Autore Topic: Lettera semisera a Goretti  (Letto 3627 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2900
  • Per aspera sic itur ad astra
Lettera semisera a Goretti
« il: Sabato 28 Luglio 2018, 17:41 »
Caro Roberto, scusa il tu confidenziale, ma data la differenza di età (potresti essere stato un mio alunno) ed il fatto che, da tifoso, spesso ti ho incitato ma, talvolta, anche mandato a quel paese per qualche tuo svarione, specie nelle tue ultime apparizioni in maglia biancorossa, oltre al fatto che ci siamo incontrati in occasione di qualche trasmissione, mi perdonerai questa licenza. Ammetto di ammirare la tua capacità di costruire qualcosa dal nulla (quest'anno poi, più che mai), con poche risorse e mezzi, ottenendo apprezzabili risultati. Oddio, per la verità ci manca sempre qualcosa e più che obiettivi esaltanti, ci si deve sempre accontentare di arrivare quasi in cima e rimanere a guardare i festeggiamenti degli altri. Ti pare poco (potrebbe obbiettare qualcuno)? No, per carità! La permanenza in B è già una buona cosa, ma... ma Perugia, e tu lo sai bene, non è una città, o una piazza, come tante altre. Il Perugia ha una storia testimoniata da quel Museo, fiore all'occhiello della società, ma, direi, vanto di tutta una città e del popolo biancorosso. E qui veniamo al nocciolo della questione: costruire qualcosa dal nulla, da "zero", come in questa stagione. Della rosa dello scorso anno restano pochi superstiti, anche meno di pochi, se tu dovessi cedere alle lusinghe economiche che sembrerebbero arrivare anche per Buonaiuto. Siamo a pochi giorni dai primi incontri ufficiali e sei ancora a un terzo dell'opera (forse un solo reparto su tre può dirsi adeguato anche se incompleto), per il resto, il cantiere non è nemmeno partito. Parli di nuovo progetto, fatto per ripartire, ma certo che, anche quest'anno, tra prestiti secchi e giocatori di prospetto, sarai costretto agli straordinari, e ad inventarti qualche alchimia, che se non funzionasse dovrai ripensare o reinventare a gennaio, come sempre da quando operi come direttore sportivo, o responsabile area tecnica. Qualche svincolato, qualche ritorno, qualche giovane, e qualche giocatore con guai fisici più o meno superati. Di progetto non parlerei, perché tanto sappiamo che il prossimo anno dovrai ricostruire tutto o quasi. Un progetto di un edificio  con finestre, porte e tetto in prestito, che sai che dovrai restituire ai legittimi proprietari. Ma tant'è, ci sei abituato. Forse meno abituato sarà il buon Nesta, che supponiamo non immaginava di ritrovarsi ad allenare una squadra a puntate. Speriamo riusciate, tu e lui, a stupirci... Buon lavoro, caro Roberto, ma in conferenza o in altre occasioni taciamo se non possiamo dire ciò che vogliamo o che, per opportunità, non è conveniente dire. Il 25 agosto si avvicina. Come sarà la partenza del Grifo, questa volta?
« Ultima modifica: Lunedì 30 Luglio 2018, 11:01 da Marco Casavecchia »

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 786
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #1 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 08:42 »
Magari fosse semiseria,  la lettera….

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2900
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #2 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 09:59 »
Pensa se fosse stata seria...

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 530
    • www.enrico-gatti.com
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #3 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 10:04 »
Speriamo che la legga
E che chi di dovere si metta una mano sul Grifo e l'altra sulla coscienza
Grazie Marco

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #4 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 11:18 »
Il Presidente ormai ci ha preso gusto di guadagnare soldi, praticamente senza quasi mai investire nulla.Basta con questo Presidente, basta con questo Goretti è ora che si levano dalle pal..e. Tanto pensano solo a loro stessi,Infischiandosene  dei tifosi e del Perugia.

