Post recenti

Pagine: 1 [2] 3 4 ... 10
11
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da Alessio-Curva nord il Oggi alle 12:18 »
In c1 damaschi che si dimise a gennaio??????basta è meglio che non leggo adpetto la risposta di Marco in pvt(ti ho lasciato un messaggio)e chiudo ah quest anno cosa ha detto il presidente sugli obbiettivi anche pochi giorni fa?obiettività quello che molti non hanno.....
12
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da Marco Casavecchia il Oggi alle 12:04 »
Vi prego almeno la storia del Perugia almeno x chi lo vive quotidianamente...quale passaggio tra damaschi e santopadre..ma dove?quando damaschi passo tutto a moneti litigandoci di brutto(chiedilo a roberto come andò)perché voleva fare un po tutto a modo suo.....Storia del Perugia..un po di anni fa i capiscioni:speriamo che i silvestrini lascino perché è pieno di imprenditori pronti a farci fare il grande salto....abbiamo visto che salto...e ancora insistiamo quando in A siamo stati con 2 presidenti....Qui si fa più che mancare di rispetto ad altri utenti,qui modificando la storia del Perugia si offendono molte altre persone!

Peccato perché io ho parlato proprio con Damaschi (anche poco tempo fa nelle ppause di una trasmissione) e lui racconta un'altra storia. Poi mi sembra che sei stato tu a scrivere che abbiamo avuto due promozioni con Santopadre. Errore in C1 ci ha portato Damaschi. In B Santopadre. Io non ho accostato Covarelli a Santopadre. Era un discorso sulle aspettative della città. Di serie non ne ha parlato 5 anni fa, se vigliamo essere precisi, ma anche dopo lo spareggio perso con il Benevento quando disse di voler far meglio dell'anno precedente. Quindi se sei arrivato quarto far meglio vuol dire solo andare in A. Il problema è che se a dire certe cose fossi solo, avreste ragione voi. Ma siccome le analisi le fanno gli esperti e numeri non mentono, è i fatti questo dicono, forse meno partigianeria e più obiettività non guasterebbe. Ps. Sulla storia del Grifo non replico. Io l'ho vissuta, non ho bisogno del museo per conoscerla.
13
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da Alessio-Curva nord il Oggi alle 10:55 »
Vi prego almeno la storia del Perugia almeno x chi lo vive quotidianamente...quale passaggio tra damaschi e santopadre..ma dove?quando damaschi passo tutto a moneti litigandoci di brutto(chiedilo a roberto come andò)perché voleva fare un po tutto a modo suo.....Storia del Perugia..un po di anni fa i capiscioni:speriamo che i silvestrini lascino perché è pieno di imprenditori pronti a farci fare il grande salto....abbiamo visto che salto...e ancora insistiamo quando in A siamo stati con 2 presidenti....Qui si fa più che mancare di rispetto ad altri utenti,qui modificando la storia del Perugia si offendono molte altre persone!
14
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da stefano suprani il Oggi alle 10:15 »
Quello che dice il prof è quello che dicono anche giornalisti e addetti ai lavori, un dato oggettivo difficilmente confutabile. L'aspetto che va colto nel parallelismo fra i presidenti citati è quello che ha visto il passaggio di consegne fra damaschi e Santopadre non senza polemiche. Il perugia le venne quasi estorto poiché non aveva i mezzi per puntare alla scalata sportiva successiva ma adesso si sono presentate le stesse condizioni di allora e dovrebbe essere Santopadre a fare il passo indietro e state sicuri che si presenterebbero anche gli acquirenti. Basta fare una conferenza e dire che si è pronti a farsi da parte e che i conti sono a posto.
