgama continuano a crescere, i giovani continuano a maturare, chi ha reso poco fin qui migliorerà le proprie prestazioni (Han su tutti), la società saprà inserire cosa serve e gli inseriti si integreranno bene magari si potrà anche sognare.
Il clima intorno alla squadra è positivo perché sta squadra lotta e da tutto e magari anche i più scettici, che a torto stanno disertando lo stadio, torneranno al loro posto da tifosi creando qull'ambiente Curi che potrebbe aiutare.
Credo comunque che almeno il problema retrocessione che alcuni dicevano potesse riguardarci stia piano piano sfumando.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Dopo Pescara
« Risposta #5 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 13:50 »
Sono ammessi gesti apotropaici di breve durata per non sfociare in auto erotismo
 :)

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 369
Re:Dopo Pescara
« Risposta #6 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 14:10 »
Perché ancora hai paura di retrocedere? ;)

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1108
Re:Dopo Pescara
« Risposta #7 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 14:37 »
Perché ancora hai paura di retrocedere? ;)

una toccatina non fa mai male!!
 :)

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 369
Re:Dopo Pescara
« Risposta #8 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 15:18 »

Offline grifoxsempre

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 92
Re:Dopo Pescara
« Risposta #9 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 17:46 »
Come direbbe il buon Garinella, dopo triglie e squali, il Grifo ha pasteggiato anche a musciamme o mosciame di delfino. Cibo, ora vietato, ma tipico della tradizione ligure, sarda e sicula, al giorno d'oggi, si può gustare solo quello di tonno. Evidentemente al Grifo, poco importa della specie che gli capita a tiro e se può, caccia. A parte gli scherzi, finalmente il Perugia ha battuto una squadra, grande o accreditata tale, che la precede in classifica, scrollandosi di dosso, speriamo in modo definitivo, l'etichetta di forte con le deboli e debole con le forti, che gli si stava appiccicando addosso. La partita contro gli abruzzesi, a mio parere, ci ha detto diverse cose. Per esempio che, come sostenuto dallo stesso Nesta, non ci si deve piangere addosso se manca qualche titolare o presunto tale, perché non sono tanto i singoli ingranaggi ad essere importanti, quanto il meccanismo nel suo complesso che deve funzionare in modo preciso. Certe assenze non si sono nemmeno notate e questo, secondo me, ha un valore positivo, perché sta a significare che chi, finora, a torto o a ragione, è stato in panchina, merita una chance e di mostrare quanto vale e se è da Perugia o no, e che, tolti tre o quattro giocatori,  il cui tasso tecnico è nettamente superiore e che probabilmente non hanno sostituti di pari livello, per il resto, si può sopperire a certe assenze senza troppe preoccupazioni. D'altro canto, la medaglia ha, come sempre, il suo rovescio, ossia, in alcuni reparti la qualità scarseggia e il chi gioca, gioca, potrebbe voler significare un livello modesto. Aver giocato con due centrali a terzini, la dice lunga sul fatto che mancassero giocatori di ruolo. Altro punto di forza è la qualità del gioco a centrocampo, reparto, che pur farcito di giovanotti, ha dato prova di aver assimilato il verbo di Nesta, indipendentemente dagli interpreti, compresi gli assenti. Altra osservazione che mi sento di fare, riguarda Verre. Finalmente, e spero sia chiaro anche a chi lo voleva trasformare in metodista (ma perché c'è questa voglia di cambiare di ruolo ai giocatori, quasi a voler dimostrare per forza, di essere capaci di intuizioni geniali o che in fondo si può anche fare a meno di un giocatore affermato in un ruolo specifico?), che Verre deve giocare stabilmente nella metacampo avversaria, specie a ridosso delle aree nemiche, tra le file di centrocampo e attacco. In una squadra un po' asfittica in fatto di gol, i supi tiri micidiali, rappresentano una risorsa imprescindibile. La partita col Pescara, a mio parere, ci ha dato anche delle conferme in senso negativo, ovvero che non riusciamo ad evitare gol al primo tiro verso la nostra porta, col rischio di compromettere tutto. Gabriel seguita a non convincermi e non mi sembra sereno. Forse sarà rimasto sorpreso dal tiro di Melegoni, ma sembrava una statuina del presepe. E fortuna i testicoli di Dragomir, immolati al bene comune, altrimenti staremmo qui a parlare della solita beffa e di un pareggio ingiusto, frutyo di un destino cinico e baro. Ennesima uscita di pugno ed ennesima scelta sbagliata del portiere. Non sarebbe il caso di far posto a qualcun'altro, mentre Gabriel riacquista fiducia e sicurezza? Finalmente un gol su calcio piazzato. Assente Melchiorri, che comunque non è un goleador di razza, con un Vido, impreciso e nervosetto, a cui forse la mancanza di un gol toglie tranquillità e freddezza nelle scelte, il Perugia deve affidarsi alle qualità balistiche di Verre e di qualche difensore. Santopadre ha promesso tre innesti importanti. Si parla di un centrale dai piedi buoni, un esterno basso che sappia spingere e crossare, crediamo un centrocampista, con caratteristiche diverse da quelle degli altri, ma noi ci metteremmo anche una prima punta. Un uomo di peso, capace di far salire la squadra e raccogliere qualche rinvio del portiere, che in alcuni casi non guasterebbe. Una punta alla Cerri, per esempio. Che sgomiti e tenga fisicamente impegnata la retroguardia avversaria, dando più libertà di manovra a Melchiorri o a Vido, che, a mio parere, girano sempre troppo lontano dalla porta e quando sono lì, forse hanno perso un po' di lucidità. Un'ultima considerazione su Nesta. Il nostro specializzando, tranne qualche scelta a Benevento che non mi ha convinto, sembra imparare in fretta e bene. Le idee ci sono e in conferenza non spara cazzate (che non è cosa da poco). A quando la riconferma, prima che il canto delle sirene lo ammalii in modo pericoloso?
Condivido tutto,Gabriel sul gol è rimasto colpevolmente immobile (anche se era difficile fare qualcosa) e anche la solita respinta di pugno verso il limite dell'area nel finale poteva costarci cara ma per fortuna stavolta non c'era Bandinelli.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Dopo Pescara
« Risposta #10 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 21:10 »
Perché ancora hai paura di retrocedere? ;)