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 504
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #5 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 13:10 »
Il Presidente ormai ci ha preso gusto di guadagnare soldi, praticamente senza quasi mai investire nulla.Basta con questo Presidente, basta con questo Goretti è ora che si levano dalle pal..e. Tanto pensano solo a loro stessi,Infischiandosene  dei tifosi e del Perugia.
.
ma quando dici "basta con questo presidente" (e ci sta che non ti piaccia ) a chi pensi per sostituirlo?
perché sennö non capisco il senso. un Presidente ci vuole. Non é che puoi fare senza.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1652
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #6 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 14:01 »
Il Presidente ormai ci ha preso gusto di guadagnare soldi, praticamente senza quasi mai investire nulla.Basta con questo Presidente, basta con questo Goretti è ora che si levano dalle pal..e. Tanto pensano solo a loro stessi,Infischiandosene  dei tifosi e del Perugia.
.
ma quando dici "basta con questo presidente" (e ci sta che non ti piaccia ) a chi pensi per sostituirlo?
perché sennö non capisco il senso. un Presidente ci vuole. Non é che puoi fare senza.

giancaspro  :D
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 786
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #7 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 14:34 »
Bravo micio!  Ma  qui c'è ancora qualcuno che, se va via questo affarista, se la fa nelle mutande… ma di cosa hanno paura?  Pur di perdere regolarmente dei play-off falsi, di sentire proclami e sbruffonaggini mai mantenute, di "alzare l'asticella", di vedere a perugia vecchi dinosauri del pallone "ah, vedrè adesso con Diamanti… "sono e sarebbero disposti a mettersi a "pecora" ancora una volta per farsi ancora una volta "intortare " da questo tizio, che , se va via lui sarà l'apocalisse:  fallimenti, serie D , dilettanti e chi più ne ha… nel 2010, quando si andava a s.sepolcro o a Deruta e Spoleto, io mi sono divertito tantissimo perché il calcio, se lo ami, è bello a qualsiasi latitudine ed in qualsiasi categoria : è questo che questi cacasotto non capiscono, morto un papa… e se poi non ne arriva un altro, chissenefrega, aspetteremo… intanto il barbuto vada a prendere per il cu. Lo altra gente che non siano i perugini.

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 504
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #8 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 15:03 »
Il Presidente ormai ci ha preso gusto di guadagnare soldi, praticamente senza quasi mai investire nulla.Basta con questo Presidente, basta con questo Goretti è ora che si levano dalle pal..e. Tanto pensano solo a loro stessi,Infischiandosene  dei tifosi e del Perugia.
.
ma quando dici "basta con questo presidente" (e ci sta che non ti piaccia ) a chi pensi per sostituirlo?
perché sennö non capisco il senso. un Presidente ci vuole. Non é che puoi fare senza.

giancaspro  :D

non male :D
di giocatori ne prende a bizzeffe. e poi quelli boni. ;D

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 504
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #9 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 15:05 »
Bravo micio!  Ma  qui c'è ancora qualcuno che, se va via questo affarista, se la fa nelle mutande… ma di cosa hanno paura?  Pur di perdere regolarmente dei play-off falsi, di sentire proclami e sbruffonaggini mai mantenute, di "alzare l'asticella", di vedere a perugia vecchi dinosauri del pallone "ah, vedrè adesso con Diamanti… "sono e sarebbero disposti a mettersi a "pecora" ancora una volta per farsi ancora una volta "intortare " da questo tizio, che , se va via lui sarà l'apocalisse:  fallimenti, serie D , dilettanti e chi più ne ha… nel 2010, quando si andava a s.sepolcro o a Deruta e Spoleto, io mi sono divertito tantissimo perché il calcio, se lo ami, è bello a qualsiasi latitudine ed in qualsiasi categoria : è questo che questi cacasotto non capiscono, morto un papa… e se poi non ne arriva un altro, chissenefrega, aspetteremo… intanto il barbuto vada a prendere per il cu. Lo altra gente che non siano i perugini.
.
anche per gioca a san sepolcro serve un Presidente. o sei proprio per chiudere la squadra.?

