Autore Topic: Disastro annunciato  (Letto 7990 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 536
    • www.enrico-gatti.com
Re:Disastro annunciato
« Risposta #30 il: Martedì 02 Gennaio 2018, 17:58 »
Beh, da Udine 'nn'è lontano, nvece nojaltri potremmo portarli al massimo a Loreto... ???
Nonostante quest'anno la squadra fosse stata rinforzata meglio che nelle annate precedenti (con le omissioni riguardanti però la difesa, che si sono rivelate nefaste) il fatto di non aver fatto una programmazione di livello professionistico ma l'essersi di nuovo affidati ad un esordiente incrociando le dita si è rivelato disastroso: una volta OK, due pure, ma alla fine, a forza di non programmare e di affidarsi alla bendata dea Eupalla si può rimanere fregati, come esattamente sta succedendo a noi.
La scelta di Breda non convinceva tanto prima, convince ancora meno adesso, ed il fatto di voler pervicacemente continuare su questa strada dimostra mancanza di attaccamento e lungimiranza nei confronti del Grifo.
Così io la penso.

Offline Saint Just

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 1764
  • Liberté, Égalité, Fraternité
    • PERUGIANELCUORE.it
Re:Disastro annunciato
« Risposta #31 il: Martedì 02 Gennaio 2018, 18:51 »
Beh, da Udine 'nn'è lontano, nvece nojaltri potremmo portarli al massimo a Loreto... ???
Nonostante quest'anno la squadra fosse stata rinforzata meglio che nelle annate precedenti (con le omissioni riguardanti però la difesa, che si sono rivelate nefaste) il fatto di non aver fatto una programmazione di livello professionistico ma l'essersi di nuovo affidati ad un esordiente incrociando le dita si è rivelato disastroso: una volta OK, due pure, ma alla fine, a forza di non programmare e di affidarsi alla bendata dea Eupalla si può rimanere fregati, come esattamente sta succedendo a noi.
La scelta di Breda non convinceva tanto prima, convince ancora meno adesso, ed il fatto di voler pervicacemente continuare su questa strada dimostra mancanza di attaccamento e lungimiranza nei confronti del Grifo.
Così io la penso.

condivido  :-* :-* :-*

poi è ovvio che se arriva Stellone, si fa un calciomercato improntato al miglioramento della squadra...i giudizi cambiano, proprio perchè tali e non pregiudizi
nella buona e nella cattiva sorte la bandiera del Grifo non si ammaina mai

Offline Daniele

  • Grifone
  • **
  • Data di registrazione: Set 2016
  • Post: 59
Re:Disastro annunciato
« Risposta #32 il: Martedì 02 Gennaio 2018, 19:14 »
Io invece non mi spiego perché in un mercato dove dovremmo solo pensare a rinforzarci sento solo voci di squadre interessate ai nostri giocatori migliori, il Parma vuole Di Carmine e Cerri, il Palermo amch’esso Su Di Carmine, il Pescara e l’Empoli vogliono Falco è così via, credo che se queste società nel mercato di gennaio piombino sempre sui giocatori del Perugia(squadra che ha assolutamente bisogno di rinforzarsi)denoti un po’ una mancanza di rispetto verso questa società o forse la triste verità, cioè che sanno che proprio questa società di fronte a buone offerte vende anche in questa finestra di mercato dove le altre proprio non ci pensano, in fondo non ho sentito nessuna voce di un interessamento per ad  esempio ottimi giocatori come Chiaretti o kouame del cittadella o Paulinho della Cremonese, insomma perché sempre i nostri!!!!!??

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 536
    • www.enrico-gatti.com
Re:Disastro annunciato
« Risposta #33 il: Martedì 02 Gennaio 2018, 19:23 »
Staremo a vedere quale sarà il comportamento della società - quindi di Santopadre - nella lunga finestra di mercato.
Se dovesse cedere Di Carmine sarebbe un segno macroscopico di mancanza di interesse nei confronti della squadra e dei tifosi, i quali poi giudicherebbero e lo ripagherebbero adeguatamente.
Sarebbe un grossissimo errore, come errore da parte di chi allena è non mettere in valore le qualità dei giocatori buoni, perché ve ne sono, e lo prova il fatto che sono richiesti da altre importanti società.