Io non ho mai detto che saremmo retrocessi, nè lo ho mai pensato. Semmai non avevo molte certezze sulla possibilità di disputare un campionato ad alto livello. Nei miei post infatti ho dato il Grifo collocabile a metà classifica. Tuttavia una ravanata... non guasta. Prevenire è meglio che curare 😏

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 369
Re:Dopo Pescara
« Risposta #11 il: Martedì 04 Dicembre 2018, 21:58 »
Sta settimana cani e gatti sono spariti in attesa di una prossima sconfitta (speriamo ad anno nuovo) per tornare farsi sentire.
 >:(

Offline Greg68

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 436
Re:Dopo Pescara
« Risposta #12 il: Mercoledì 05 Dicembre 2018, 08:24 »
Sta settimana cani e gatti sono spariti in attesa di una prossima sconfitta (speriamo ad anno nuovo) per tornare farsi sentire.
 >:(

Mi hai anticipato... :D Chissa' che fine avranno fatto....

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1466
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Dopo Pescara
« Risposta #13 il: Mercoledì 05 Dicembre 2018, 13:40 »
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammutina mai

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Dopo Pescara
« Risposta #14 il: Giovedì 06 Dicembre 2018, 07:18 »
https://m.tuttob.com/editoriale/perugia-il-curioso-caso-di-sgarbi-106403

E già ... forse, come nel caso di Bianchimano, Terrani e, finora, Bordin non è tra le prime scelte. Come ha detto Nesta, ha davanti a sé altri giocatori e deve aspettare il suo turno. Se poi a gennaio arriverà un altro centrale la cosa per Sgarbi potrebbe complicarsi.