15
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da Alessio-Curva nord il Oggi alle 09:31 »
Marco.....lascia perde,l unica cosa su cui riescono a ragionare sono le parlole di 5 anni fa per provare le loro teorie,quando quest anno si è parlato chiaramente di cladsifica tranquilla e magari play off,concetto ribadito dal presidente a rai 3,quindi tranquillo perché anche tu come me sai che il 95% dei tifosi è dalla parte di chi fa del bene al perugia(questa società)l altro 5%so gli altri,i capiscioni e i "giornalisti"locali che spesso sono il male del Perugia gente che se non viene leccata giura vendetta,il presidente che non ha bisogno di leccare neasuno perché ha la tifoseria dalla sua parte fa bene a fregarsene...ci fai caso che nessumo dice che siamo ad un punto dai play off e a 4 da corazzate come benevento e verona???ciao Marco....ah Rossi tu non mi conosci non ti permettere di parlare della mia vita(mestiere e quanta birra bevo)se mi vuoi conoscere ci vediamo al del duca vieni?
16
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da Marco Perugia il Oggi alle 08:52 »
Prof mi sembra eccessivo celebrare il de profundis non solo alla stagione ma addirittura al ciclo santopadre.
Solo accostare nello stesso messaggio addirittura covarelli è molto fuori luogo.
Ho letto e capito il senso: tu non dici che sono uguali dici che
i ifosi si aspettavano altro.  Ma la differenza tra il promesso e il mantenuto  di covarelli e tra il promesso e il mantenuto di Santopadre (che ancora è saldamente in sella a provare tutte le Sue chance)  è abissale. Pare talmente ovvia che ne neanche sto a spiegare.
Anche da un pusto di vista prettamente sportivo riferito alla squadra di quest'anno secondo me si sta esagerando. Che  ci sono lacune per obiettivi di altissima classifica è palese e tutti lo dicono da tempo (nessuno lo ha promesso neanche in società), che il mercato doveva e deve portare altro per essere un pò ambiziosi pure ma dopo 19 giornate si è comunque dove avremmo sperato (personalmente ho sempre detto che il massimo era entrare nei Play off e qui molti parlavano di retrocessione  sicura) a pochi punti da molte corazzate che in estate  sono state "invidiate" e menzionate come esempio prer aver fatto un  mercato nettamente siperiore (bisogna ricordarle tutte le cose). Anche il cittadella tanto invidiato (non da me) è sempre con noi. Il mercato è aperto e la stagione ancora lunga. Direi aspettare.
Santopadre quest'anno non ha promesso niente e stare ancora a rinfacciare la promessa di 5 anni fa non ha senso ed è eccessivamente ingeneroso verso chi comunque cerca di portare in alto.i nostri colori anche  con i limiti e i difetti che ha. Ha sbagliato a dire serie a in tre anni ma alla fine chi  non sbaglia? e tra l'entusiasmo che aveva e anche la poca conoscenza del calcio (era da poco presidente) ha pensato fosse più facile poi si è smusato con la realtà. A me sta cosa non ha dato e non da fadtidio così come non sto li a pesare al milligrammo tutte le parole. E che è?
La promessa piu importante fatta di tenere i conti a posto e non far più trovate il Grifo in determinate situazioni la sta mantenendo e guai a fare diversamente (Unica vera richiesta dei tifosi al suo arrivo) e comunque si naviga sempre in serie b nelle zone tranquille (e qui mi tocco le palle a pelle).
Che Santopadre non ha la forza economica per ambire seriamente alla serie a lo hanno capito anche i muri e gira che ti rigira è sempre quella la colpa (ma può essere una colpa?). Lo ha detto anche lui ma in questo caso la chiarezza e onesta non viene apprezzata. A me di Santopadre alla fine non frega una cippa, , arrivasse qualcun altro con più soldi e capacità a prendere la presidenza del Grifo. Ma qui ma non si vede niente e nessuno.
