Autore Topic: Intervista a Santopadre  (Letto 1904 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #45 il: Venerdì 10 Agosto 2018, 12:39 »
Certo che strano in un modo o nell altro si cerca sempre di criticare anche le poche cose positive fatte al momento..Comincio con Floccari, visto che qualcuno ha letto il messaggero e pensa che sia il vangelo della verita'...Floccari a suo tempo ando' a Ferrara x affetti familiari li vicino, e quindi non si muove non perche' il Perugia' non vuole pagarlo...Punto! La fonte della notizia? Altri quotidiani di ferrara vicini a Floccari!  Riguardo il mercato Ngawa o come cavolo si chiama insieme a Falasco sono arrivati e hanno firmato, si tratta sounas dal monopoli, ma lo stesso  Monopoli, non vuole rinunciarci, la punta centrale che chiede nesta, sembra che si sia fatto piu' di un tentativo x iemmello e Ardemagni, preferirei iemmello personalmente, ma in ogni caso anche ardemagni non sarebbe poi' cosi male.....Per finire arrivera' sicuramente qualcun altro, quindi fare dei melodrammi non è proprio il caso al momento....Buona Giornata e Forza grifo a prescindere e in ogni categoria !!!! Ah dimenticavo il punto 6 è condivisibile,  il resto sono opinioni da rispettare, ma parecchie cose non condivido....


Si, si.. Tu credici. Come ovvio che Di Carmine sarebbe restato a Perugia. Affermazione fatta motivandolo come scelta di vita. Evidente che una volta a Verona non può dire non volevo venire, mi ci hanno spedito. Il tweet di Samuel è molto eloquente, come il fatto che non ha detto nulla sulla società. Un silenzio altrettanto eloquente. In merito al Messaggero, e a quanto pubblicato, ti faccio notare che io di persone che lavorano intorno al Perugia ne conosco, e quando la stessa notizia te la dicono in due, tre un fondo di verità c'è. Ma certo noi a Perugia siamo tutti grullo, invece chi sta fuori ne sa sempre più... Contento tu...

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #46 il: Venerdì 10 Agosto 2018, 12:51 »
Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Certo che poi Di Carmine se ne è andato e ha fatto la scelta. Ma chi segue il Perugia sa come va a finire se entri in conflitto con qualcuno. Ripassatevi le vicende di Mazzeo, Lanzafame, Bianchi, Guberti, ecc... Cosa avrebbe dovuto fare Di Carmine? Restare gratis o con un contratto di due anni a cifre ridicole? Veramente pensate che il Perugia lo avrebbe perso a parametro zero nel 2019? Ma sul serio credete questo? O non è più plausibile che alla fine le condizioni proposte erano così poco allettanti che di è visto costretto ad accettare, malgrado la sua volontà? Sarebbe rimasto un anno e comunque poi se ne sarebbe andato. Il fatto che non abbia fatto cenno alla società è sintomatico. Avendo soddisfatto la "sua" volontà di essere ceduto, avrebbe dovuto minimo ringraziarla. Evidentemente i rapporti si sono logorati da tempo (Palermo c'entra) e quindi...

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 369
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #47 il: Venerdì 10 Agosto 2018, 14:04 »
Gratis?
Cifre ridicole.? Le stesse cifre da lui accettate quando ha firmato il contratto.
Gli è stato proposto un aumento ma certamente non si è arrivati alle cifre del Verona.
E se di Carmine anno faceva un annata di merda che faceva? Riduceva l'ingaggio.
Poi vogliamo impalare la società se non spende per ingaggi che reputa fuori portata. Avrebbe dovuto sottostare al giochino al rialzo sull'ingaggio? O fa bene ad avere un tetto?

Poi cosa avrebbe potuto dire?
Per esempio poteva dire: io e la mia famiglia stavamo bene a Perugia e i patti erano che andavo via solo per la serie A. Poi invece è uscita la richiesta del Verona (che io reputo di serie a anche in B) (sviolinata per Verona per farsi apprezzare) e quindi anche dopo il volere del perugia di vendermi ho deciso senza pensarci un attimo di accettare perché qui....... ecc... eecc...

Sarebbe stato molto diverso.

Si fanno le pulci alle parole di alcuni si è di altri no?

Io ringrazio di Carmine e quando verrà da avversario avrà i miei meritati applausi ma in questa vicenda la verità sta nel mezzo.

Avrebbe dovuto ringraziarla,   E quindi visto che non l'ha fatto é per forza perché gli altri sono cattivi?


Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 669
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #48 il: Venerdì 10 Agosto 2018, 14:22 »
Visto che si sono gettati come sciacalli sulla carogna dell'Avellino ,(cosa da me già prevista in tempi non sospetti) perchè non hanno preso anche Castaldo, così che la smetta ,una buona volta, di farci gol ?-

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 669
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #49 il: Venerdì 10 Agosto 2018, 14:40 »
Credo che Di Carmine vada ringraziato proprio per aver accettato di fornire le sue prestazioni sportive nettamente al di sopra della media in un campionato come la serie B,percependo per questo cifre RIDICOLE .Non so perchè lo abbia fatto, rinunciando ad ingaggi doppi o tripli… forse perchè la famiglia si trovava bene a Perugia o altro. Adesso, con l'età che avanza, è giusto che provi a mettere fieno in cascina, ma ripeterà l'annata scorsa, che rappresentava per lui l'ultima occasione di mettersi ancora di più in mostra? Andava ceduto senz'altro… bastava essere onesti nel dirlo e la gente avrebbe capito…

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #50 il: Venerdì 10 Agosto 2018, 16:36 »
E già... Finché sono in biancorosso tutti bravi ragazzi, quando vanno via, o sono costretti a farlo, o vendono per incassare, diventano tutte teste di cazzo. Fate come vi pare, io continuo a credere che Di Carmine al Verona sia più un affare per il Perugia che per il giocatore. Ovvio che non puoi competere a certe cifre ma conosciamo bene i tetti stipendiali del Grifo. Senza Di Carmine, saremmo stati nella cacca. Motivo più che legittimo per non venderlo. Ma la tentazione è stata enorme. Con il rischio di perderlo a parametro zero, la società ha fatto bene a venderlo. Bastava dirlo. Invece di dire altro quella sera in tv, a me e a chi ascoltava. Che motivo c'era di girarci intorno. Lo sapevamo tutti che non avrebbe rinunciato all'affare. Ridicolo poi dire che sarebbe andato solo in A, o sarebbe stato ceduto per un'offerta irrinunciabile. Poi basta così. Tanto, ci scommetto, come sempre accade a Perugia, quando se ne andrà Santopadre, quelli che ora ne difendono scelte e politica e modi di fare, saranno i primi a dirne peste e corna. Questo glielo ho detto in faccia. Diffida fu chi ti bandisce ed impara ad accettare critiche o opinioni avverse.

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 669
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #51 il: Venerdì 10 Agosto 2018, 18:02 »
Giusto… Penso che sia: "diffida da chi ti blandisce… ho capito bene?

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 369
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #52 il: Venerdì 10 Agosto 2018, 20:16 »
Nessuno ha dato del testa di cazzo a di Carmine.
Ho scritto riconoscenza e applausi per lui.
Ho scritto anche che in questa separazione la verità sta nel mezzo.

O ma leggete come vi pare, e quando la domanda o l'osservazione è la contraddizione è scomoda si cambia discorso.

Santopadre diffida sopratutto da chi ti blandisce. Accetta le critiche. Ma non diffidare mai dai Tifosi del Grifo.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #53 il: Sabato 11 Agosto 2018, 08:34 »
Giusto… Penso che sia: "diffida da chi ti blandisce… ho capito bene?

