Autore Topic: Venti politici  (Letto 103 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2395
  • Per aspera sic itur ad astra
Venti politici
« il: Lunedì 21 Maggio 2018, 07:09 »
Caro "MARCO PERUGIA" ( almeno io mi sono presentato da sempre con nome e cognome e ,se vuoi , posso anche fornirti indirizzo e telefono:  quindi non sono un "leone da tastiera"come puoi trovare ad es. su quella merda du Eurosport;  ci tengo a faeti sapere che sono nato in questa città nel 1948,che non sono un tifoso "tiepido" come sostieni, che non sono un "occasionale"come sostieni, e che ho anch'io a cuore le sorti nella nostra squadra, esattamente come te. Solo che io ragiono, perchè mia madre mi dotò di un cervello che mi piace far funzionare:  io non mi lascio accecare dal tifo, io cerco di ragionare costruttivamente e se qualche volta  sono troppo diretto, bene, ci sta anche questo, perchè non c'è peggior sordo… Tu non puoi attaccarmi quando esprimo, come tanti altri, le mie critiche a chi adesso ha in mano la società:  io sono libero di dire questo ,sempre nell'ambito della correttezza, ma tu non sentirai mai dirmi solo e soltanto "forza Perugia"! ,perchè non è affatto così semplicisticamente che le cose potranno migliorare, ma solo con un onesto contraddittorio… Di cosa hai paura?  Che se ne vada e ci lasci in braghe di tela?  Morto un Papa…  mio figlio ha fatto quasi tutte le trasferte come un tempo facevo anch'io… (ora essendo cardiopatico non posso più): tu c'eri agli spareggi che vincemmo per rimanere in serie B? c'eri a Parma? c'eri a Pistoia, c'eri quando morì Curi, c'eri quando facemmo perdere ben due scudetti alla juventus?, c'eri a s.sepolcro, a todi, a deruta? Io si!  Quindi, prima di darmi del tiepido e dell'occasionale, pensaci non una, ma cento volte! Sai cosa farò?  Se continui su questa linea, mi vedrò costretto mio malgrado,  ad abbandonare il forum.

Caro Roberto, ci dividono pochi anni d'età, per cui ti considero un "vecchio saggio" quale io stesso mi definisco. Purtroppo la saggezza, in certi momenti, contraddicendo se stessa, ci dà i consigli sbagliati e ci fa fare,  e dire,  cose che al prossimo sono poco gradite. Sai meglio di me che Perugia è Guelfa (bianca se la memoria non mi tradisce) e che forse ancor più che odiare la parte ghibellina, avversava la parte nera. Per certi aspetti sembra che, a Perugia, non si sia perso il vizio: vige l'imperativo "o sei con me, o contro di me". Il tutto alimentato dalle affermazioni e dalle esternazioni dei vertici societari. Gli appelli accorati all'unità, lo "stringiamoci a coorte" e il "remiamo dalla, stessa parte", non fanno che nutrire la convinzione, in alcuni, che esternare il dissenso, non condividere certe scelte, e mettere in dubbio la bontà di certe decisioni presidenziali, non sia "da tifosi". A tal proposito mi vengono in mente i comportamenti di certi genitori, secondo cui, i propri figli hanno sempre ragione e se qualcosa va loro storto,  la causa degli insuccessi, è da attribuirsi a tutto meno che a loro stessi. Se invece mollassero ogni tanto una bella giarda, anche solo "metaforicamente", dicessero qualche no in più e li mettessero difronte alle proprie responsabilità, forse li aiuterebbero a crescere. Dare sempre ragione al prossimo per compiacere o per non urtare la suscettibilità, non è utile. Ovviamente non lo è altrettanto, il dissentire sempre e il criticare ad ogni pie' sospinto. Ricordo a tutti, me compreso, che un forum, per definizione, è un luogo di discussione, di confronto e spesso di contrapposizione tra tesi differenti. Non è la curva del Curi, dove si va a tifare con sciarpa e cappellino, dove l'arbitro fischia sempre in modo sbagliato, gli avversari sono nemici giurati e dove si ipotizzano roghi purificatori, dove la mamma del portiere sta in vetrina ad Amsterdam, o dove le altrui città sono ricoperte di escrementi. Lì è un obbligo e un dovere cantare, tifare, gridare forza Grifo, ed essere di parte. Qui no. Si parla di calcio. Ne avremmo di motivi per discutere anche animatamente e per incazzarci,  visto come vanno certe cose a livello economico e politico, soprattutto dopo che a distanza di mesi, due galletti da pollaio, ancora non sono riusciti a dare un governo credibile al Paese, e dove, dimostrando la più completa ignoranza e disprezzo per la Costituzione, che delega agli eletti il compito di decidere in rappresentanza del popolo, stanno per redigere un contratto assolutamente privo di qualunque valore legale, politico e costituzionale, che verrà sottoposto al voto elettronico in un sito privato! Per favore torniamo a dare al calcio l'importanza che merita. Le nostre restano chiacchierate, discussioni sull'operato del tecnico e della squadra, sulle scelte della società, che lasciano il tempo che trovano. Non condizioneremo il comportamento di nessuno, nè il rendimento di questo o quel giocatore. Figuriamoci! Comunque, nonostante al derby fossimo in 12000 a tifare, rispondendo all'ennesimo appello presidenziale all'unità, ci fossimo dedicati ad insultare i ternani, a prendersela con l'arbitro e ad augurarsi la retrocessione della squadra della conca, mi sembra che il tutto non abbia sortito effetti positivi, quanto, forse, qualche acquisto mirato e di qualità, ed una più tempestiva scelta di cambiare il tecnico, dopo Avellino. Tutto previsto, come da copione.
« Ultima modifica: Lunedì 21 Maggio 2018, 07:14 da Marco Casavecchia »

