Autore Topic: Caos italiano  (Letto 1248 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3130
  • Per aspera sic itur ad astra
Caos italiano
« il: Mercoledì 19 Settembre 2018, 08:55 »
C'è il rischio che il Perugia debba aspettare un altro po' prima di scendere di nuovo in campo, infatti il Palermo ha chiesto al Tar, la sospensione del campionato di B o quantomeno di sospendere le sue partite e quelle del Frosinone, in analogia a quanto avviene per le squadre sospese tra B e C. Situazione differente ma ipotesi da non scartare. Se ce ne fosse stato bisogno, ecco un altro esempio di italianità in negativo. Nessuno decide in via definitiva, ma provvisoria, le regoke sono elastiche ed afattabili alle circostanze. Per alcuni le fideiussioni son buone, per altri no; ad alcuni son permessi comportamenti antisportivi pur di interrompere il regolare svolgimento della gara, altri vengono sanzionati con la sconfitta a tavolino per impraticabilità del campo. Un ex ministro spara cazzate su twitter, per poi smentirsi e, come al solito, affermare che somo gli altri ad aver capito male. Ma che pretendiamo, in fondo. Siamo in un Paese in cui a capo della Commissione per l'istruzione mettiamo uno che ha a malapena la terza media, il ministro del lavoro è  uno che non ha mai lavorato in vita sua e che litiga con congiuntivi e condizionali, ed il ministro degli esteri che ignora la storia del proprio Paese, il cui popolo ha nel dna, purtroppo, il gene dell'emigrazione e dovrebbe saperne qualcosa di sofferenza legata alla guerra e alla povertà. L'Italia dei proclami, dei predellini, dei twitter, dei selfie, delle dichiarazioni da campagna elettorale nonostante il Governo sia insediato da mesi con ministri che sembrano non comunicare tra loro e discutere su coperture finanziarie inesistenti o insufficienti. Siamo capaci solo di mettere pezze qua e là, pure rotte, con il rimedio che è peggio del male. C'è odore di elezioni nell'aria. Non pensate che qualche grande città, con un congruo numero di potenziali elettori, non finisca per far pesare tutto ciò?

Offline Greg68

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 515
Re:Caos italiano
« Risposta #1 il: Mercoledì 19 Settembre 2018, 09:33 »
C'è il rischio che il Perugia debba aspettare un altro po' prima di scendere di nuovo in campo, infatti il Palermo ha chiesto al Tar, la sospensione del campionato di B o quantomeno di sospendere le sue partite e quelle del Frosinone, in analogia a quanto avviene per le squadre sospese tra B e C. Situazione differente ma ipotesi da non scartare. Se ce ne fosse stato bisogno, ecco un altro esempio di italianità in negativo. Nessuno decide in via definitiva, ma provvisoria, le regoke sono elastiche ed afattabili alle circostanze. Per alcuni le fideiussioni son buone, per altri no; ad alcuni son permessi comportamenti antisportivi pur di interrompere il regolare svolgimento della gara, altri vengono sanzionati con la sconfitta a tavolino per impraticabilità del campo. Un ex ministro spara cazzate su twitter, per poi smentirsi e, come al solito, affermare che somo gli altri ad aver capito male. Ma che pretendiamo, in fondo. Siamo in un Paese in cui a capo della Commissione per l'istruzione mettiamo uno che ha a malapena la terza media, il ministro del lavoro è  uno che non ha mai lavorato in vita sua e che litiga con congiuntivi e condizionali, ed il ministro degli esteri che ignora la storia del proprio Paese, il cui popolo ha nel dna, purtroppo, il gene dell'emigrazione e dovrebbe saperne qualcosa di sofferenza legata alla guerra e alla povertà. L'Italia dei proclami, dei predellini, dei twitter, dei selfie, delle dichiarazioni da campagna elettorale nonostante il Governo sia insediato da mesi con ministri che sembrano non comunicare tra loro e discutere su coperture finanziarie inesistenti o insufficienti. Siamo capaci solo di mettere pezze qua e là, pure rotte, con il rimedio che è peggio del male. C'è odore di elezioni nell'aria. Non pensate che qualche grande città, con un congruo numero di potenziali elettori, non finisca per far pesare tutto ciò?