Giusto. È il correttore che spesso scrive a rava

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2668
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #54 il: Sabato 11 Agosto 2018, 11:20 »
Non cambio discorso, né mi sottraggo al contraddittorio. Seguito a ritenere che le parole e ciò che si dice abbia un senso. Siccome penso di conoscere abbastanza bene la lingua che uso e con la quale mi esprimo, per me, ciò che viene detto ha un solo significato. Quando mi si dice che un giocatore verrà venduto solo in A, e che dei due (Magnani e Di Carmine) uno solo sarà venduto, quello ascolto e a quello credo! Non sono io a dare una lettura diversa alle affermazioni, o a fare le pulci, a chicchessia. Quando si fanno certe affermazioni, puntualmente smentite dai fatti, che non sono opinabili, bisognerebbe essere o più cauti, o più diplomatici, se poi, per non urtare la sensibilità dei tifosi si preferisce dire una cosa, per poi fare altro, questo è un altro discorso. Ma se continuiamo a dire che tutto va bene, che "cos'altro avrebbe dovuto dire", "che sono cose che si dicono", come fanno molti politici, compresi quelli recentemente eletti, allora giustifichiamo tutto e pace alla buon'anima. Non ci andassero in TV, o non rilasciassero dichiarazioni a senso unico. Quando Goretti affermò che Cosmi non fu scelto perché, tra l'altro avrebbe portato con sé un preparatore inesperto, mi è solo venuto da ridere. O ci prendono tutti per coglioni (ma del resto se abbocchiamo ad ogni cosa, fanno bene), oppure non si ha il coraggio di dire la verità, che, conosciamo tutti. A Perugia, in panchina, siedono allenatori con determinate caratteristiche e con certi caratteri. Altri non vanno bene. Bastava dire che il profilo di Serse Cosmi non era ritenuto idoneo. So per certo che non ne avrebbe fatto una questione economica. Quindi ... Sui contratti "ridicoli", sembra che cadiamo dal mondo. Lasciamo stare il tetto che è meglio, spesso sforato per giocatori più dannosi che utili. Ce lo avrei voluto vedere perdere Di Carmine a parametro zero nel 2019. Di Carmine aveva ancora un anno di contratto. Evidente che a guadagnarci sia stata la società. Se lo tieni e non rinnova lo perdi e non ci realizzi le famose plusvalenze, Se lo vendi ci guadagni un botto. Usando il rasoio di Occam, la conclusione è solo una. Evidente che la cifra offerta per il rinnovo non sarà stata allettante, ma sostenere che sia stato il giocatore a volersene andare, come adesso, per Buonaiuto, a me non convince. Capitolo prestiti. Facciamo dell'ironia sui pochi prestiti di quest'anno? Bene. Che dovrei dire io che sono tre anni che sostengo che con i prestiti non si va da nessuna parte. Vedi questione Bandinelli. Parole del presidente "lui avrebbe voluto giocare anche dopo l'infortunio, ma siccome non era il nostro, lo staff medico del Sassuolo ha detto di no! Come in altri casi, vedi quell'ingrato del francese di colore, che dopo una battaglia per averlo e farlo giocare (anche lui dopo un infortunio), ci ha ripagato con una prestazione di merda ed un retropassaggio, che sembrava quasi studiato, tanta la millimetrica precisione. O tanti altri giocatori che sapendo di andarsene a fine stagione non si sono certo dannati l'anima. Ora ci si vanta di prendere giocatori di proprietà? Bene arrivati!
Mi si può obbiettare che prima non c'erano le plusvalenze e non si poteva fare. Forse. Ma nemmeno prendere tutti quei ex squalificati, giocatori in convalescenza (Nura e Dellafiore, per es.) o svincolati alla Zanon. Lo dicemmo allora e i fatti ci hanno dato ragione. Non è poi un mistero che a Perugia gli ingaggi non sono certo invitanti, ma sostenere che chi va via parla male della società per giustificare qualche rifiuto è un'offesa alla mia intelligenza. Non so alla vostra. Capitolo Floccari. Non è venuto e mi sta bene. Se Goretti, come mi risulta, abbia sconsigliato Santopadre ha fatto non bene, ma di più. Floccari era stato contattato anche due anni fa, sembra grazie anche al contributo di un ex grifone suo compagno di squadra. Non se me è fatto nulla, ma non mi risulta perché preferisse stare vicino a casa. Ora si può essere sempre da una parte, giustificando sempre e tutto quello che viene detto e fatto, ma si può anche scegliere, tra il nero e il bianco anche il grigio. In passato, quando la società ha ben operato, come lo scorso anno con una campagna acquisti che definimmo buona, pur se con qualche perplessità (assenza di un vero terzino sx, mancanza di mezzali di riserva, assenza di un centrale di difesa con i peidi buoni), nessuno ha criticato la società. Magari dicemmo che Dessena, Casale e Frick, non potevano essere forse idonei alla B (come poi si è verificato), magari dicemmo che Giunti non era la scelta giusta (ahi noi, anche qui ci prendemmo), e magari sostenemmo che entrare nei play off sarebbe stato un mezzo miracolo. Per noi la parole contano e hanno un peso. Se invece per altri tutto si può dire perché "tanto fanno tutti così", o tutto va bene purché non si fallisca, è una scelta rispettabile, ma per me non condivisibile. Non pensiate che si fallisca perché si spende di più di quello che si può. Si fallisce se i soldi destinati a stipendi, tasse e pagamenti vari, finiscono altrove. Come successo anche recentemente. Fatevi raccontare da Stefano perché il Cesena è fallito ... Il Perugia è fallito per lo stesso motivo. Quello che era destinato ai pagamenti finiva altrove. Santopadre non lo fa? Meglio per lui e per il Perugia. Ma non dovrebbe essere un vanto, ma la norma. Invece ci stupiamo!