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 335
Re:Venti politici
« Risposta #1 il: Lunedì 21 Maggio 2018, 07:58 »
Almeno i due galletti ci provano a fare qualche cosa un pò fuori dagli schemi dei vecchi politici.Poi se non sono capaci di fare nulla,dentro una cabina elettorale si cambia. Poi se vogliamo ancora un pregiudicato al governo , oppure l altro suo amico di Firenze si è liberi di farlo. Peccato che a questo giro gli è andata male. Poi alla prossima tornata vediamo che cosa succede.Prima di giudicare, di sputare sentenze, lasciamoli lavorare per poi giudicare dopo non prima.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2395
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Venti politici
« Risposta #2 il: Lunedì 21 Maggio 2018, 14:37 »
Come al solito non riesci mai ad andare oltre il significato letterale... Un po' di ripasso della tecnica della parafrasi non ti farebbe male. Che ignorino la Costituzione è un dato di fatto, non è un dato soggettivo, che sono passati due mesi dalle elezioni pure, che stiano ancora discutendo anche (vedi questione TAV) su molti aspetti. Per me possono starci anche altri tre mesi. Poi mi spiegheranno come faranno ad uscire dalla zona euro e rinunciare ai benefici che derivano dai fondi europei e destinati alle aziende. O come risolvere la questione assegno di cittadinanza senza una copertura finanziaria. Infatti noto con curiosità che molte delle cose dette e sottoscritte in sede di campagna elettorale sono già state modificate. Non essendo nè amico di Renzi nè di Berlusconi, guardo con atteggiamento distaccato il tutto. Resta il fatto che il contratto con gli italiani non è una novità ma resta una sciocchezza politica, visto che l'Italia è una Repubblica parlamentare. Il riferimento alle vicende economico politiche voleva essere solo un richiamo al fatto che ci sono cose più importanti del calcio per le quali forse varrebbe la pena accorarsi.

Offline grifoxsempre

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 48
Re:Venti politici
« Risposta #3 il: Lunedì 21 Maggio 2018, 16:28 »
Come al solito non riesci mai ad andare oltre il significato letterale... Un po' di ripasso della tecnica della parafrasi non ti farebbe male. Che ignorino la Costituzione è un dato di fatto, non è un dato soggettivo, che sono passati due mesi dalle elezioni pure, che stiano ancora discutendo anche (vedi questione TAV) su molti aspetti. Per me possono starci anche altri tre mesi. Poi mi spiegheranno come faranno ad uscire dalla zona euro e rinunciare ai benefici che derivano dai fondi europei e destinati alle aziende. O come risolvere la questione assegno di cittadinanza senza una copertura finanziaria. Infatti noto con curiosità che molte delle cose dette e sottoscritte in sede di campagna elettorale sono già state modificate. Non essendo nè amico di Renzi nè di Berlusconi, guardo con atteggiamento distaccato il tutto. Resta il fatto che il contratto con gli italiani non è una novità ma resta una sciocchezza politica, visto che l'Italia è una Repubblica parlamentare. Il riferimento alle vicende economico politiche voleva essere solo un richiamo al fatto che ci sono cose più importanti del calcio per le quali forse varrebbe la pena accorarsi.
Stiamo entrando in un terreno minato  ;) In Germania hanno aspettato 6 mesi un nuovo governo,che vuoi che siano una settantina di giorni? :)