Per carita' di dio.....Lascia perdere di parlare di titolo di studio  e ministri del lavoro con la terza media...Preferisco quelli anche con la 5 elementare  attuali, che tutta la feccia che ha governato sto paese negli ultimi 20 anni...Hanno letteralmente distrutto tutto quello che vi era da distruggere, quindi parliamo di questo giochino chiamato calcio....In merito a cio' tutto cio' e successo perche' le regole andavano cambiate gia' a Giugno con riunioni di urgenza e ufficializzare una volta e x tutte la B a 20 squadre o a 19...Punto! Invece abbiamo dato ancora spazio a ricorsi e ricorsetti, e lasciare ancora ad Ottobre la poss di poter modificare il tutto...Ma che paese è questo? Ma con quale diritto certe squadre arrivate ultime pretendono di essere ancora una volta ripescate??? Solo perche' il format e stato fino all anno scorso di 22, e quindi fino ad altri 70 anni deve rimanere tale ?? Basta, si accettino i verdetti del campo...Basta !!!
« Ultima modifica: Mercoledì 19 Settembre 2018, 09:48 da Saint Just »

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1749
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Caos italiano
« Risposta #2 il: Mercoledì 19 Settembre 2018, 09:57 »
C'è il rischio che il Perugia debba aspettare un altro po' prima di scendere di nuovo in campo, infatti il Palermo ha chiesto al Tar, la sospensione del campionato di B o quantomeno di sospendere le sue partite e quelle del Frosinone, in analogia a quanto avviene per le squadre sospese tra B e C. Situazione differente ma ipotesi da non scartare. Se ce ne fosse stato bisogno, ecco un altro esempio di italianità in negativo. Nessuno decide in via definitiva, ma provvisoria, le regoke sono elastiche ed afattabili alle circostanze. Per alcuni le fideiussioni son buone, per altri no; ad alcuni son permessi comportamenti antisportivi pur di interrompere il regolare svolgimento della gara, altri vengono sanzionati con la sconfitta a tavolino per impraticabilità del campo. Un ex ministro spara cazzate su twitter, per poi smentirsi e, come al solito, affermare che somo gli altri ad aver capito male. Ma che pretendiamo, in fondo. Siamo in un Paese in cui a capo della Commissione per l'istruzione mettiamo uno che ha a malapena la terza media, il ministro del lavoro è  uno che non ha mai lavorato in vita sua e che litiga con congiuntivi e condizionali, ed il ministro degli esteri che ignora la storia del proprio Paese, il cui popolo ha nel dna, purtroppo, il gene dell'emigrazione e dovrebbe saperne qualcosa di sofferenza legata alla guerra e alla povertà. L'Italia dei proclami, dei predellini, dei twitter, dei selfie, delle dichiarazioni da campagna elettorale nonostante il Governo sia insediato da mesi con ministri che sembrano non comunicare tra loro e discutere su coperture finanziarie inesistenti o insufficienti. Siamo capaci solo di mettere pezze qua e là, pure rotte, con il rimedio che è peggio del male. C'è odore di elezioni nell'aria. Non pensate che qualche grande città, con un congruo numero di potenziali elettori, non finisca per far pesare tutto ciò?


Per carita' di dio.....Lascia perdere di parlare di titolo di studio  e ministri del lavoro con la terza media...Preferisco quelli anche con la 5 elementare  attuali, che tutta la feccia che ha governato sto paese negli ultimi 20 anni...Hanno letteralmente distrutto tutto quello che vi era da distruggere, quindi parliamo di questo giochino chiamato calcio....In merito a cio' tutto cio' e successo perche' le regole andavano cambiate gia' a Giugno con riunioni di urgenza e ufficializzare una volta e x tutte la B a 20 squadre o a 19...Punto! Invece abbiamo dato ancora spazio a ricorsi e ricorsetti, e lasciare ancora ad Ottobre la poss di poter modificare il tutto...Ma che paese è questo? Ma con quale diritto certe squadre arrivate ultime pretendono di essere ancora una volta ripescate??? Solo perche' il format e stato fino all anno scorso di 22, e quindi fino ad altri 70 anni deve rimanere tale ?? Basta, si accettino i verdetti del campo...Basta !!!
di quella che chiami "feccia" fa parte frattini e tanti altri che non si sono mai allontanati dalle sedie di comando, magari saltellando da questa a quella senza averne requisiti e competenze, come per la maggior parte dei ministri parlamentari. I regolamenti e i gradi di giudizio sono infiniti affinchè possa perdurare questo modo mafioso di poter utilizzare due pesi e due misure a seconda della convenienza.....e quando occorre tirare sino alla prescrizione!Vogliono riportare il catania in b a tutti i costi, adesso come allora, in barbra a qualsiasi regolamento.....il Palermo merita la A, l'Avellino la B ( oppure anche Lecce e Foggia andrebbero escluse )....la B deve essere a 20 squadre ( con Avellino e Frosinone ....anzi ai ciociari starebbe bene anche una penalizzazione in B per disgustosa antisportività).......