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 504
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #10 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 15:12 »
se non ti interpreto male allora andrebbe bene anche che si facesse il passo molto piu lungo della gamba. rischiando pur di andare su il tutto per tutto.
Tanto alla piu brutta se si fallisce ci si libera del barbuto affarista e poi ci sarà qualcuno che ti fa ripartire dalla serie d.
no?

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 504
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #11 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 15:17 »
per chiudere la risposta... se va via credo che nessuno la faccia nelle mutande ma tutti vorrebbero almeno uno non dico migliore ma almeno uguale (senza barba possibilmente). se deve arriva uno peggiore allora stiamo cosi.
.
no?

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 504
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #12 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 15:20 »
davvero l'ultima... io asan sepolcro spoleto e deruta ecc... c'ero e non mi sono divertito per un cazzo.
Chiedo  Marco Casavecchia. Ti sei divertito tu?

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2900
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #13 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 17:39 »
Beh, divertito sì, perché quando il Perugia vince io mi diverto sempre, indipendentemente dalla serie. Mi rammento che nel lontano 1988 (Bei tempi! Nel senso che avevo solo 33 anni), quando vincemmo la C2, l'equivalente della serie D attuale, io mi divertii e parecchio, specie quando vincemmo ad Andria 3-1. Se poi, invece, il senso della tua domanda è se mi fa piacere vedere giocare il Perugia tra i Dilettanti o in C, naturalmente la risposta è no. Purtroppo, però, non siamo noi a decidere in quale serie giocare e se con Gaucci, dopo anni di mediocrità siamo tornati in A (poche chiacchiere e molti fatti), con lo stesso Gaucci, siamo scomparsi, per gli stessi motivi (più o meno) per i quali scompaiono squadre come Cesena, Bari e, probabilmente Avellino. Per i buffi e gli stipendi non pagati. Io non invoco una cessione del Grifo tout court, perché ho in antipatia Santopadre (cosa per altro non vera). Mi rendo perfettamente conto che se non c'è nessuno in vista che possa rilevare la società, con l'intenzione di far meglio, tanto vale resti lui alla guida del Grifo. Io gli imputo solo il fatto di non essere del tutto credibile, e specifico che è una mia impressione, personale e non assoluta, quando afferma che per il Perugia questa è l'unica strategia perseguibile per competere in B. Non sono convinto che non si possa intraprendere una politica di valorizzazione dei giovani fatti in casa. Per esempio, mi chiedo perché Traorè sia stato venduto al Verona, o sia stato liberato in modo tale che potesse accasarvisi gratis. Rientra nell'affare Di Carmine? Ok, ma allora, delle due l'una: o è bravo e noi non lo abbiamo capito, o è una mezza calzetta e serve solo a compensare qualche cosa che non riusciamo a comprendere. Perché dire che avremmo ceduto solo uno tra Magnani e di Carmine? Dici molto semplicemente che Magnani lo vendi alla Juve (mi sa che già era suo) perché dalla cessione ci ricavi un bel po' di soldi e ci paghi Leali, e che Di Carmine lo vendi perché è un affarone per entrambi e il prossimo anno non si sa. Trasparenza e sincerità con i propri tifosi. E veniamo agli obiettivi stagionali. Santopadre afferma che è la piazza a chiedere la A, e che è la stessa tifoseria ad alzare l'asticella. Poi però subito dopo ammette di essere ambizioso perché chi non lo è, resta un mediocre, mentre lui, che si è costruito da solo, tende sempre a fare meglio e di più. Legittimo e condivisibile, ma sperare di farlo, ripartendo da zero, ancora basandosi su prestiti secchi (che secondo me sono deleteri, visto che verso la fine del campionato, sapendo di dover rientrare presso le proprie società qualcuno ha