Autore Topic: Santopadre a Fuori Campo  (Letto 2046 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline grifogatto

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 435
    • www.enrico-gatti.com
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #30 il: Martedì 12 Giugno 2018, 22:08 »
Sì, e infatti si è capito che siamo stretti in una posizione obbligata dai vincoli sopra esposti.
Insomma, se ne potrà uscire solo se il mago Goretti tirerà fuori dal 🎩 cilindro non conigli ma qualche bel giocatore e Nesta qualche trovata geniale. Sperando che non ci dica male e che non ci ritroveremo a lottare nei bassifondi, ma a questo non ci voglio neanche pensare...
Intanto però Leali confermato in porta non mi rassicura più di tanto: già questa è discutibile. Speriamo che qualcuno gli insegni le uscite...
« Ultima modifica: Martedì 12 Giugno 2018, 22:14 da grifogatto »

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 442
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #31 il: Mercoledì 13 Giugno 2018, 08:59 »
Il problema principale non sono tanto i soldi da spendere per acquistare giocatori. Si può fare un ottima squadra anche spendendo poco, con giocatori con la voglia di arrivare e di dare tutto per la maglia del grifo. Tutto questo purtroppo non succede e da noi vengono solo giocatori scarichi sia fisicamente che mentalmente. Eppure una società come il Perugia che ha fatto la storia con i suoi anni in serie A, con la sua imbattibilità,con le sue presenze in coppa internazionali, dovrebbe fare da stimolo ai giocatori per dare il 100%.Invece succede il contrario, squadre molto meno importanti come il Cittadella, trovano sempre giocatori che danno sempre tutto. A questo punto mi viene una domanda da fare, non è che Goretti ed i suoi collaboratori sono sopravvalutati e non riescono a trovare giocatori con le palle?

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 623
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #32 il: Mercoledì 13 Giugno 2018, 09:44 »
Se tu,  per scelta societaria ,devi sempre andare a raschiare il fondo del barile, è molto difficile trovare quelli che tu chiami "giocatori con le palle": i prestiti, specie nel ritorno, (vedi Politano)  tendono a ritrarre la gambina;  gli infortunati cronici, una volta che giocano , hanno paura di rifarsi male; i fuori ruolo o gli adattati non rendono per forza di cose; quelli scarsi sono scarsi e basta perchè sono costati 2 lire… gli ex-galeotti ci mettono una vita a riprendere il ritmo partita, non sono più giovani e spessissimo non ci riescono (Lanzafame, Guberti)… questo è… con questa tipologia di persone il Perugia ha a che fare, per scelta propria. È qui che deve affondare il coltello della rifondazione ( voi ci credete?) ultimamente tanto sbandierata:  Quando mi dici che vuoi tenere un Volta ( che ha fatto ampiamente il suo tempo), quando mi dici che vuoi "parlare " con Leali,  come se le tue parole lo traformassero nell'Alisson di turno, cosa vuoi rifondare?  Quando ti è piaciuto tantissimo il riccioluto Nesta, che per ora si è solo riavviato le chiome ed è riuscito a mettere una parola dopo l'altra dopo immani sforzi, cosa vuoi "rifondare"? La gente tosta di categoria ci vorrebbe, ma qui ritorniamo al "vorrei ma non posso… .

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 442
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #33 il: Mercoledì 13 Giugno 2018, 09:48 »
Ovviamente in casa Ternana si tengono gli occhi sui suddetti Bari e Foggia soprattutto, perchè una eventuale sanzione che non ne permetta la partecipazione alla prossima stagione cadetta aprirebbe per le Fere le porte del possibile ripescaggio...è mai possibile che questa squadra venga sempre ripescata? :'(