17
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da Marco Casavecchia il Oggi alle 07:29 »
Purtroppo, a Perugia, ci accorgiamo spesso troppo tardi di quella che è la realtà. La storia degli ultimi anni non ci ha insegnato nulla: siamo rimasti tutti affascinati da personaggi come Gaucci, Silvestrini, Covarelli, ecc. che, pur con tutte le diversità dei casi, alla fine hanno fatto molto discutere sul loro operato e non soddisfatto le attese ella gente, per non dire, in alcuni casi, fatto danni. L'era Damaschi è stata quella della vera rinascita con l'approdo in serie C. A lui va il merito di essersi fatto da parte (più o meno) per cedere il posto a chi poi ha proseguito il progetto di riportare il Perugia in ambiti calcistici più consoni. Progetto che, al momento, si è interrotto, almeno rispetto a chi promise la A in tre anni. Dalle varie trasmissioni andate in onda ieri è emerso un comune denominatore: il Grifo attuale non ha, per il momento, né la forza, né le risorse, per competere con altre società e la classifica è lo specchio veritiero della nostra realtà. Le promesse dovrebbero essere mantenute, o almeno, quando si fanno certe affermazioni, bisognerebbe avere la quasi certezza di poterle confermare con i fatti. Ad oggi, pur con molti distinguo, diversi operatori o addetti ai lavori, concordano nel sostenere che esistono tutte quelle criticità delle quali avevamo parlato ad inizio anno, al termine della campagna acquisti estiva. Dalle lacune in difesa, alla mancanza di un vero regista, dalla modestia tecnica di alcuni difensori, alla eccessiva giivane età di qualche reparto, dalla mancanza di mezzali di riserva a quella di una vera punta, un vero bomber, di peso e sostanza. Ad oggi, dopo venti giorni di mercato, ci ritroviamo con due innesti a centrocampo, che secondo Goretti (parole sue), non erano una priorità, diverse cessioni da fare o fatte di giocatori di proprietà (Terrani, Moscati, Bianchimano, Leali, Monaco, Mustacchio, cioè la famosa quarta punta, Bianco e chissà chi altri), a fronte dell'arrivo di un Sadiq, probabilmente preso perché le condizioni fisiche di Melchiorri destano più di una preoccupazione (un Melchiorri integro sarebbe sceso in B?), e di null'altro. La scoppola con il Brescia era prevedibile e quasi annunciata, se dopo aver preso quattro sberle da una rivitalizzata Cremonese, non si fosse provveduto a puntellare il reparto più deficitario della squadra. Affrontare Torregrossa e Donnarumma, Tonali, Bisoli, Dessena e compagnia nelle nostre condizioni si è rivelata una lotta impari. Come potrebbe rivelarsi impegnativo e ostico l'incontro con l'Ascoli, se non si farà qualcosa nei giorni che precedono la gara. Lavorare ed allenarsi non basta, se non c'è la qualità ed è inutile dire ciò che ha detto Nesta in conferenza, quando il campo dice altro. Cagnazzo, nell'articolo che ho fornito dice tutto quello che c'è da sapere sul calcio. Se lo si vuol intendere. Altrimenti, riponiamo nel cassetto qualunque sogno, facciamo finta di non udire proclami e promesse, accontentiamoci di ciò che passa il convento e gettiamo ogni tanto un occhio anche dietro per scongiurare brutte sorprese. Aspettiamo la fine del mercato, le pezze che Goretti riuscirà a mettere alla coperta corta, e speriamo, come sempre che i prestiti e i prospetti, tengano fede alle promesse di crescita per le quali sono stati scelti.
18
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da Saint Just il Lunedì 21 Gennaio 2019, 23:06  »
Il commento di Claudio Cagnazzo

19
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da stefano suprani il Lunedì 21 Gennaio 2019, 20:10  »
Io non leggo la stampa locale per ragioni logistiche ma da quello che percepisco sul web il vento di parecchi giornalisti è cambiato in modo sensibile. Non ci sono più alibi ne facili illusioni che invece prima erano la prassi. Magari sbaglio ma ho questa sensazione.
20
Il Perugia / Re:Grifo-mercato
« Ultimo post da Saint Just il Lunedì 21 Gennaio 2019, 18:14  »
non c'era bisogno di arrivare al settimo anno per capirlo...bastava essere più sinceri nelle dichiarazioni ed evitare di essere smentiti dai fatti poche ore o giorni dopo.....
Pagine: 1 [2] 3 4 ... 10