calato vistosamente di rendimento, forse inconsciamente), prestiti con diritto di riscatto se si va in A, qualche acquisto, ma non tale da far sognare i tifosi, e i soliti tentativi di rianimare qualche vecchietto o "recuperando" (Per esempio, ma sto Palumbo arrivato dal  Carpi, dopo un infortunio, che fine ha fatto?) non mi sembra prometta nulla di buono. Ora, se veramente vuoi andare in A, non ti dico di spendere soldi che non hai, di inseguire Verona, Benevento, Palermo, Brescia, Crotone e così via, ma nemmeno di fare e disfare tutti gli anni squadra e team tecnico. Per me non è la strategia giusta. Per me la strategia giusta è programmare, progettare, ricercare anche nelle serie minori i Buonaiuto, i Magnani, i Terrani, i Di Chiara di turno e, possibilmente, tenerli o al limite venderne il meno possibile. Possibile che in tutte le categorie non ci siano giocatori di buona qualità per costruire qualcosa di più duraturo che non il tempo di qualche mese? Come hanno fatto Carpi e Cittadella, per esempio, a creare una buona squadra partendo dalla C, ed operando pochi innesti anno dopo anno? Lo stesso Frosinone ha un nucleo di giocatori che sono anni che giocano assieme e partirono dalla C, quindi senza paracadute di sorta. Se, invece, la Società mi dice: "facciamo quel che si può ma non promettiamo nulla di esaltante ed eclatante", allora mi va bene. Non crediamo che la gente faccia l'abbonamento perché qualcuno promette la A o dice di voler far meglio dell'anno precedente. Ci fossero, sarebbero dei gonzi a crederlo, visto che in quattro anni il risultato ottenuto è solo una onesta ed apprezzabile salvezza. Magari poi, ti dice culo, ed azzecchi la cinquina ... Bene, speriamo sia così, prima o poi. Ma con la nascita delle seconde squadre di A, temo che molti giovani prospetti non circoleranno più, che i giocatori forti, le squadre se li terranno o li venderanno a caro prezzo. Quindi se non inizi un vero progetto si scouting pescando qua e là (Bucchi venne scovato tra i dilettanti, come i Pin di una volta, i Bagni e i Novellino, tanto per capirci) mi sa che tanti prestiti non li vedremo più. La prova? Guarda quanto fatichiamo a prendere Bandinelli, Petkovic o Kinglsey. Donnarumma, Lapadula e tanti altri sono stati acquistati per pochi euro ... bastava arrivarci. Perugia non attrae più, forse perché qui prendono poco? Se Vives lo scorso anno ha rifiutato Perugia ed ora va a Terni, c'è da pensare. Due anni fa Bucchi chiese un regista ed una punta. Non fu fatto uno sforzo e ci giocammo la A. L'anno scorso non abbiamo preso due mezzeali di riserva. Rotto Bandinelli (che se era il nostro avrebbe giocato, sono sicuro, ma essendo del Sassuolo è stato fatto fermare), ci siamo ritrovati col sedere per terra. Cosa mi dovrebbe far credere che, a 15 giorni dalla chiusura del mercato, Goretti riuscirà nell'impresa di portare almeno una decina di giocatori a Perugia in tempo utile per consegnare a Nesta una squadra competitiva? Dico una decina perché: serve un terzo portiere, due difensori centrali titolari, un terzino sinistro, oltre a Felicioli, due mezzali (un titolare ed una riserva), una riserva di Bianco, una quarta punta, un trequartista ... Per me la società può restare a vita a Perugia, basta che mi dimostri con i fatti e non a parole di volere veramente la serie A. Perché ci vuole un mago per fare con pochi spiccioli quello che altre società possono permettersi di fare con i soldi veri. E a volte nemmeno ci riescono.
« Ultima modifica: Lunedì 30 Luglio 2018, 17:47 da Marco Casavecchia »

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Lettera semisera a Goretti
« Risposta #14 il: Lunedì 30 Luglio 2018, 18:26 »
Se un presidente dice ai suoi tifosi di una società come il Perugia e non del Francavilla, che l obbiettivo massimo è la salvezza, beh allora si tira la zappa ai suoi piedi e non fa più di 500- 1000 abbonati.Sono i tifosi che devono comprendere questo presidente. Siccome il tifoso crede alle favole, voilà che il Presidente si lecca i baffi ;)