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2596
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #34 il: Mercoledì 13 Giugno 2018, 10:16 »
Beh, rifondazione o meno, credo che in casa Perugia ci si sia resi conto che alcuni giocatori sono arrivati al capolinea e, forse non lo ammetterà nessuno, ma ai play off siamo arrivati con molta, troppa gente priva di stimoli e ormai calcisticamente parlando, alla frutta. Di qui l'epurazione e la decisione, condivisibile, di tagliare il gruppo storico. Su Volta, che rispetto a Belmonte, Del Prete, Zanon, o qualcun altro, ha ancora mercato, immagino che il Perugia faccia un discorso diverso. Credo che aspetti qualche offerta per ricavare soldi. Come da noi largamente anticipato, tutti i prestiti rientreranno a casa base. I vari Pajac, Colombatto, Cerri, Germoni, Bandinelli, Gustafson, Diamanti,  e compagnia, lasceranno Perugia, Monaco sarà venduto, Rosati e Nocchi, pure. Non so a quali giocatori di proprietà si riferisse Santopadre, ma di sicuro ne resteranno una manciata. Abbiamo capito che tra Magnani e Di Carmine, ne resterà solo uno. Al momento, quindi si riparte da: Leali, Volta (forse), Magnani o Di Carmine, Terrani, Buonaiuto, Bianchi, Mustacchio (?), Kouan, Santopadre jr. Non molto, in verità. Si tenterà di farsi lasciare Bandinelli e Gustafson. Serviranno terzini, centrali, centrocampisti e ben tre punte. Un paio di mesi di intenso lavoro per Goretti, che si dovrà superare. Una postilla, autoreferenziale: la richiesta di partecipazione di Perugianelcuore, per me è SaintJust, è motivo di orgoglio, ma credo debba esserlo per tutti gli utenti. Se infatti il forum si è ritagliato un suo spazio tra testate on line e siti sportivi, lo si deve anche al dibattito continuo che c'è tra gli utenti e al rispetto reciproco, pur nella diversità di vedute.

Offline grifogatto

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 435
    • www.enrico-gatti.com
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #35 il: Mercoledì 13 Giugno 2018, 10:28 »
Mi sembra che Goretti - per quanto bravo e giustamente accreditato fra i migliori della serie B - non possa fare anche l'indovino: noi con la trinità Falco-Bianco-Colombatto pensavamo di avere pescato il tris d'assi migliore della categoria e invece i fatti hanno dimostrato altro. Quindi, oltre a mirare bene, bisogna incrociare le dita...

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1419
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #36 il: Mercoledì 13 Giugno 2018, 13:47 »
Mi sembra che Goretti - per quanto bravo e giustamente accreditato fra i migliori della serie B - non possa fare anche l'indovino: noi con la trinità Falco-Bianco-Colombatto pensavamo di avere pescato il tris d'assi migliore della categoria e invece i fatti hanno dimostrato altro. Quindi, oltre a mirare bene, bisogna incrociare le dita...

Colombatto allenato da Cosmi a Trapani sembrava un fenomeno....magari conta anche il manico?
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammutina mai

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1055
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #37 il: Mercoledì 13 Giugno 2018, 14:02 »
Il manico conta e non solo nel calcio, anche le aziende che funzionano hanno il manico buono. In ciò si giustificano i milioni di euro per ingaggiare allenatori e manager capaci, è il primo e determinante passo per cercare di vincere poi ci vogliono una serie di altre situazioni ma tutte consequenziali. Noi siamo oltre questi step ci sono i tre comandanti che pensano a tutto.

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 623
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #38 il: Mercoledì 13 Giugno 2018, 22:46 »
Vado fuori tema… ma dovevo dirlo :"quando rivedremo nel Perugia un giocatore come Coronado"?

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2596
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #39 il: Giovedì 14 Giugno 2018, 06:54 »
Avrebbe dovuto esserlo Falco. Purtroppo quest'anno, come ho detto al Pres, sono mancati prima gli uomini dei giocatori. Il trequartista vuole una squadra costruita intorno a sé. A un Coronado preferisco un Tedesco o un Liverani. Ma io sono per un altro tipo di modulo. Di base preferisco il 4.3.3 o un 3.5.2. Ma indipendente da ciò è la varietà della rosa e la possibilità di scelta che contano. Puoi vincere anche senza prime donne, quando funziona tutto il resto. Il Perugia dei Casarsa, Novellino, Bagni, Rapajc, e compagnia, vinceva grazie a due cose: al manico e al senso di appartenenza al gruppo. Cose che, singolarmente o entrambe, sono mancate al Perugia di questi ultimi tempi.

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 623
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #40 il: Giovedì 14 Giugno 2018, 08:57 »
Sono d'accordo;  la mia era una valutazione squisitamente "tecnica"del giocatore, a prescindere da moduli ed altre interpretazioni di gioco… volevo, cioè, mettere in risalto la sua grandissima qualità:  ieri sera la differenza l'ha fatta lui… Saluti!

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1055
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #41 il: Giovedì 14 Giugno 2018, 10:15 »
Tutto vero, l'anno scorso la differenza l'avrebbe dovuta fare Falco il quale ha avuto problemi di inserimento perchè è esploso Han, poi a gennaio decidi di restituire Han al Cagliari e Falco al Bologna per acquistare la scommessa Diamanti, non si puo' dire che si sia cercato di migliorarsi. La sensazione è che si sia voluto risparmiare sull'ingaggio di un top player come Falco e si sia voluto creare una plusvalenza sul mini prestito di Han senza reinvestire nulla, forse perchè gli abbonamenti erano gia' stati sottoscritti?