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Disastro annunciato
« Risposta #34 il: Martedì 02 Gennaio 2018, 20:11 »
Anche se non capisco di calcio, io ho una mia idea. Scusate perchè una società se vende il suo migliore giocatore, poi il tifoso dice che la società prende per il cul il tifoso? Qualsiasi ripeto qualsiasi società cerca di fare le cose meglio possibile per la società stessa e per il tifoso . Sarebbe ridicolo se una società non acquista e non vende un giocatore perchè il tifoso non vuole. Dai ragazzi siamo seri

Offline grifogatto

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 536
    • www.enrico-gatti.com
Re:Disastro annunciato
« Risposta #35 il: Martedì 02 Gennaio 2018, 21:23 »
Sii serio tu: se una squadra si vuole salvare non vende l'unico giocatore che segna le reti.
Almeno la logica elementare.
Se lo si vende significa che lo scopo è il profitto e non la salvezza.
Elementare Leo Watson

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 871
Re:Disastro annunciato
« Risposta #36 il: Martedì 02 Gennaio 2018, 21:43 »
Ancora, per quanto mi sforzi, non riesco a capire il modo di ragionare del nostro amico zoofilo…  egli ha un solo chiodo fisso: i giocatori brocchi e gli allenatori che non servono; a questo punto posso pensare due cose: o non riesce proprio a estendere il pensiero ad altro oppure ci prende in giro… in ogni caso passerò oltre e non leggerò più i suoi post.

Offline de stefanis

  • Grifone
  • *
  • Data di registrazione: Ago 2017
  • Post: 40
Re:Disastro annunciato
« Risposta #37 il: Martedì 02 Gennaio 2018, 23:46 »
Le ultime sessioni di mercato estive ed invernali  sono state queste. Vendite e incassi veri , acquisti: prestiti , tentativi di rilancio di giocatori , etc idem per allenatori  che rigorosamente  non devono "fare ombra " o costare troppo . Perché non c'è verso ad ogni sessione di mercato si  deve realizzare economicamente un surplus .....da mettere dove? da utilizzare come ? Certamente Goretti non è uno sprovveduto e di calcio al netto di tutto ci capisce,  ma con i limiti e paletti messi intorno alla fine rischiando rischiando ci si danno i denti !

I soliti "ripieghi", le solite "scommesse ", i soliti "last minute" e "low cost"… insomma nulla di nuovo sotto il sole… quanto "pelo"dovrà perdere il lupo per togliersi il vizio?

Offline bau bau micio micio

  • Grifone
  • ****
  • Data di registrazione: Ott 2017
  • Post: 476
Re:Disastro annunciato
« Risposta #38 il: Mercoledì 03 Gennaio 2018, 07:59 »
Ora mi sembra di capire che una società di calcio deve prendere un allenatore o vendere o acquistare un giocatore perchè lo dice il tifoso? La logica non esiste nel calcio. Esiste solo il profitto. Poi se il tifoso continua a credere che una società vende o acquista solo perchè il tifoso vuole quel allenatore o quel giocatore allora vi faccio ancora i miei auguri di Buon Anno. Signor Rossi lei è libero di leggere o non leggere auguri anche a lei
« Ultima modifica: Mercoledì 03 Gennaio 2018, 08:01 da bau bau micio micio »