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 335
Re:Venti politici
« Risposta #4 il: Lunedì 21 Maggio 2018, 20:23 »
Come al solito non riesci mai ad andare oltre il significato letterale... Un po' di ripasso della tecnica della parafrasi non ti farebbe male???Va beh dai, siamo troppo distanti. Io non sono un professore come lo sei tu, quindi ho miei limiti.Tanto parlare è inutile, che viene sempre un altro che vuole la ragione.Di sciocchezze ne ho viste molte con i precedenti governi, quindi parlare di un contratto che è una sciocchezza mi viene da ridere. La politica è come il calcio, ognuno la vede a modo suo, magari non ho una cultura come hanno alcune persone, però posso esprimere le mie idee, senza venire offeso.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 2395
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Venti politici
« Risposta #5 il: Martedì 22 Maggio 2018, 08:06 »
Infatti. Tranne che per il fatto che almeno la Costituzione della Repubblica dovresti conoscerla. Il nuovo sarebbe rappresentato da chi sottoscrive contratti? Berlusconi docet! Oppure il sottoporre a referendum mediante un sito privato gli accordi di Governo? Intanto dal contratto sono sparite tutte le promesse fatte agli elettori del Sud, riducendo i futuri possibili interventi a quanto scritto in una confusa e sgrammaticata frase di poche righe (affermazione riconducibile ad un insigne membro della Corte Costituzionale, nonché importante giurista). Il nuovo sarebbe rappresentato da chi prima ha gridato Roma ladrona e poi è stato condannato per appropriazione indebita o ha comprato la laurea del figlio? Ma per piacere! Parli tu di offese che hai definito con gli epiteti più vari, tecnici e giocatori? Cos'è tu puoi farlo me se ti viene detto di leggere oltre la semplice frase ti offendi? La mia non era una analisi politica, ma solo un invito a riflettere che non vale la pena litigare per un argomento futile, quando ci sarebbero ben altri motivi per alterarsi. In ogni caso il comportamento di Di Maio e Salvini non è dissimile da quello di tanti altri politici. Se monti erro il primo ha prima offeso il PD, ricoprendo di palate di merda, poi lo ha blandito nella speranza di coinvolgerlo nella formazione di un esecutivo, il secondo ha detto di aver vinto le elezioni ed ha poi scaricato FI e FdI. Comportamenti da politici vecchio stampo. PS. Non è colpa mia se passando anni sui banchi di scuola ho imparato a pensare e ad usare la ragione e la logicaper leggere oltre gli aspetti superficiali delle cose.

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 335
Re:Venti politici
« Risposta #6 il: Martedì 22 Maggio 2018, 08:26 »
Il vero problema che tutti i vecchi politici, giornalisti,cittadini che votano sempre per i soliti partiti etc etc non vogliono cambiare nulla.Vogliono restare così.Per fortuna che ci pensano gli elettori a cambiare.Siamo solo all inizio del clamoroso ribaltamento politico. Poi saranno veramente dei grossi problemi per la vecchia classe politica che vuole resistere in tutti i modi legali ed illegali.Lo si è intravisto già ieri con il Presidente Mattarella. Poi non mi venite a dire di guardare la costituzione, che fa comodo solo alla vecchia classe politica, che rispetta la costituzione solo se fa comodo a loro. Il popolo si è espresso per il cambiamento, attenzione a sottovalutare il voto popolare.
« Ultima modifica: Martedì 22 Maggio 2018, 08:30 da bau bau micio micio »

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 900
Re:Venti politici
« Risposta #7 il: Martedì 22 Maggio 2018, 08:34 »
Con la politica non ce la possiamo fare!! Mi limito solo a constatare che al di la delle posizioni politiche che sono tutte legittime in democrazia, esiste un problema di fondo nel nostro Paese che è quello della corruzione, dell'evasione fiscale e della fuga dei capitali all'estero. Queste tre cose ci stanno da decenni condannando ad una lunga agonia che ci porta ad essere ogni giorno piu' poveri e non sara' questo governo come non lo sono stati i precedenti i salvatori della Patria. La riscossa deve partire dai cittadini, quotidianamente ognuno nel proprio ambito. Siamo così sicuri di compiere il nostro dovere civico ogni giorno?