Offline Marco Perugia

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Mar 2018
  • Post: 278
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #42 il: Giovedì 14 Giugno 2018, 12:11 »
Tutto vero, l'anno scorso la differenza l'avrebbe dovuta fare Falco il quale ha avuto problemi di inserimento perchè è esploso Han, poi a gennaio decidi di restituire Han al Cagliari e Falco al Bologna per acquistare la scommessa Diamanti, non si puo' dire che si sia cercato di migliorarsi. La sensazione è che si sia voluto risparmiare sull'ingaggio di un top player come Falco e si sia voluto creare una plusvalenza sul mini prestito di Han senza reinvestire nulla, forse perchè gli abbonamenti erano gia' stati sottoscritti?

Da quello che ho capito le plusvalenze servono "per gi avanti". Stando a quanto detto se nbon ne faremo altre tra 2 anni saremmo in difficoltà e dovremmo ridimensionare ancora (problema grosso). Se è cosi a ogni plusvalenza tocca esulta come ad un gol.
Io ho capito questo.
Magari sbaglio ma da come alcuni parlano delle plusvalenze sembra che i soldi ricavati servono ad altro.

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1055
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #43 il: Giovedì 14 Giugno 2018, 12:19 »
Tutto vero, l'anno scorso la differenza l'avrebbe dovuta fare Falco il quale ha avuto problemi di inserimento perchè è esploso Han, poi a gennaio decidi di restituire Han al Cagliari e Falco al Bologna per acquistare la scommessa Diamanti, non si puo' dire che si sia cercato di migliorarsi. La sensazione è che si sia voluto risparmiare sull'ingaggio di un top player come Falco e si sia voluto creare una plusvalenza sul mini prestito di Han senza reinvestire nulla, forse perchè gli abbonamenti erano gia' stati sottoscritti?

Da quello che ho capito le plusvalenze servono "per gi avanti". Stando a quanto detto se nbon ne faremo altre tra 2 anni saremmo in difficoltà e dovremmo ridimensionare ancora (problema grosso). Se è cosi a ogni plusvalenza tocca esulta come ad un gol.
Io ho capito questo.
Magari sbaglio ma da come alcuni parlano delle plusvalenze sembra che i soldi ricavati servono ad altro.

A cosa servono bisognerebbe chiederlo al padrone. Conti alla mano e visti gli investimenti che facciamo per acquistare giocatori ci dovrebbe spiegare dove li mette, io ancora non l'ho capito. Ribadisco le entrate: 5 milioni di contributi, un paio di milioni gli abbonamenti, aggiungete sponsor vari e pay tv (50000 euro a partita trasmessa), lo stadio te lo da il comune gratis, i bliglietti degli spettatori paganti non li consideriamo, dove vanno le plusvalenze? Boh!

Offline Marco Mariuccini

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 502
Re:Santopadre a Fuori Campo
« Risposta #44 il: Giovedì 14 Giugno 2018, 12:46 »
Bene. Tutto a posto. Tutti uniti per una causa comune : le fortune del Perugia. Allora si spera vivamente che la faremo finita con il solito annuale "colpo ad effetto" : smetteremo con i Taddei, i Bianchi, i Guberti, i Lanzafame, i Diamanti, alcuni dei quali presi dopo squalifiche chilometriche, altri per "stupire " e fare abbonamenti… la smetteremo con gli infortunati cronici da recuperare (Alhassan), la smetteremo con i barconati ( adesso, poi..), la smetteremo con i cardiopatici… la smetteremo, insomma,  con questo tipo di operazioni da presunti furbetti, che ,in mezzo al fango ,sperano di trovare il gioiello:  il tempo ha dimostrato che questo modo di agire non ha mai pagato:  speriamo che la smetteranno , per dare alla società una maggiore credibilità, tanto lo sanno tutti che il Perugia va alla festa quando il buffet è quasi finito. Si saranno accorti che questa politica non paga?  Non ha mai pagato. Se la abbandoneranno e cercheranno di più nei campionati minori, sarà stato compiuto un buon passo avanti. Vedremo ,perche il passo dal predicar bene al razzolar male è terribilmente breve. Saluti. P.S.: queste cose nessuno le ha messe in luce, forse per non urtare sua maestà… ?
   Beh... diciamo che, come sempre, hai fatto la tua "porca" figura.... :-[ :-[ :-[ :D
Mi sentirò vecchio, solo 5 minuti prima di morire... (Cit.)