p.s. ho spostato la discussione in una sezione più adatta a quella legata alle sole vicende del Perugia
 ;)
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1453
Re:Caos italiano
« Risposta #3 il: Mercoledì 19 Settembre 2018, 10:42 »
Condividendo tutto cio' che dite, mi pare superfluo aggiungere altre considerazioni che non porterebbero nessun contributo alla discussione. Una cosa però vorrei aggiungere, o meglio, una domanda che sia spunto di riflessione: qualcuno di voi ha mai visto o sentito parlare in Europa o in qualche altra parte del mondo ivi compreso il cosidetto "terzo mondo", di un giudice che twitta, rilascia dichiarazioni prima, durante e dopo una sentenza? Perchè Frattini è un giudice, e che giudice essendo il presidente della giunta del CONI e membro del Consiglio di Stato. Io non ne ho mai visti.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1749
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Caos italiano
« Risposta #4 il: Mercoledì 19 Settembre 2018, 12:19 »
http://lnx.tifogrifo.com/i-cinguettii-di-frattini-la-b-e-sospesa-anzi-no-lega-di-b-e-figc-chiedono-ritiro-provvedimento-tar-lazio/155267/


un ex ministro di governo ( berlusconi ), che si occupa di processi di mafia ...."scrive sentenze" ( su twitter?)....beh  se se ne occupa come del calcio....
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 602
Re:Caos italiano
« Risposta #5 il: Mercoledì 19 Settembre 2018, 12:30 »
a questo punto della discussione si potrebbe lanciare il coro: "oh ohoh ohoh ohoh  . . . . . . . . . w la fica e forza il Perugia . . . . . . . . . .oh ohoh ohoh ohoh "

 ;D 8) :-X :-X



Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3130
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Caos italiano
« Risposta #6 il: Mercoledì 19 Settembre 2018, 20:06 »
Infatti. Già che ci siamo aboliamo lo studio, specie della storia e della letteratura italiana. Mettiamo portantini ad operare, analfabeti a fare il ministro dell'istruzione e Paperino a dirigere i Ros. Chissà che non vada meglio. Domandine semplici, semplici: ma non era la Lega di Maroni, Bossi e Tremonti a gridare: Roma ladrona? E i grillini di oggi, come quelli che votarono Pizzarrotti a Parma, non sono transfughi di FI e compagnia? La sindaca di Roma non era per caso collaboratrice dello studio Previti? Io, uno, con titolo inferiore al mio, come Presidente della Commissione istruzione non ce lo vedo. Magari perché non mettere un appuntato a capo delle Forze Armate ... tanto. Ps. Come previsto, la B si avvia ad un campionato a 20. Legittimo il ricorso dell'Entella che ga diritto alla B, poichè la penalizzazione del Cesena doveva essere comminata nel campionato scorso.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3130
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Caos italiano
« Risposta #7 il: Mercoledì 19 Settembre 2018, 22:02 »
http://www.umbria24.it/cronaca/terni-consiglieri-comunali-morosi-indagati-falso... A proposito di feccia... Il nuovo avanza, a Terni.

Offline Greg68

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 515
Re:Caos italiano
« Risposta #8 il: Giovedì 20 Settembre 2018, 08:42 »
Infatti. Già che ci siamo aboliamo lo studio, specie della storia e della letteratura italiana. Mettiamo portantini ad operare, analfabeti a fare il ministro dell'istruzione e Paperino a dirigere i Ros. Chissà che non vada meglio. Domandine semplici, semplici: ma non era la Lega di Maroni, Bossi e Tremonti a gridare: Roma ladrona? E i grillini di oggi, come quelli che votarono Pizzarrotti a Parma, non sono transfughi di FI e compagnia? La sindaca di Roma non era per caso collaboratrice dello studio Previti? Io, uno, con titolo inferiore al mio, come Presidente della Commissione istruzione non ce lo vedo. Magari perché non mettere un appuntato a capo delle Forze Armate ... tanto. Ps. Come previsto, la B si avvia ad un campionato a 20. Legittimo il ricorso dell'Entella che ga diritto alla B, poichè la penalizzazione del Cesena doveva essere comminata nel campionato scorso.


Rispondere ad affermazioni di questo genere andremmo fuori tema, non è il caso..e rimarremmo sempre di opinioni totalmente diverse.....Ad ogni modo non vi era bisogno del tuo post x capire il tuo pensiero in merito alla politica.... ??? Eppure sapessi quanti ( Tanti) si sono resi conto di chi li ha governati x tanti anni, e sopratt gli ultimi....Ad ogni modo tornando a parlaree di calcio, personalmente mi fa piacere se verra' ripescata L Entella, l unica tra le pretendenti ad avere piu' titolo, e giustificazioni....