Online grifogatto

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 385
    • www.enrico-gatti.com
Re:Venti politici
« Risposta #8 il: Martedì 22 Maggio 2018, 12:38 »
Stefano sei sempre acuto e mi trovo in assoluta sintonia con te  :-*
Visto che si parla di politica - poco poco, piano piano - volevo attirare la vostra attenzione sul fatto che il famigerato contratto è stato redatto dai sedicenti innovatori del M5S insieme ad una forza, la Lega, che faceva (dicono tuttora di fare) parte di una coalizione che ha avuto una maggioranza in quanto coalizione.
La lega non si è fatta più di tanti scrupoli nell'abbandonare la sua coalizione, ben sapendo che Berlusconi non sarebbe mai voluto andare coi grillini, cui avrebbe voluto "far pulire i cessi".
Ora, Salvini si è trovato nella posizione di poter dialogare con Di Maio solo grazie al risultato complessivo della coalizione: di fatto la sola lega ha ricevuto meno voti di quanti ne abbia ricevuti il PD; ma se il M5S avesse fatto un accordo col PD avrebbe rivendicato quei voti della coalizione verso la quale non ha mostrato scrupoli pur di andare al potere.
Giusto per ricordarvi chi è che sta sopra di noi e deciderà il prossimo futuro del paese.
Complimenti agli innovatori 5 stelle per aver portato al governo i razzisti della lega, amici di Berlusconi.
P.S.: non ho votato per nessuno di quelli menzionati qui sopra
« Ultima modifica: Martedì 22 Maggio 2018, 12:40 da grifogatto »

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 335
Re:Venti politici
« Risposta #9 il: Martedì 22 Maggio 2018, 13:39 »
Intanto sempre se nasce il governo M5S-LEGA, a pulire i cessi ci mandano la vecchia classe politica.Poi attenzione, le persone sono veramente incazzate.Se fanno saltare questo governo M5S-LEGA, non so che può succedere se si ritorna a votare con la Lega al 25-30% ed il M5S sempre stabile con il 30-34%.Poi voglio ridere

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 506
Re:Venti politici
« Risposta #10 il: Martedì 22 Maggio 2018, 14:19 »
Ve lo immaginate il presidentissimo agghindato da federale? Starebbe da Dio con i pugni sui fianchi ed il fez con il pon -pon…

Offline stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 900
Re:Venti politici
« Risposta #11 il: Martedì 22 Maggio 2018, 14:27 »
Stefano sei sempre acuto e mi trovo in assoluta sintonia con te  :-*
Visto che si parla di politica - poco poco, piano piano - volevo attirare la vostra attenzione sul fatto che il famigerato contratto è stato redatto dai sedicenti innovatori del M5S insieme ad una forza, la Lega, che faceva (dicono tuttora di fare) parte di una coalizione che ha avuto una maggioranza in quanto coalizione.
La lega non si è fatta più di tanti scrupoli nell'abbandonare la sua coalizione, ben sapendo che Berlusconi non sarebbe mai voluto andare coi grillini, cui avrebbe voluto "far pulire i cessi".
Ora, Salvini si è trovato nella posizione di poter dialogare con Di Maio solo grazie al risultato complessivo della coalizione: di fatto la sola lega ha ricevuto meno voti di quanti ne abbia ricevuti il PD; ma se il M5S avesse fatto un accordo col PD avrebbe rivendicato quei voti della coalizione verso la quale non ha mostrato scrupoli pur di andare al potere.
Giusto per ricordarvi chi è che sta sopra di noi e deciderà il prossimo futuro del paese.
Complimenti agli innovatori 5 stelle per aver portato al governo i razzisti della lega, amici di Berlusconi.
P.S.: non ho votato per nessuno di quelli menzionati qui sopra

Lettura politica corretta e che condivido su tutto tranne che su un punto: Berlusconi era prontissimo a governare con il M5S, per la verità anche con il PD, sono stati i grillini a porre il veto sulla persona al punto che le prime tornate di consultazioni hanno vertito quasi esclusivamente sulla posizione del no a Berlusconi poichè ritenuto indegno a formare il governo. Siccome i grillini non sono indietreggiati nemmeno di un passo, è stato Silvio a fare il famoso passo di lato perchè se si va alle elezioni scompare definitivamente dal panorama politico.
Detto questo, il governo che sta per nascere puo' non essere quello che io auspicavo tuttavia non mi stanno piacendo tante manovre che stiamo vedendo in Italia e in Europa, ne mi convince troppo Mattarella, a nessuno piace l'idea che ci sia qualcosa di nuovo ma le regole della democrazia vanno rispettate e se ci sono i numeri, come sembra, questo governo non ha solo il diritto, ma sopratutto ha il dovere di governare nell'interesse di tutti.
Questo penso io

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ***
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 335
Re:Re:Venti politici
« Risposta #12 il: Martedì 22 Maggio 2018, 16:01 »
Il bello della politica è come il calcio, ognuno la vede a modo suo. Però non posso che concordare con Stefano.Si fa di tutto per non cambiare.La vecchia classe politica con il suo presidente della repubblica è sul piede di guerra, per cercare di non  fare nascere un governo M5S-LEGA.Però questa volta, se mettono il bastone tra le ruote a questo governo che sta per nascere,credo proprio che finisce veramente male per i vecchi partiti. Spero solo che Mattarella capisca la situazione che sta per esplodere, se mette il veto su un presidente del consiglio,oppure sulla stessa Lega o M5S contro la volontà popolare.