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3168
  • Per aspera sic itur ad astra
Re:Disastro annunciato
« Risposta #39 il: Mercoledì 03 Gennaio 2018, 08:28 »
Perché, caro amico, come afferma giustamente l'avv. Laurenzi nel suo esaustivo fondo, su SportPerugia, che invito a leggere, il Presidente vende un prodotto e il tifoso (utente) lo acquista, pagandolo anche caro, considerando abbonamenti, biglietti, paytv (che riversa soldi nelle casse dell'Ac Perugia). Ed ogni buon imprenditore sa che, quando si avvia una attività, si tiene in considerazione ciò che richiede la clientela. Se lo spettacolo è mediocre, ovvero il prodotto non tira, la gente non compra o si lamenta di ciò che ha acquistato, nel caso specifico, non va più allo stadio e non porta soldini nelle tasche del suddetto imprenditore ... Ovvio quindi che, pur restando l'amministratore delegato della Azienza Perugia (non mi viene in mente un altro modo per definire la società visto che si antepone sempre il discorso bilancio), libero di fare le scelte che vuole, compreso vendere Di Carmine, o prendere un allenatore i cui risultati ci dicono che non si è dimostrato migliore di Giunti, poi non si deve lamentare se la gente abbandona il Curi o fischia la squadra e il tecnico. I fischi a Goretti e Pizzimenti sono anche per lui. Ma del resto dubito tu abbia mai speso una lira per venire al Curi, abbia preso giubbate d'acqua, o assistito a certe umiliazioni, altrimenti saresti incazzato quanto noi.

Offline Marco Casavecchia

  • Amministratore
  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 3168
  • Per aspera sic itur ad astra

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 871
Re:Disastro annunciato
« Risposta #41 il: Mercoledì 03 Gennaio 2018, 10:26 »
Una spiegazione  si trova sempre: quando il nostro aveva le altre aziende che "tiravano" si mostrava senz'altro più tranquillo e ragionevole (pur perseguendo sempre la propria linea d'azione, che tutti conosciamo) ; adesso invece che sente sfuggirgli la terra sotto i piedi, si irrigidisce, si incattivisce più di quanto già non lo sia , così che a farne le spese non sono altri che i poveri sportivi perugini, sottoposti ad ogni sorta di diktat e di umiliazioni: stando così le cose, perché non ci "libera", perché non vuole vendere?  Perché ormai per lui il Perugia è l'ultima fonte di ricavo?

Online stefano suprani

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Gen 2015
  • Post: 1474
Re:Disastro annunciato
« Risposta #42 il: Mercoledì 03 Gennaio 2018, 11:04 »
Una spiegazione  si trova sempre: quando il nostro aveva le altre aziende che "tiravano" si mostrava senz'altro più tranquillo e ragionevole (pur perseguendo sempre la propria linea d'azione, che tutti conosciamo) ; adesso invece che sente sfuggirgli la terra sotto i piedi, si irrigidisce, si incattivisce più di quanto già non lo sia , così che a farne le spese non sono altri che i poveri sportivi perugini, sottoposti ad ogni sorta di diktat e di umiliazioni: stando così le cose, perché non ci "libera", perché non vuole vendere?  Perché ormai per lui il Perugia è l'ultima fonte di ricavo?

Piuttosto che vendere la fontanina dei soldi, si vende la mamma!!
« Ultima modifica: Mercoledì 03 Gennaio 2018, 11:36 da Saint Just »

Offline Marco Mariuccini

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Ott 2013
  • Post: 502
Re:Disastro annunciato
« Risposta #43 il: Mercoledì 03 Gennaio 2018, 11:52 »
Sii serio tu: se una squadra si vuole salvare non vende l'unico giocatore che segna le reti.
Almeno la logica elementare.
Se lo si vende significa che lo scopo è il profitto e non la salvezza.
Elementare Leo Watson
e aggiungo che il paradosso maggiore è che a livello societario i conti sembra tornino e anche bene (a livello societario eh), quindi il problema è che i soldi non su ha intenzione di spenderli....

Ta me m'hon rotto le palle...
Mi sentirò vecchio, solo 5 minuti prima di morire... (Cit.)

Offline Roberto Rossi

  • Grifone
  • *****
  • Data di registrazione: Apr 2016
  • Post: 871
Re:Disastro annunciato
« Risposta #44 il: Mercoledì 03 Gennaio 2018, 14:27 »
T'è ragione, 'l mi cocco: le mie l'honno rotte da mpezzo… ma si qualcuno gne fa la voce grossa quisto da le palle nun cel levamo.… adè so curioso de vedè 'l mercato: sentirè che botti! Quillo più grosso 'l farà 'l Perugia 'n lega pro…