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1453
Re:Caos italiano
« Risposta #9 il: Giovedì 20 Settembre 2018, 09:04 »
Infatti. Già che ci siamo aboliamo lo studio, specie della storia e della letteratura italiana. Mettiamo portantini ad operare, analfabeti a fare il ministro dell'istruzione e Paperino a dirigere i Ros. Chissà che non vada meglio. Domandine semplici, semplici: ma non era la Lega di Maroni, Bossi e Tremonti a gridare: Roma ladrona? E i grillini di oggi, come quelli che votarono Pizzarrotti a Parma, non sono transfughi di FI e compagnia? La sindaca di Roma non era per caso collaboratrice dello studio Previti? Io, uno, con titolo inferiore al mio, come Presidente della Commissione istruzione non ce lo vedo. Magari perché non mettere un appuntato a capo delle Forze Armate ... tanto. Ps. Come previsto, la B si avvia ad un campionato a 20. Legittimo il ricorso dell'Entella che ga diritto alla B, poichè la penalizzazione del Cesena doveva essere comminata nel campionato scorso.

Il pensiero di Marco che è assolutamente condivisibile in ogni punto, non ha secondo me nessuna valenza politica. Marco esprime un concetto sacrosanto che si rifa' al principio di meritocrazia che in Italia non è mai stato applicato per motivi legati al clientelismo e alla corruzione. Queste idee non sono ne di destra, ne di sinistra e nemmeno di centro, sono i principi sui quali si dovrebbe fondare uno stato di diritto. Come non riconoscersi in questi valori, chi li travisa o non li capisce mi fa venire seri dubbi.

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Caos italiano
« Risposta #10 il: Giovedì 20 Settembre 2018, 17:59 »
...Siamo in un Paese in cui a capo della Commissione per l'istruzione mettiamo uno che ha a malapena la terza media, il ministro del lavoro è  uno che non ha mai lavorato in vita sua e che litiga con congiuntivi e condizionali, ed il ministro degli esteri che ignora la storia del proprio Paese, il cui popolo ha nel dna, purtroppo, il gene dell'emigrazione e dovrebbe saperne qualcosa di sofferenza legata alla guerra e alla povertà.....Capisco che è molto difficile di accettare questo governo gialloverde, con attacchi tutti i giorni sia di destra che di sinistra. State buoni e comodi e non vi rovinate il fegato per i prossimi minimo 5 anni.C'è odore di elezioni nell'aria??? Magariiii cosi si fa piazza pulita una volta per tutte della mummia di Arcore e del fantoccio di Firenze.Forse qualcuno ancora non riesce a staccarsi dal cordone ombelicale del passato.Poi per carità, ognuno è libero di pensare ed agire come vuole.

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 536
    • www.enrico-gatti.com
Re:Caos italiano
« Risposta #11 il: Giovedì 20 Settembre 2018, 23:54 »
Non é una questione di riuscire a staccare col passato: quello credo che lo vorremmo, se non tutti, almeno in molti.
Il fatto è che si dovrebbe tendere ad andare verso un miglioramento, un'evoluzione, una maturazione.
Ma qui sembra che le lezioni del passato non siano state studiate e quindi di sicuro arriveranno bocciature perché ci sono state - e vi sono - troppe parole, troppe visibilità sui social media e troppa poca sostanza di quella che fa smuovere la realtà. E col calcio tutti i balletti e rimpalli, guarniti di dichiarazioni avventate da varie parti, si è visto esattamente lo stesso.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1749
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Caos italiano
« Risposta #12 il: Venerdì 21 Settembre 2018, 20:48 »
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Caos italiano
« Risposta #13 il: Sabato 22 Settembre 2018, 07:55 »
Se il governo interviene, perde tutta la credibilità che ha acquistato in questi mesi. Sicuramente il mio voto per quello che può valere non lo prende più.Quindi credo che al massimo può essere un campionato a 20 squadre con l'Entella inclusa.

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 536
    • www.enrico-gatti.com
Re:Caos italiano
« Risposta #14 il: Sabato 22 Settembre 2018, 10:39 »
Ah, perché? Aveva acquistato credibilità?
Forse presso coloro che li avevano votati...
Poveri loro illusi, poveri quelli che sono delusi e poveri tutti coloro che stanno assistendo al graduale sprofondamento di quella che fu la culla di una grande cultura.
Ci attende inesorabile il destino della Grecia.
Perdonate il Cassandrismo.
Speriamo almeno che il Grifo ci consoli un poco ritornando da Palermo con punti e buone notizie sul fronte gioco e solidità difensiva...