Autore Topic: Cosenza vs Perugia  (Letto 2293 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 669
Re:Cosenza vs Perugia
« Risposta #45 il: Lunedì 01 Ottobre 2018, 20:54 »
Stasera tutti a "fuori campo" la fiera dei ruffiani…

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Cosenza vs Perugia
« Risposta #46 il: Martedì 02 Ottobre 2018, 07:26 »
Tra le affermazioni di Nesta - lette sul Messaggero di lunedì - ce ne è una che mi lascia perplesso. A proposito del cambio di assetto, Nesta dice: "Non so se ci abbia aiutato, ho deciso di modificare l'assetto perché eravamo piatti, e anche se avevo mai provato questo schieramento, ho deciso di adottarlo. Si tratta di capire se poi le cose sono cambiate più per merito nostro o per demerito del Cosenza, ma per noi può essere un'alternativa".

Sigh! Qualcuno spieghi, al sig. Nesta, che il suo mestiere prevede anche, se non soprattutto, lo studio di varianti tattiche, provate in fase di preparazione di gara. Avendo poca esperienza come allenatore, se non quella della lega minore statunitense, una frase del genere, a mio giudizio, la dice lunga su tante cose. Capisco che la squadra è stata allestita una settimana scarsa prima dell'avvio del campionato, per cui durante la preparazione precampionato non abbia potuto lavorare molto sulla tattica e sulla possibilità di varianti al modulo scelto (o suggerito), ma almeno su un paio di moduli avrebbe dovuto lavorarci. Cosa avrebbe fatto? Improvvisato? Sperimentiamo le cose in partita, perché si sta perdendo? Ma quanto hanno studiato il Cosenza? Possibile che nessuno si accorga che nonostante 4 esterni e 4 centrali, il 3.5.2, non si stia rivelando il modulo migliore, stante la mediocrità di certi elementi o il rendimento scadente di altri? Che questo modulo sacrifica Melchiorri e Vido? Che il centrocampo, visto che già alla sesta giornata, fatica perché ci sono uomini stanchi o non in condizione, né copre, né imposta, costringendo le due punte ad un lavoro doppio? Che non arriva un cross dalle fasce? Che nelle ultime tre partite si sono create meno azioni da gol che in una sola dello scorso anno? Ma chi le deve osservare queste cose e chi deve studiare alternative e varianti tattiche? Oltretutto, con Han fuori gioco per tre mesi, Bianchimano poco impiegato, mi chiedo se dovremo affrontare tutto il girone di andata affidandoci ai soli Melchiorri e Vido, per segnare. Non una punizione sfruttata, non un calcio d'angolo calciato a verso, tiri da fuori area col contagocce, non un inserimento di una mezzala. Il solo Kingsley, per altro un primavera del Bologna, tecnico a dare vivacità alla manovra. Gli altri? Non pervenuti. Il gioco? Assente. Densità in attacco? Sconosciuta. E le prossime tre non saranno passeggiate.
« Ultima modifica: Mercoledì 03 Ottobre 2018, 19:38 da Marco Casavecchia »

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Cosenza vs Perugia
« Risposta #47 il: Martedì 02 Ottobre 2018, 16:15 »
Allora se le cose sono come dice Marco, è inutile scendere in campo e fare certe figure.Praticamente siamo in serie C già ad inizio campionato :) Ragazzi anche se è scarso ed inesperto ad allenare a certi livelli non diamo tutte le colpe all'allenatore.Se i giocatori sono mediocri o non hanno quella fame o voglia allora chiudiamo tutto e andiamo alle fiere.