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1108
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #55 il: Sabato 11 Agosto 2018, 12:12 »
Domandatevi perchè la lega di serie B non vuole ripescaggi e anzi vuole fare il campionato a 19 squadre, neanche a 20 come era nel progetto mai attuato. Se potessero sceglierebbero un mini torneo a 5 squadre con play off e play out all'infinito, il tutto per dividere la torta con fette piu' grandi. La serie B rende parecchi soldi, non come la massima serie, ma garantisce comunque quello che santopadre definisce l'autofinanziamento. Sacrosanto quello che dice il prof, non si fallisce perche' si spende piu' di quello che si incassa, cio' è vero al punto che la stessa lega ha stabilito un tetto per gli ingaggi e chi lo sfora viene penalizzato: perchè la lega lo ha fatto? Semplice, per cercare di arginare i furbetti che gonfiano i bilanci per provare a fallire con la borsa piena. Ma la lega è andata oltre per cercare di controllare i milioni di euro che elargisce, ha obbligato le società a dimostrare investimenti nelle cosidette infrastrutture e nel calcio femminile. Tutto per lo stesso motivo, mettere paletti ai presidenti che altrimenti studierebbero trappole per intascare i contributi federali. Possiamo discutere se ci sono riusciti oppure no ma questa è la realtà.
Capitolo Floccari. Il giocatore sarebbe venuto di corsa a Perugia, anzi due anni fa ci venne un paio di volte ed era anche disposto a ridurre le proprie richieste economiche pur di venire in una piazza come Perugia, peccato che l'offerta massima proposta sia stata meno della meta' di quella offerta dalla Spal e pertanto, giustamente, se ne è andato a Ferrara contribuendo in maniera sostanziale alla promozione in serie A. Oggi bene ha fatto Goretti, se è vero cio' che leggo, a sconsigliare l'acquisto di un giocatore che è anagraficamente improponibile a certi livelli ma del quale non si discute il valore.
Comunque vedo che è sempre stramaledettamente difficile convincere un giocatore a venire da noi, c'è sempre qualcuno che te lo porta via sul piu' bello e ci costringe ad aspettare gli ultimi due giorni dove raccogliamo gli scarti di tutti gli altri, ho perso il conto dei giocatori accostati o contattati dal Perugia che sono andati altrove.
 

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 369
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #56 il: Sabato 11 Agosto 2018, 12:16 »
quando le cose che si fanno ora non piacciono si critica(giustamente), quando le cose che si fanno ora sono in linea con le critiche di prima si critica perche non le li sono fatte prima.

come ad un alunno che viene  impreparato piu volte nell'occadione che viene preparato non gli si dice bene, bravo ma lo si redarguisce pe le volte che non veniva preparato.

e che cazzo. dice l'alunno
 :D

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 369
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #57 il: Sabato 11 Agosto 2018, 12:24 »
esempi:
-via tutti questi indegni. li stanno mandando via tutti ma poi si -critica perche al ritiro  la rosa era in altomare (mica facile fare 20 giocatori nuovi per chi non é neanche ricco)
-troppi prestiti. quest'anno molti meno prestiti ma si continua a dire politica dei prestiti.
-basta proclami. bene non mi sembra checsiabo stati fatti proclami st'anno na si cintunuoa a criticare e rinfacciare i proclami di 2 o 3 anni fa.
e si potrebbe continuare

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1108
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #58 il: Sabato 11 Agosto 2018, 12:36 »
esempi:
-via tutti questi indegni. li stanno mandando via tutti ma poi si -critica perche al ritiro  la rosa era in altomare (mica facile fare 20 giocatori nuovi per chi non é neanche ricco)
-troppi prestiti. quest'anno molti meno prestiti ma si continua a dire politica dei prestiti.
-basta proclami. bene non mi sembra checsiabo stati fatti proclami st'anno na si cintunuoa a criticare e rinfacciare i proclami di 2 o 3 anni fa.
e si potrebbe continuare

Via tutti gli indegni era sacrosanto quest'anno ma forse eravamo gia' in riterdo, peccato che Di Carmine, Magnani, Buonaiuto fossero tutto tranne che indegni e invece Leali, Belmonte, Del Prete, tanto per fare alcuni nomi sono ancora la. Via chi porta soldi bisognava dire perche' gli altri non li vuole nessuno nemmeno gratis.

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 669
Re:Intervista a Santopadre
« Risposta #59 il: Sabato 11 Agosto 2018, 12:43 »
Probabilmente non si fanno piu' proclami e sparatorie varie perché della loro attendibilità non sono più tanto convinti nemmeno i piccioni che popolano il vetusto Curi...